Test F1 Barcellona, giorno 2: Mercedes prosegue in testa al mattino

Dietro Lotus e McLaren. Quarto tempo per la Ferrari

Test F1 Barcellona, giorno 2: Mercedes prosegue in testa al mattino

Ancora Mercedes a Barcellona, con Pascal Wehrlein oggi a schierare la monoposto di Stoccarda davanti a tutti, con il miglior tempo di 1:26.641, ottenuto con la gomma medium – martedì mattina Rosberg era stato il più veloce in 1:24.374 su mescola soft.
Dietro al pilota tedesco si è piazzata nelle ultime fasi della sessione la Lotus di Palmer, seguita a sua volta dalla McLaren di Button. Completano la classifica Ferrari, Toro Rosso, Williams, Force India, Sauber e Red Bull, con Gasly senza tempo.
Sessione interrotta solo nelle prime fasi a causa di una bandiera rossa per l’uscita di pista della Sauber di Marciello.
McLaren e Toro Rosso si sono concentrate sulle prove aerodinamiche e sulle geometrie delle sospensioni per quanto riguarda la MP4-30 degli anglo-nipponici.
La Ferrari invece ha provato diversi elementi esterni, tra cui le ali anteriori.

Cronaca – Il Circuit de Catalunya ospita sotto il sole anche la seconda giornata di test di F1. Diverse le riserve impegnate in pista oggi rispetto al martedì, mentre come titolari troviamo solo Sainz con la Toro Rosso e Button con la McLaren Honda.
Dopo essere rimasto a letto con la febbre – ieri avrebbe dovuto guidare la Force IndiaPascal Wehrlein oggi è al volante della Mercedes, Pierre Gasly invece è passato dalla Toro Rosso alla Red Bull, così come Marciello ha abbandonato la Ferrari per la Sauber. La Rossa oggi ha riportato in pista Esteban Gutierrez, Jolyon Palmer è al lavoro come terza guida sulla Lotus ed Esteban Ocon e Alex Lynn sono stati ingaggiati rispettivamente da Force India e Williams.

All’accendersi del semaforo la pista si riempie subito con i piloti impegnati nei consueti giri di installazione. Dopo 15 minuti arriva anche il primo tempo della mattinata, seppure molto alto: la Mercedes di Wehrlein fa segnare 1:53.350. Il tempo di qualche altro giro e la Sauber di Marciello finisce fuori pista alla curva 3 dopo aver perso grip, richiamando la bandiera rossa.
Il pilota esce indenne dall’abitacolo ma la C35 è visibilmente danneggiata nella parte anteriore sinistra.

Poco dopo la ripartenza, Sainz e Ocon si aggiungono a Wehrlein nella lista dei crono. Passata la prima ora, lo spagnolo della Toro Rosso si porta in testa seguito da Wehrlein, Gutierrez, Button e Ocon.
Quando ci si avvicina alla terza ora di test, Button porta la McLaren Honda davanti al gruppo, con il miglior crono di 1:28.276. Lo seguono Sainz, Wehrlein, Gutierrez, Palmer e Ocon, Mentre mancano ancora all’appello in classifica Gasly, Lynn e Marciello.

Pochi minuti però e si riprende la leadership la Mercedes di Wehrlein, in 1:27.596. Tempo che il tedesco affina poco dopo, scendendo a 1:26.641.
Entrati nell’ultima ora di test la Williams di Lynn si infila al quarto posto e nel frattempo la Sauber torna in pista con Marciello dopo essere stata riparata.

A trenta minuti dalla fine la Mercedes è sempre al comando seguita da Toro Rosso, McLaren, Williams, Ferrari, Lotus, Force India, Red Bull e Sauber, queste ultime due senza un crono.
Con 59 giri all’attivo Wehrlein è leader anche nel numero di tornate.
Intanto si aggiunge alla lista dei tempi anche quello della Sauber di Marciello, 1:34.687.

Con il tempo di 1:27.989 la Ferrari di Gutierrez sale al secondo posto alle spalle della Mercedes. Dietro la Rossa si accodano Sainz, Button, Lynn, Palmer, Ocon e Marciello, mentre la Red Bull di Gasly è sempre senza tempo e con meno di 20 giri all’attivo.
Quando manca ormai poco alla pausa pranzo, Button sale al secondo posto e dopo di lui lo stesso fa Palmer con la Lotus.
Sventola la bandiera a scacchi al Montmelò e la Mercedes si conferma la più veloce anche nella seconda mattinata.

Test F1 Barcellona 2015 – Tempi e giri giorno 2 al mattino

Nina Stefenelli

Test F1 Barcellona, giorno 2: Mercedes prosegue in testa al mattino
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. albino

    13 maggio 2015 at 21:50

    Pare che da monaco la Mercedes romperà un motore ogni due gp

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati