Bruno Senna: “A Barcellona sapremo qualcosa in piu’ sulla competitività della Williams”

Senna è fiducioso che la Williams sarà più forte nei prossimi test di Barcellona grazie al lavoro produttivo fatto a Jerez

Bruno Senna: “A Barcellona sapremo qualcosa in piu’ sulla competitività della Williams”

Bruno Senna pensa che il secondo test di F1 a Barcellona mostrerà un quadro più vero rispetto a Jerez di dove si trova la sua squadra, la Williams.

La maggior parte dei team di Formula 1 ha corso con le monoposto nuove a Jerez la scorsa settimana, nel primo dei tre test pre-stagionali del 2012.

Senna e’ stato uno dei piloti piu’ impegnati durante la prova, completando 250 giri.

Al momento, però, è molto difficile dire dove si trova la sua squadra, anche se Senna crede che la Williams sia alla pari con altre squadre di centro gruppo.

“E’ difficile da dire. Ogni team ha svolto il suo programma di test”, ha detto Senna parlando della competitività della Williams.

“Penso che noi siamo lì insieme ad altri ragazzi del centrogruppo, ma sapremo qualcosa di piu’ a Barcellona quando le squadre inizieranno a fare programmi di test più semplici e poi vedremo.”

Ha aggiunto: “Penso che abbiamo una base forte e abbiamo alcune idee in termini di ciò che vogliamo fare, ma si sa, ogni circuito è diverso, Jerez è un circuito molto particolare in termini di comportamento della vettura, quindi di sicuro stiamo per andare a Barcellona per imparare un po’ di più sui circuiti tradizionali.”

Senna è fiducioso che la Williams sarà più forte nei prossimi test di Barcellona grazie al lavoro produttivo fatto a Jerez.

“Beh, abbiamo testato un sacco di roba in macchina per cercare di migliorare la coerenza degli pneumatici, per migliorare alle varie velocità, in ogni test abbiamo avuto un obiettivo e per conoscere meglio la vettura e questo è il principale scopo della prova a Jerez.”

Bruno Senna: “A Barcellona sapremo qualcosa in piu’ sulla competitività della Williams”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti
  1. LoZ

    15 febbraio 2012 at 12:44

    Vai Bruninho…t ho sempre difeso in quanto non hai mai avuto la reale possibilità di dimostrare le tue potenziali anche perche hai inziato dawero tardi, anzi tardissimo per un pilota…ma quest anno è il tuo anno….o la va o la spacca, o dentro o fuori!incrociamo le dita!

  2. Rocco

    15 febbraio 2012 at 12:56

    Caro Bruno se tu farai nella tua carriera un 20esimo di quello che ha fatto tuo Zio allora potrai essere soddisfatto,ma io la vedo proprio dura,non sei un gran pilota,se uno che paga per corre e non corre per meriti sportivi.Ti auguro lo stesso di fare un campionato dignitoso,ma se arrivi dietro le Caterham ti consiglio il ritiro!!!!

  3. Franz Iacobelli

    15 febbraio 2012 at 13:47

    Non è per niente facile la sua situazione, sia x l’auto ke guida sia x la poca esperienza ke ha fatto finora, e che quindi nn gli consente di dare il max, ma nn c’è dubbio ke ci sta mettendo molto impegno e comunque qualche buon risultato lo meriterebbe!!

  4. Rocco

    15 febbraio 2012 at 14:04

    Tanti piloti più talentuosi di lui si sono impegnati per tutta una carriera senza mai raccogliere risultati soddisfacenti ad esempio(Mika Salo,nick Heidfeld JJ lehto etc)quindi non credo che Bruno possa fare meglio di quello dimostrato lo scorso anno,avrà anche più gran premi a disposizione,ma anche una vettura meno competitiva sulla carta,quindi non è detto che tanto impegno nello svilupare la macchina porti al successo in questa categoria!!!e lui dovrebbe ritenersi fortunato ad avere tante possibilità,perchè altri piloti spesso ne hanno avute molto meno.

  5. Pippo

    15 febbraio 2012 at 15:24

    C’è chi entra dalla porta principale diventando subito campione del mondo ma poi i difetti escono quando ha un minimo di difficoltà….. c’è chi entra dalla porta secondaria si rompe il culo, affronta la gavetta e poi diventa campione del mondo. La storia insegna….

    • faber

      15 febbraio 2012 at 15:42

      percui?

      • Pippo

        15 febbraio 2012 at 16:09

        Per cui, sta facendo la gavetta come hanno fatto molti piloti e i GRANDI campioni di F1… poi se diventerà campione, contentissimo, se nn lo sarà peccato per lui… Ma personalmente adesso nn lo metto in croce come dice tanta gente(espertoni del settore).

      • manny

        15 febbraio 2012 at 18:37

        giustissimo…vero e’ pero’ che questa f1 e’ cambiata e corre solo chi ha la valigia gonfia di soldi purtroppo…dai sto bruno senna nn sara’ cosi’ una schiappa….io gli do’ fiducia anche se non per molto….

      • Dado (forza Vettel)

        16 febbraio 2012 at 09:24

        Seguo la F1 dal 1993 circa e mi ricordo che i piloti con la valigia ci son sempre stati; mio padre conferma che c’erano anche molti anni fa…

    • LoZ

      15 febbraio 2012 at 18:22

      Sono pienamente daccordo con Pippo…!!

  6. Cobra

    15 febbraio 2012 at 17:37

    Secondo me è in gamba,deve cercare di essere più concreto durante la gara,in qualifica sicuramente è bravo e deve affinare il suo talento,se riesce a mettersi in mostra con la Williams facendo delle gare interessanti(magari un podio o piazzandosi spesso a punti),le porte della Ferrari si potrebbero aprire(vedi mercato Brasiliano.Fiat).
    Il fatto che abbia iniziato può voler dire tutto e niente,Daman Hill ha iniziato molto tardi e ha debuttato in f1 a 32 anni..eppure ha vinto un mondiale e ha dimostrato di essere un campione.

  7. Ayrton x sempre!!!

    16 febbraio 2012 at 01:57

    vincendo Montecarlo in Gp2 ha dimostrato di avere manico e stoffa, non possiamo giudicare un ragazzo che ha ancora bisogno di fare Km paragonarlo al mio “nostro” amatissimo Ayrton solo per il cognome che porta è fuori luogo..credo abbia solo bisogno di trovare feeling con la vettura e maggiore sicurezza nei propri mezzi..Go Senna GO!! forza Williams caxxo!!!!riprendiamoci ciò che meritiamo

  8. ivan27

    16 febbraio 2012 at 08:46

    Si trova dov’è perchè ha soldi ed è il nipote di qualcuno e continua a sfruttare la situazione per far parlare di sè….è francamente antipaticato il continuo richiamo che fa a suo zio, simbolo di una sua mancanza caratteriale e di sudditanza nei confronti del mito Ayrton e dei suoi risultati…..basta con questo casco replica, basta con i continui richiami/celebrazioni, sei patetico! Non mi pare che i vari Villeneuve,Hill,Rosberg,abbiano mai ostentato così marcatamente le loro illustri parentele per stare al centro dell’attenzione mediatica e dei fans….Bruno, datti una svegliata, chiudi il libro dei ricordi e mostra il tuo valore….per me non tale da giustificare la tua presenza in F1.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati