Mercedes, Wolff: “Complimenti alla Ferrari, avevano la macchina più veloce”

Il numero uno della Mercedes ammette che il team di Brackley deve migliorare la partenza

Mercedes, Wolff: “Complimenti alla Ferrari, avevano la macchina più veloce”

Non cerca scusanti, non si arrampica sugli specchi Toto Wolff. Il numero uno della Mercedes, alla luce del disastroso risultato ottenuto dalle Frecce d’Argento in Ungheria, non può che ammettere che il team sia semplicemente incappato in qulla che potrebbe essere definita come una giornata no. Oltre agli errori commessi da Hamilton, proprio nell’ultimo stop, non sono stati pochi gli appassionati che si sono chiesti come mai Rosberg non abbia montato le gomme Soft nell’ultimo stint, come del resto aveva anche fatto Ricciardo: “Mancavano 28 giri alla fine. Nico è entrato ai box subito dopo l’entrata in scena del regime di Virtual Safety Car. Avevamo pronte le medie, era la nostra scelta. In quel momento abbiamo deciso di montare le morbide ma non c’era abbastanza tempo per prepararle”, ha ammesso Wolff senza troppi giri di parole.

Il boss della Mercedes, che sa bene come la priorità del team di Brackley sia quella di lavorare sulla partenza, ha voluto riconoscere i giusti meriti agli avversari che hanno vinto la gara: “Complimenti alla Ferrari, avevano la macchina più veloce e il passo migliore, se Kimi Raikkonen non avesse avuto un guasto avrebbero portato a casa una meritatissima doppietta. Noi non possiamo fare altro se non che lavorare sulla partenza – ha confidato – Perché se non hai un buono scatto poi sei obbligato a trovarti in situazioni spinose che potrebbero compromettere la corsa. È successo anche ieri: abbiamo avuto troppo pattinamento degli pneumatici e in quella situazione non puoi far nulla per difenderti. Il bello è che nelle simulazioni è sempre andato tutto per il verso giusto”.

 Eleonora Ottonello

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. AntonioX

    27 Luglio 2015 at 12:16

    Non c’è nulla da migliorare. Da quando la Fia ha tassativamente vietato qualsiasi dispositivo o accorgimento che possa aiutare i piloti nella partenza Luigi e Nicola non ne azzeccano più una. Sono loro a dover migliorare non la macchina

    • SuperKIMI2007

      27 Luglio 2015 at 17:12

      la regola di cui parli sopra andrà in vigore dal prossimo Gp Del Belgio quindi penso non sia colpa dei piloti Mercedes.

      • SuperKIMI2007

        27 Luglio 2015 at 17:20

        ….ma di come i tecnici tarano il sistema di partenza.infatti entrambi hanno steccato le ultime due partenze e non può essere un caso ….

      • AntonioX

        27 Luglio 2015 at 19:08

        I piloti fanno simulazioni di partenza ad ogni fine sessione di prove. Non è credibile che i meccanici mercedes che sono perfetti in tutto poi si perdano in questa sciocchezza. E infatti di responsabilità “tecniche” non ne parla nessun giornale o sito web, tutti i giornalisti concordi nel dare responsabilità a Luigi e Nicola. Non create alibi ai piloti, il piede sul gas ce lo mettono sempre loro … non un computer

      • SuperKIMI2007

        27 Luglio 2015 at 23:38

        Rimane il fatto che la procedura di partenza senza aiuti di cui tu parli verrà utilizzzata solo dal prossimo gp e visto che nei precedenti 8 gp le Mercedes erano partite discretamente le tue restano solo supposizioni….

  2. stefanoabbadia

    27 Luglio 2015 at 12:56

    Un solo commento alle presunte dichiarazioni di Wolff:

    rendere onore alla Ferrari per aver meritatamente vinto il GP era ed è un obbligo…

    Fare una figuraccia come quella rimediata in Ungheria con una vettura del genere…beh…uno schiaffo all’immagine Mercedes e Tedesca….come si può buttare via un gp già vinto dalle qualifiche in questo modo?

    solo loro hanno potuto..del resto lo avevano già fatto in passato…che figura!!!!!!

  3. F1-fan

    28 Luglio 2015 at 12:57

    Che non fosse tutto un bluff per farsi scusare da Ferrari e tifosi per la questione degli spaghetti,eh? 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati