Coulthard: “La Formula Uno non deve perdere le emittenti in chiaro”

"Senza tv in chiaro il Circus potrebbe perdere un bacino d'utenza abbastanza grande"

Coulthard: “La Formula Uno non deve perdere le emittenti in chiaro”

In un’intervista rilasciata alle colonne di Autosport, David Coulthard, ex pilota della Mclaren e attuale opinionista della BBC, ha espresso una propria opinione sulla gestione discutibile dei diritti tv da parte di Bernie Ecclestone. Secondo il 44enne scozzese, infatti, uno dei problemi più grossi della Formula Uno moderna è proprio la mancanza di tv pubbliche in grado di trasmettere le corse del Circus in chiaro.

Da quando sono entrate in scena le emittenti private, infatti, il Circus ha subito una brusca frenata per quanto riguarda gli ascolti e secondo Coultahrd è di fondamentale importanza salvaguardare le emittenti in chiaro. Ovviamente questa situazione ci riconduce alla stessa BBC che, proprio negli ultimi giorni, ha chiesto da Ecclestone di ridiscutere gli accordi economici raggiunti qualche anno fa.

Ecco le parole di David Coulthard: “Per la Formula Uno è di fondamentale importanza salvaguardare le emittenti in chiaro. La situazione della BBC è abbastanza chiara e sono dell’idea che senza tv in chiaro il Circus potrebbe perdere un bacino d’utenza abbastanza grande. Molta gente guarda la Formula Uno con passione e un’assenza di questo tipo potrebbe ridurre l’esposizione degli appassionati all’ingegneria e alla meccanica”.

“Parliamo di qualcosa molto più grande al solo interesse economico. Sono orgoglioso del mio impegno con la BBC e spero che certe cose cambino da qui all’anno prossimo. Il mondo è cambiato rispetto a qualche anno fa, ma non possiamo fare a meno di certe cose” ha concluso.

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. ale7485

    4 dicembre 2015 at 16:30

    Mr. Ovvio…senza offesa David!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati