Raikkonen: “Molto lavoro da fare ma siamo nella direzione giusta”

Sesto il finlandese nel venerdì di Austin

Raikkonen: “Molto lavoro da fare ma siamo nella direzione giusta”

Dodicesimo e sesto tempo. E’ questo il bilancio di Kimi Raikkonen al termine del venerdì del GP USA di Formula 1 ad Austin.

“La giornata è iniziata con qualche difficoltà nel primo turno di prove libere, dove abbiamo concentrato il lavoro sull’analisi di diverse soluzioni di carico aerodinamico” ha commentato Raikkonen. “Non ero a mio agio con la scelta dell’assetto e controllare la vettura non era facile. Nel pomeriggio abbiamo effettuato alcune modifiche e il comportamento della mia monoposto è decisamente migliorato. Con la mescola Medium sono riuscito a fare un buon giro e credo che, se non fossi stato ostacolato dal traffico, avrei potuto fare ancora meglio. Abbiamo ancora molto lavoro da fare prima delle qualifiche di domani, ma il miglioramento registrato tra le due sessioni sembra dire che siamo nella direzione giusta, dobbiamo solo continuare a fare del nostro meglio”.

“Contrariamente a quanto registrato nelle due precedenti edizioni di questo Gran Premio, l’asfalto oggi era meno scivoloso e questo lascia prevedere un’ulteriore evoluzione in termini di aderenza, anche se per confermare qualsiasi aspettativa dobbiamo attendere i giorni a venire” ha aggiunto Pat Fry. “Nel complesso è stata una giornata positiva e siamo riusciti a portare a termine senza problemi un programma che all’ordine del giorno prevedeva anche alcune prove sperimentali in ottica 2015. Ovviamente la priorità è stata data all’impostazione dei settaggi delle due vetture, allo studio della migliore configurazione aerodinamica e dei sistemi di controllo della power unit, allo scopo di adattarci al meglio alle caratteristiche di questo tracciato. Non è stato semplice trovare un bilanciamento e un set-up che accontentasse entrambi piloti, anche per via del forte vento che ha disturbato molto la seconda sessione di prove, e questa sera le diverse soluzioni testate verranno messe al vaglio degli ingegneri. Il rendimento degli pneumatici è decisamente diverso rispetto all’ultima gara di Sochi: questo consentirà di valutare strategie diverse per la gara, anche se siamo consapevoli di avere davanti avversari estremamente competitivi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati