Parziale dietrofront della FIA sull’abolizione dei team radio

Nessuna rivoluzione, confermate le regole della passate stagione

Parziale dietrofront della FIA sull’abolizione dei team radio

E’ stata sorprendentemente sospesa la seconda fase del piano di Bernie Ecclestone per controllare e ridurre il numero delle comunicazioni radio tra box e pilota. Nonostante le tante modifiche apportate dai team alle console dei volanti (Red Bull e Williams hanno introdotto il display LCD.ndr), lo Strategy Group ha deciso di fermare il provvedimento “ban radio”, confermando le regole utilizzate durante la passata stagione. Una scelta curiosa che conferma la grande confusione che regna tra la stessa Federazione e le squadre. Il provvedimento consentirà agli ingegneri di intervenire, con suggerimenti ai piloti, in caso di problemi tecnici alla power unit.

Saranno bandite, invece, tutte quelle comunicazioni che riguardano la guida generale e i confronti cronometrici con gli altri concorrenti in pista. Non sarà inoltre possibile chiedere alcuni comandi specifici della power unit, il bilanciamento dei freni del proprio compagno di scuderia e tutte quelle informazioni riguardanti il confronto tra due piloti in pista (punti di frenata comparati ad altri piloti, confronto dati o tempi in settori della pista, comparare la velocità in curva, impiego acceleratore comparato ad altri piloti e ricorso del DRS comparato ad altro pilota).

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. 12cilindri

    18 Marzo 2015 at 11:08

    questo consente di dire ai membri della federazione compreso mr ecclestone una cosa sola ANDATEVENE A CASA
    avete distrutto la f1

  2. konradkid

    19 Marzo 2015 at 10:24

    bandire i confronti cronometrici?!?!? Mi sembra una cag** pazzesca!!! Torniamo ai cartelloni coi distacchi penzolanti fuori dai box?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati