Montezemolo: “Marchionne e Arrivabene bravi ma fortunati”

E su Vettel l'ex Presidente Ferrari dice che fu Schumi a suggerirglielo

Montezemolo: “Marchionne e Arrivabene bravi ma fortunati”

“Insieme alla famiglia, la Ferrari è la cosa più importante della mia vita”. Con queste parole l’ex Presidente della Rossa Luca Cordero di Montezemolo ha salutato la ripresa della Scuderia dopo una stagione da dimenticare.

“Non voglio prendermi meriti, sono solo felice per i buoni risultati che sta ottenendo – ha riferito a Repubblica.it – Sergio Marchionne e Maurizio Arrivabene sono stati molto bravi. Bisogna ringraziarli, anche se penso abbiano avuto anche un po’ di fortuna. Salvo la Mercedes non c’è concorrenza, la Williams non è migliorata, la Red Bull è implosa e la McLaren è in crisi nera…Ad ogni modo si sono dimostrati intelligenti a non buttare a mare quanto di buono era stato fatto prima. Unica cosa che contesto è il pessimismo eccessivo palesato in inverno, comunque è acqua passata”.

Quindi sul difficile campionato 2014 ha raccontato: “Era gennaio e da Jerez de la Frontera mi chiamò al cellulare Massa. Aveva appena concluso il primo giro sulla nuova macchina. E’ un disastro, mi disse. Non c’è il motore. Un pilota certe cose le sa. Capii che era finita, allora convocai Domenicali per iniziare subito a lavorare per il 2015”.

Motivo del recupero anche l’arrivo del quattro volte iridato Vettel. “Il primo a parlarmi di Sebastian fu Schumacher – ha spiegato – Me lo indicò subito come il sostituto ideale di Felipe. Domenicali lo voleva a tutti i costi e lo portò a casa mia a Bologna. Si presentò con una scatola di cioccolatini svizzeri. Era già un campione del mondo eppure aveva dei modi un po’ impacciati. Fece a tutti un’ottima impressione”.

Infine sul futuro della direzione della F1, sulla linea di Flavio Britore, ha concluso: “Oggi non c’è nessuno in grado di sostituire Bernie Ecclestone, è il migliore e forse l’unico in grado di cambiare le cose. Ritengo comunque debba cominciare a impegnarsi a trovare un successore”.

Chiara Rainis

Montezemolo: “Marchionne e Arrivabene bravi ma fortunati”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. Dariok

    5 maggio 2015 at 20:22

    concordo su tutto meno sulle capacità “uniche” di Ecclestone

    • Panzy

      5 maggio 2015 at 21:19

      Peccato che Massa a Jerez 2014 guidasse la WILLIAMS! Quindi si lavora al 2015 dal 2013!
      Ecco spiegato perchè quest’anno la Ferrari va..ci lavorano da 2 anni e quella dell’anno scorso era di cartapesta!

      • Doug

        6 maggio 2015 at 10:25

        I test a Jerez in gennaio mi risultano siano quelli del 2014, per cui probabilmente l’errore è sui nomi: si intendeva Alonso e non Massa
        Poi se è stato un lapsus di Montezemolo o un refuso di chi ha scritto l’articolo non lo so

      • Doug

        6 maggio 2015 at 10:26

        Anche perchè non vedo il motivo di lamentarsi del 2.4 V8, se si fosse trattato del 2013…

  2. albitv

    5 maggio 2015 at 21:36

    Ma come Massa? Nel 2014 Massa non era più pilota Ferrari bensì Williams… Come può aver provato la Ferrari nel Gennaio 2014?!?

  3. michele

    5 maggio 2015 at 22:20

    Grazie Schumi del consiglio su Vettel.

    Grazie tante, ma è facile. Troppo!

    Anch’io se qualcuno alla Rossa mi chiedesse un consiglio,

    Indovinate che pilota consiglierei?

  4. kimi-kimino

    5 maggio 2015 at 22:55

    Montezemolo forse si confonde con il Samurai…Ha fatto bene Marchionne a silurarlo….non si ricorda neanche i nomi dei piloti.

  5. Marcocelli

    6 maggio 2015 at 00:46

    “Il primo a parlarmi di Sebastian fu Schumacher – ha spiegato – Me lo indicò subito come il sostituto ideale di Felipe.

    Mai fu più azzeccato.
    .
    Il sostituto perfetto di Felipe, diciamo il duplicato perfetto!!
    Veloce in qualifica e pipp*ne in gara. Infatti in gara lo batte anche un mediocre come Raikkonen.

  6. OcchialidasoleSili

    6 maggio 2015 at 17:40

    Provo molto fastidio quando Montezemolo fa il “grillo parlante” seduto dalla poltrona Alitalia, adesso fa il secondo lavoro…è diventato un dispensatore di consigli Ferrari.

    Certo quando c’eri tu non si poteva criticare la ferrari, anni e anni di sbagli e approvazione di progetti toppati, con il grande domenicali che hai voluto fino alla fine (….fine x entrambi).

    Adesso azzeccano tutto ed è fortuna! Certo…
    Nessuna fortuna, grande grande lavoro c’è stavolta da fargli i complimenti a tutti, da Arrivabene a Marchionne.

  7. lucaraikkonen

    6 maggio 2015 at 20:55

    Be. gran parte del merito è dell’auto creata da james Allison. Scelto da Domenicali prima di andarsene. Se l’auto andava piano Arrivabene era gia sulla rampa di lancio. Per cui merito ai tecnici. E se dai un’auto decente a quei due qualcosa di buono fanno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati