Massa: “Frustrante non aver disputato le qualifiche”

Il brasiliano ha ammesso il suo errore nelle libere ma è ancora perplesso per l'incidente

Massa: “Frustrante non aver disputato le qualifiche”

Felipe Massa non è riuscito a disputare le qualifiche del GP Monaco e domani partirà ultimo. I lavori di riparazione della sua vettura, danneggiata in un incidente nelle Libere 3 hanno richiesto più tempo del previsto e il brasiliano non ha potuto prendere parte alle qualifiche.

“Mi dispiace non essere riuscito a disputare le qualifiche, è stato davvero frustrante” ha commentato Massa.

“Questa mattina durante l’ultimo turno libere ho frenato su un dosso, la macchina ha toccato terra e stranamente entrambe le ruote anteriori si sono bloccate. A quel punto non c’è stato nulla da fare: dopo aver toccato il guard rail ho aspettato che arrivasse l’impatto contro le protezioni” ha spiegato il brasiliano, ancora perplesso per l’incidente.

“Fortunatamente sto bene, ho solo i muscoli lievemente contratti, ma la macchina ha riportato molti danni e a nulla sono serviti gli sforzi dei ragazzi della squadra per cercare di ripararla in tempo utile. C’era tanto da fare e sono stati davvero straordinari, ce l’hanno messa tutta e per questo voglio ringraziarli. Domani è un vero peccato partire dal fondo, soprattutto su una pista dove è estremamente difficile sorpassare, ma adesso occorre essere ottimisti e concentrarsi sulla gara di domani. Ci aspetta molto lavoro sia sulla macchina, per capire se è necessario cambiare qualcosa nel set-up, sia sulla strategia, per provare a pensare a qualcosa di diverso che possa darci un vantaggio. Sappiamo di partire in una posizione molto difficile, ma la gara è lunga e può succedere di tutto: cercheremo di sfruttare qualsiasi occasione e di spingere al massimo come sempre” ha concluso Massa.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

12 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati