Pirelli, Hembery: “Il caldo potrebbe aiutare la mescola più morbida”

"Possibile una strategia a singolo stop"

Pirelli, Hembery: “Il caldo potrebbe aiutare la mescola più morbida”

Il pilota della Mercedes Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio del Messico utilizzando pneumatici supersoft. Il giro che ha permesso ad Hamilton di ottenere il miglior tempo è il più veloce di sempre sull’attuale circuito di Città del Messico.

Le temperature della pista sono state molto più calde rispetto a tutte le precedenti sessioni, con circa 37°C a inizio qualifiche e 18°C nell’aria. Condizioni che hanno riportato in azione le supersoft, anche se il corretto warm-up dei pneumatici sarà un fattore cruciale per ottenere prestazioni ancora più ottimali. Tutti i piloti hanno completato il Q1 usando le supersoft, con tre diversi team nella top 3. Molti hanno scelto la soft per il primo run in Q2, per valutare se fosse o meno la migliore opzione per passare il taglio e iniziare la gara. Sia le Mercedes che le Ferrari prenderanno il via della gara sulle soft, mentre la Red Bull partirà con le supersoft.

La strategia più probabile per la maggior parte dei piloti è orientata su due soste ma, con i tempi così ravvicinati, lo scenario apre a diverse possibilità: molto dipende anche dalle condizioni meteo in gara. Alcuni piloti potrebbero puntare a una sola sosta. Anche oggi la rapida evoluzione dell’asfalto ha continuato a caratterizzare il tracciato e resterà un fattore cruciale per il resto del weekend, influenzando di nuovo le strategie.

Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: “Con la notevole evoluzione della pista e delle temperature cui abbiamo assistito, le condizioni potrebbero continuare a cambiare e forse ritornare verso le mescole più morbide in gara. Lo scorso anno quasi tutti i piloti hanno completato la gara su due soste, dopo una safety car nelle fasi finali. Domani qualcuno potrebbe tentare un solo pit stop, specie chi partirà sulle soft. In ogni caso, sono ancora aperte parecchie opzioni in fatto di strategia”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati