F1 | Aston Martin, Alonso: “Sorpresi dalle nostre performance in qualifica”

Fernando conclude la qualifica in terza posizione dopo il ritiro nella Sprint Race

F1 | Aston Martin, Alonso: “Sorpresi dalle nostre performance in qualifica”

ShanghaiSprint Race disastrosa per Fernando Alonso. Lo spagnolo scatta dalla terza posizione e riesce a tenere la posizione sulle due Ferrari di Sainz e Leclerc. A tre giri dalla fine il trenino di DRS guidato da Fernando si smonta: Sainz tenta il sorpasso sul connazionale, Alonso risponde, ma nella lotta si inseriscono anche Perez e Leclerc. Arriva il contatto tra i due spagnoli: l’Aston Martin è costretta a rientrare ai box per una foratura alla anteriore destra. Ritiro per Alonso, che riporta anche una penalità di 10s e 3 punti sulla licenza – lo spagnolo è a rischio, gli restano solo sei punti prima della squalifica.

Alonso conquista la terza posizione in qualifica

In qualifica l’asturiano ci riprova, ripetendo il risultato già conquistato nella Sprint Qualifying del venerdì. Alonso conquista la terza posizione in qualifica, dimostrandosi consistente in tutte le manche di qualificazione. E’ evidente la gioia dello spagnolo nelle foto di rito accanto ai due piloti Red Bull, ma mantenere la posizione in gara sarà complicato. Già la Sprint Race ha dato un assaggio delle performance della AMR24, che sin dall’inizio della stagione si è dimostrata più competitiva in gara. Alonso si aspetta un’altra gara in difesa, ma avere a che fare con lui in pista non è per niente facile: alle sue spalle, domani, ci saranno le due McLaren e le due Ferrari.

“Sono sempre contento, sembra che abbia vinto la gara io. La Red Bull è abituata a vincere tutto, così come Mercedes e Ferrari, per noi risultati come questi sono un regalo. Siamo sorpresi dalla nostra velocità su questa pista, soprattutto in qualifica, c’è qualcosa di misterioso, siamo molto più forti che in gara – ha spiegato Alonso – lo abbiamo visto anche nella Sprint: non riusciamo a tenere il passo dei top team, ma ci qualifichiamo davanti a loro. Le nostre gare diventano quindi una difesa continua, è successo in Bahrain, a Jeddah e Australia con Russell, e così in Giappone. Non abbiamo mai gare tranquille perché partiamo molto avanti, ma dobbiamo migliorare la domenica”.

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati