F1 | Alfa Romeo Sauber, Ericsson fa mea culpa sull’incidente: “Mi è scivolato il dito e non ho chiuso il DRS”

Lo svedese ricostruisce il violento crash che l'ha messo fuori gioco a Silverstone

F1 | Alfa Romeo Sauber, Ericsson fa mea culpa sull’incidente: “Mi è scivolato il dito e non ho chiuso il DRS”

Uno spaventoso incidente in curva 1 ha messo precocemente fine alla gara di Marcus Ericsson a Silverstone. Il pilota dell’Alfa Romeo Sauber, fino quel momento 14° alle spalle di Sergio Perez, al giro 32 ha perso il controllo della propria vettura finendo violentemente contro le barriere.

Il “crash”, come spiegato dallo stesso svedese ad Autosport, è riconducibile alla mancata disattivazione del sistema DRS, che inevitabilmente ha causato il seguente testacoda: “Ero dietro a Checo (Perez) e in gara devi cercare di ritardare il più possibile la disattivazione del DRS per poi riaprirlo il prima possibile” – ha spiegato Ericsson. “Non ero sicuro che l’incidente fosse stato causato da una rottura, ma abbiamo esaminato i dati. Il pulsante è dietro al volante e la pista ha molti bump in quel punto: penso che mi sia scivolato il dito e che non sono riuscito a schiacciarlo. Fondamentalmente, sono entrato in curva con il DRS aperto: a quel punto sei un semplice passeggero e finisci in testacoda. Ecco cosa è successo”.

Senza questa disavventura, Ericsson è convinto che avrebbe potuto chiudere la gara nella top ten: Penso che ce la stessimo giocando per i punti. Ero dietro a Checo, mentre Pierre (Gasly) era poco più avanti. Mi sentivo veloce ed avevo le gomme più fresche di entrambi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati