F1 | Alain Prost: “Hamilton potrebbe avere bisogno di motivazioni diverse nel 2019”

"Difficile fare dei paragoni con i piloti del passato", ha detto il francese

F1 | Alain Prost: “Hamilton potrebbe avere bisogno di motivazioni diverse nel 2019”

Lewis Hamilton ha conquistato in Messico il suo quinto titolo mondiale, eguagliando Fangio e mettendo nel mirino Michael Schumacher. Uno che di mondiali se ne intende è certamente Alain Prost, quattro volte iridato e rivale storico di Ayrton Senna. Il francese, oltre ad elogiare Hamilton e la Mercedes crede che il pilota inglese abbia bisogno di altre motivazioni per vincere il sesto titolo mondiale.

“Era impossibile per Sebastian e Lewis avere problemi di motivazione quest’anno – ha detto Alain Prost ad Autosport. Erano entrambi quattro volte campioni, quindi il vincitore sarebbe passato davanti all’altro. Il prossimo obiettivo di Lewis? Beh dovrebbe essere quello dei sette titoli, no? Però penso sia soggettivo: intanto devi cercare di arrivare a sei, poi se ne parla. Quando hai cinque mondiali devi pensare al sesto, non al settimo o all’ottavo. Un cambio di regolamento come quello del prossimo anno può darti una motivazione in più, ma è difficile da dire: un giorno ti svegli e potresti anche non avere più la voglia di spendere tutte quelle energie”.

“E’ difficile fare un paragone tra diverse generazioni di piloti – continua Prost. Penso che per i campioni del passato che hanno vinto più titoli fosse più difficile visto che c’erano molti problemi di affidabilità e le prestazioni del team non erano sempre costanti. Oggi è diverso, ma non voglio togliere i meriti a Lewis, lui è sicuramente uno dei migliori se non il migliore della sua generazione, è difficile essere campioni ogni anno o quasi. Questa di Hamilton è stata una delle sue migliori stagioni, perché c’è stata molta competizione dall’inizio alla fine. Team e piloti devono essere costanti per raggiungere il titolo, senza cercare di prendere dei punti stupidi, accettando di finire secondi, terzi o quarti. Quando Sebastian ha commesso uno o due errori, si è vista la sua motivazione, perché sapeva che fosse quello il momento per approfittarne. La Ferrari ha fatto molti errori, così come Sebastian, basti vedere Baku, Germania e Cina. A quel punto metti più pressione, ed è qui che si vede come Lewis e la Mercedes abbiano gestito alla grande la stagione”.

F1 | Alain Prost: “Hamilton potrebbe avere bisogno di motivazioni diverse nel 2019”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. michele67

    7 novembre 2018 at 21:18

    SCUSAMI ALAIN, MA IN CINA QUAL’E’ L’ERRORE COMMESSO DA VETTEL…ESSERE SPERONATO DA VERSTAPPEN?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati