Test F1 Barcellona 2, giorno 4: Vettel è il leader

Ferrari, Toro Rosso e Williams chiudono al comando i test invernali. Mercedes indietro

Test F1 Barcellona 2, giorno 4: Vettel è il leader

Si concludono ufficialmente le otto giornate di test pre-stagionali a Barcellona, con la Ferrari di Vettel a mettere la firma sul giro più veloce, 1:22.852, ottenuto su mescola supersoft al mattino (ma il miglior crono dell’intera sessione era stato quello di Raikkonen al giovedì, 1:22.765 con la ultrasoft). Medaglia d’argento alla Toro Rosso di Sainz, con la gomma più morbida, e bronzo a Massa, che nel pomeriggio ha strappato la terza piazza su mescola rossa. Mercedes fuori dai giochi oggi, munita solamente di gomma medium e protagonista inoltre di una bandiera rossa a fine mattinata per un problema alla trasmissione.
La seconda sessione di test al Circuit de Catalunya ha visto i team impegnati con vere e proprie simulazioni di gara, lavoro sul set up delle vetture e affidabilità, prova delle gomme e tutto quanto necessario per arrivare preparati al primo appuntamento del Mondiale 2016, al via tra due settimane a Melbourne. A questo punto non resta che darci appuntamento in Australia!

Cronaca – Al mattino è la Ferrari di Sebastian Vettel a dettare il passo con il miglior tempo di 1:22.852. Il tedesco ha sbaragliato la concorrenza con la mescola supersoft, lasciandosi alle spalle la Toro Rosso di Sainz, che ha ottenuto il tempo di 1:23.134 con le ultrasoft, e la Force India di Perez, terzo in 1:23.721, anche lui come Vettel su supersoft. La Mercedes ha utilizzato solo le medium, dovendosi così accontentare di un mesto quarto posto. Hamilton è stato inoltre protagonista di una bandiera rossa a fine mattinata, per un problema alla trasmissione sulla sua monoposto.
Problemi anche per la Manor, che è riuscita a compiere un solo giro di installazione dopo la bandiera a scacchi, durante la prova per la VSC.
Questo il resto della classifica dopo le prime 4 ore del venerdì: Ricciardo, Button, Ericsson, Palmer, Grosjean, Massa e Haryanto senza crono

Al pomeriggio Ericsson è il primo a lasciare i box, seguito poco dopo dalla Manor di Haryanto. Dopo i primi timidi giri e all’avvicinarsi della seconda ora, Vettel esce in pista e comincia la simulazione di gara su gomma soft. Ma come ieri per Raikkonen, la bandiera rossa interrompe la corsa del tedesco: c’è la Force India di Perez ferma in uscita dalla curva 1. Se ne va così la prima ora, con Vettel in testa dal mattino davanti a Sainz, Perez, Hamilton, Ricciardo, Button, Palmer, Ericsson, Grosjean, Massa e Haryanto.

Rosberg fa il suo ingresso in pista, dopo aver raccolto il testimone da Hamilton al mattino, e si “accomoda” sul fondo della classifica alle spalle della Manor, mentre Vettel, passato alla mescola bianca, riprende la simulazione. Il primo stint era stato di appena 7 giri con tempi tra l’1:29.3 e 1.30.6, mentre nel secondo stint il tedesco percorre 22 tornate, attestandosi intorno all’1:31.9. Massa con le soft e il tempo di 1:24.502 è salito in sesta posizione, quindi passa alle supersoft e rimonta fino al terzo posto, in 1:23.664.
Se ne va così anche la seconda ora: Vettel è sempre pacesetter dal mattino seguito da Sainz, Massa, Perez, Hamilton, Ricciardo, Button, Palmer, Ericsson, Grosjean, Haryanto e Rosberg.
Vettel è anche il primo a raggiungere quota 100 giri, quando sta effettuando il terzo stint della sua simulazione di gara. Poco dopo lo raggiunge anche la Williams.
La Ferrari prosegue e a un’ora e mezza dalla bandiera a scacchi termina la sua simulazione a quota 68 giri: la combinazione Pirelli è stata soft-medium-medium-medium.

Rosberg scende a 1:27.472 ma rimane relegato sul fondo della griglia. Intanto alla Hass Gutierrez è pronto per dare il cambio a Grosjean. Con la gomma soft il messicano si piazza in penultima posizione, davanti alla Mercedes. Intanto anche la McLaren è entrata nel “club dei 100 giri”. Haryanto e Button provano le ultrasoft mentre Massa sfrutta le fasi conclusive per ripassare tutta la gamma di pneumatici: full wet, intermedie e quindi medium. Guitierrez scavalca la Manor e si prende l’undicesima piazza.

Nei minuti conclusivi i piloti si dedicano alle ultime prove di pit stop. In pista Rosberg fa ancora in tempo a strappare un crono più basso, 1:26.140, ma rimane ultimo. La bandiera a scacchi sancisce la fine dei test invernali. Ora l’appuntamento è con il Mondiale 2016!

Test F1 Barcellona 2 – Risultati, tempi e giri, Giorno 4
1 Sebastian Vettel Ferrari 1’22″852 142
2 Carlos Sainz Toro Rosso 1’23″134 133
3 Felipe Massa Williams 1’23″644 129
4 Sergio Perez Force India 1’23″721 59
5 Lewis Hamilton Mercedes 1’24″133 69
6 Daniel Ricciardo Red Bull 1’24″427 120
7 Jenson Button McLaren 1’24″714 108
8 Marcus Ericsson Sauber 1’25″031 131
9 Jolyon Palmer Renault 1’25″231 86
10 Romain Grosjean Haas 1’25″255 66
11 Rio Haryanto Manor 1’25″899 58
12 Nico Rosberg Mercedes 1’26″140 70

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati