Vettel: Un finale di stagione per dimostrare chi è il migliore

Vettel: Un finale di stagione per dimostrare chi è il migliore

Mancano tre o quattro gare (ancora non sappiamo se si correrà o meno in Corea) alla fine del mondiale 2010, un campionato apertissimo come non se ne vedevano da anni. Ci sono cinque piloti in lotta per il titolo, racchiusi in uno spazio di venticinque punti, quanti ne assegna una vittoria, ma nessuno fino ad ora è riuscito a sopravanzare gli altri dimostrando la propria superiorità.

Cinque driver e tre scuderie a giocarsi le ultime carte mondiali. Mentre alla Ferrari sono tutti concentrati su Alonso, Red Bull e McLaren sono in lotta con entrambi i piloti, questa situazione offre due chances per lottare per il titolo ma se mal gestita può risultare addirittura controproducente.

In Red Bull ad esempio non fanno mistero di preferire Sebastian Vettel, vorrebbero assegnargli i gradi di capitano ma non possono perché Webber sta sorprendendo tutti e al momento anche la classifica gli da ragione.

Durante un’intervista per il quotidiano tedesco Die Welt, Vettel: “Il campionato è ancora aperto ed io sono in piena lotta. Presto scopriremo chi è il migliore”.

Alan Jones, 63enne australiano, campione del mondo 1980 con la Williams fa il tifo per Webber: “Credo che possa farcela, mantenendo la calma può vincere. Questo campionato è comunque affascinante, erano anni che non se ne disputava uno così dove cinque piloti hanno la possibilità di vincere a quattro gare dal termine”.

Roberto Ferrari

Vettel: Un finale di stagione per dimostrare chi è il migliore
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

6 commenti
  1. Beppe

    29 settembre 2010 at 16:08

    Sembra di ritornare indietro negli anni (1986-1987) quando in Williams favorivano Nigel Mansell su Nelson Piquet.
    Risultati: 1986 titolo perso in modo assurdo – 1987 titolo a Nelson Piquet.
    Anno 2007 Mclaren due piloti in lizza (Alonso e Hamilton) risultato: titolo regalato (si fa per dire) a Raikkonen.
    Da tifoso Redbull credo cha anche quest’anno la storia non cambi. Mi accontento del mondiale costruttori, il team non è in grado di gestire i due piloti, purtroppo.
    Sebastian secondo me ha commesso troppi errori durante la stagione, dimostri la maturità e la velocità nei GP restanti, poi se ne può riparlare.

    Beppe
    RedBull

  2. Jean

    29 settembre 2010 at 22:22

    aaaaaaaaaaaaaa
    allora anche la RedBull fa gioco di squadra.

    a quando la sentenza dei giudici?
    😉

  3. Daniele

    30 settembre 2010 at 10:24

    Non c’è bisogno..si penalizzano già da soli..ahauahuah

  4. compare geppetto

    30 settembre 2010 at 10:34

    di sicuro tu non lo sei. hai delle grandi doti ma hai ancora tanto da imparare ragazzo!

    forse con un colpo di fortuna potrai anche vincerlo il titolo mondiale ma non sei il migliore tra i 5 piloti in lotta.

    secondo me.

    in bocca al lupo comunque.

  5. Ingenuo

    30 settembre 2010 at 10:40

    Secondo me alla Red Bull farebbero meglio a favorire Webber lui in testa al mondiale
    Per il tedeschino se ne riparlerà il prossimo anno: ha tutto il tempo del mondo per dimostrare tutto il suo valore in campo ed il talento l’ha già dimostrato gli scorsi anni: ora deve solo imparare a mantenere il sangue freddo e che un decimo posto è pur sempre meglio che un ritiro o non raccogliere nessun punto… in fin dei conti potrebbe sempre rimpiangerlo…

  6. Vincenzo

    30 settembre 2010 at 14:40

    Il Cuore ferrarista dice Alonso,ma se non dovesse anadare in porto per tanti motivi preferisco di gran lunga Webber che seppur osteggiato ha dimostrato di non essere secondo al tedeschino cui manca l’esperienza non le qualità.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati