F1 | Alfa Romeo, Vasseur: “Non so perché Schumacher e Resta siano andati in Haas”

Il team principal della Sauber ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano svizzero Blick

F1 | Alfa Romeo, Vasseur: “Non so perché Schumacher e Resta siano andati in Haas”

Non è stata una stagione semplice per la Alfa Romeo Sauber, che ha chiuso all’ottavo posto in classifica Costruttori con ben poche soddisfazioni. La monoposto elvetica ha pagato come le altre motorizzate Ferrari la mancanza di cavalleria, con l’unica piccola soddisfazione di finire in classifica davanti alla Haas.

Ed è proprio della Hass che ha parlato Frederic Vasseur, team principal dell’Alfa Romeo, in una intervista concessa al quotidiano spagnolo Blick. Il manager francese non si spiega come mai la Ferrari abbia “girato” al team statunintense Mick Schumacher e il progettista Simone Resta, che erano nomi “caldi” anche in ottica Sauber:

“La scelta della Ferrari di portare Mick Schumacher in Haas mi ha colpito. Non so perché abbiano deciso così, forse per loro aveva più senso tenere Giovinazzi con noi per un discorso di stabilità (Antonio guiderà per il team svizzero per il terzo anno consecutivo ndr), ma davvero non lo so”.

Anche Simone Resta è stato “prestato” dal Cavallino alla Haas, che pare sempre più il team satellite della Ferrari. Proprio Resta che prima del ritorno in Ferrari nel 2019 era stato  mandato in Alfa Romeo come direttore tecnico.

“Questa è un’altra domanda molto difficileha ammesso VasseurChe dire, succedono cose strane nella vita“.

La scelta di Maranello di mandare Schumacher e Resta in Haas potrebbe essere un indizio di un allentamento della collaborazione con la Sauber. Sul punto Vasseur ha lasciato la porta aperta a qualsiasi soluzione:

“Ferrari è un nostro partner storico e solido. Il contratto attuale di partnership scade nel 2021, poi dovremmo firmare un altro dal 2022 al 2026 per le nuove monoposto. Non posso dire adesso se saremo con Ferrari anche oltre il 2021, è come un matrimonio, non c’è garanzia che rimarrai con la stessa donna per sempre”.

Vasseur ha inoltre fatto capire che la monoposto svizzera ha sofferto oltremodo l’assenza di cavalleria a causa della power unit 2019 del Cavallino, ma senza affondare il colpo: “Affidabilità a parte non siamo soddisfatti della nostra stagione. Noi lenti per il motore Ferrari? E’ una tua interpretazione, ma potrei non essere troppo in disaccordo…”

Frederic Vasseur ha inoltre confermato Robert Kubica come terzo pilota, nonché la collaborazione con il main sponsor Orlen, azienda petrolifera polacca.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati