Verstappen: “Budapest come un kartodromo”

Per l'olandese il secondo settore è il migliore

Verstappen: “Budapest come un kartodromo”

In Inghilterra terzo ma poi promosso a secondo per la penalità inflitta a Rosberg Max Verstappen proverà a salire nuovamente sul podio, possibilmente sul gradino più alto, anche sul tracciato di Budapest, più lento rispetto a Silverstone e dunque più adatto alla RB12.

“Adoro questo circuito. E’ stretto e con le nostre monoposto ampie sembra di correre in un kartodromo. I tornantini lo rendono insidioso e stancante, senza dimenticare il caldo che ricopre un ruolo importante – ha detto l’olandese – Il secondo settore è il mio preferito. Bisogna indovinare la corda della prima curva per non perdere tempo nella successiva. Ho girato qui con la Formula 3 e solo nel 2015 con la F1. Non vedo l’ora di rimettermi al volante”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati