Formula 1 | Williams, Lowe: “Stroll ha grande talento”

"Non c'è una spiegazione tecnica per quello che ha fatto in qualifica"

Formula 1 | Williams, Lowe: “Stroll ha grande talento”

Quello in Italia è stato per Lance Stroll uno dei migliori weekend della propria stagione. Il pilota canadese a Monza ha centrato un buon 7° posto tagliando il traguardo davanti al teammate Felipe Massa e ottimizzando così la seconda piazza da cui partiva in griglia. Proprio il risultato raggiunto sabato, seppur agevolato dalle penalità delle due Red Bull, gli ha permesso inoltre di stracciare un record: diventare, a 18 anni e 11 mesi, il pilota più giovane della storia della Formula 1 a partire dalla prima fila. “È bello vedere come in alcuni momenti riesca ad esprimere tutto il suo talento” – ha detto Paddy Lowe, direttore tecnico della Williams. “Non dobbiamo dimenticarci che lui non è solo un rookie, ma anche un 18enne. Lance ha avuto qualche problema quest’anno, ma è quello che ci si può aspettare nel primo anno di F1, specialmente quando sei così giovane. Probabilmente ha una lunga carriera davanti a lui”.

Le qualifiche sul bagnato di Stroll sono state una vera e propria sorpresa per Lowe: “Le qualifiche sotto l’acqua sono la prova più difficile per un team di Formula 1. Non solo per il pilota, ma per l’intera squadra, è una situazione molto stressante. Bisogna azzeccare la scelta degli pneumatici e il pilota deve cogliere l’occasione giusta per fare il tempo” – ha spiegato Lowe. “In quel contesto, la squadra ha fatto bene. Felipe ha fatto un ottimo lavoro mentre Lance è stato davvero sorprendente. Ha trovato il giusto grip, un buon feeling con la macchina e ha così ottenuto un gran tempo sul giro. Non ho una spiegazione tecnica per lui, se non che ha il talento per farlo.

Federico Martino

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Alonso pronto alla sfida di Monaco

"E' una di quelle piste che tende a livellare il campo di gioco"
Lo spagnolo è fiducioso che con le caratteristiche particolari del tracciato di Montecarlo, la McLaren potrebbe puntare a fare una