Vettel: “Mi scuso con Webber, ma non l’ho fatto di proposito”

"Non l'ho fatto deliberatamente"

Vettel: “Mi scuso con Webber, ma non l’ho fatto di proposito”

Sebastian Vettel si è scusato per aver superato il compagno di squadra in Red Bull, Mark Webber, andandoa vincere il Gran Premio della Malesia contro gli ordini di scuderia.

Webber aveva condotto gran parte della gara ed era uscito dai box dopo la sua ultima sosta proprio davanti a Vettel.

Nonostante la Red Bull abbia chiesto ai suoi piloti di tenere la poisizone e girare i motori verso il basso e curare le gomme, Vettel ha continuato ad attaccare.

Dopo il passaggio molto vicino al muretto, attaccando Webber, Vettel è riuscito a passare al comando e ad ottenere la sua prima vittoria del 2013.

Webber ha mostrato il suo disappunto dopo la gara e Vettel ha chiesto scusa.

“Alla fine ho sentito di avere un ritmo forte e su un nuovo set di gomme medie ho avuto un po’ più di velocità ed è stata una lotta serrata, ma ho fatto un grosso errore”, ha dichiarato il tre volte campione del mondo.

“Dovevamo rimanere nelle posizioni in cui eravamo, io non ho ignorato l’ordine di proposito, ma ho fatto un casino in quella situazione.”

“Ho preso il comando, e posso capire che ora è sconvolto, ma voglio essere onesto e mi scuso con lui.”

“Ho preso un sacco di rischi per passarlo e avrei potuto comportarmi meglio.”

“Capisco che le scuse non servono e che il risultato della gara è questo, ma tutto quello che posso dire è che io non l’ho fatto deliberatamente.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

197 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati