Liuzzi, HRT: “Un peccato il ritiro di oggi, dobbiamo impegnarci di più”

Liuzzi, HRT: “Un peccato il ritiro di oggi, dobbiamo impegnarci di più”

Una gara con luci ed ombre per l’HRT: Vitantonio Liuzzi è stato costretto al ritiro, mentre Daniel Ricciardo arriva al termine della sua seconda gara.

Vitantonio Liuzzi, DNF: “E’ stato un peccato, perché nonostante la penalizzazione e la partenza dalla ventitreesima posizione, abbiamo avuto una partenza buona, ho passato qualche macchina nel primo giro e ho avuto un buon ritmo. Dopo qualche giro ho iniziato a soffrire di problemi ai freni e abbiamo perso il ritmo di gara. Dopo il pit stop, con il cambio gomme abbiamo recuperato il ritmo, fino a quando non abbiamo avuto uno sfortunato problema all’elettronica”.

“C’è stato un miglioramento da Silverstone, ma dobbiamo impegnarci di più e non possiamo riposarci in vista della prossima gara. Meno male che il Gran Premio di Ungheria è vicino e dobbiamo guardare avanti. Non sarà facile perché il circuito non è adatto alla monoposto, ma lotteremo come sempre”.

Daniel Ricciardo, 19mo: “E’ stato un bene terminare la gara. Penso di aver fatto un passo in avanti da Silverstone, ma la strada è ancora lunga. Questo fine settimana ho imparato ancora un po’. Se continuo così, sono certo che in poche gare sarà più evidente, magari finendo qualche posizione più in là”.

“Se riesco a migliorare ancora da Silverstone all’Ungheria, tutto sembrerà più promettente. Sono piuttosto felice”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. salvatore

    24 Luglio 2011 at 21:54

    VAI TONIO è importante esserci.

  2. Alex82

    25 Luglio 2011 at 09:26

    Vorrei proprio sentire i detrattori di Ricciardo! E’ stato semplicemente superlativo, un carrozzone sotto i piedi che non conosce e alla sua seconda gara in Formula 1 sta dietro a Liuzzi in qualifica per una manciata di centesimi e termina la gara (riuscendo a stare a pochi secondi dall’italiano prima del suo ritiro).
    QUESTO E’ UN CAMPIONE!!!

    • MacPherson

      25 Luglio 2011 at 10:21

      Beh, da qui a dire che è un campione ne passa ancora; si può dire che è certamente sulla strada giusta per avere un’ottima carriera in formula 1…

      Tralaltro nella prima parte di gara ha tallonato, superato e staccato D’Ambrosio e stava riportandosi rapidamente su Liuzzi e Glock prima che iniziassero i doppiaggi e i vari pit stop con conseguente falsaggio della competizione nelle retrovie.

      Cmq mi piace l’approccio di Ricciardo; sapendo di avere mezza stagione ha disposizione ha preferito iniziare con cautela cercando di evitare di fare danni; alla sua seconda gara già gira sul passo del suo compagno di squadra che è in formula 1 da 5 anni e che ha già fatto 10 gare con quella macchina…

      Occhio Vitantò che in Ungheria rischi di prenderle….

      • Arturo

        25 Luglio 2011 at 17:13

        Il “rischio” è più che concreto. Ricciardo però non debutta su una F1, correva anche nelle libere del venerdì. Tonio dà l’impressione di volerci essere a tutti i costi in F1, ma solo per stare in quel mondo e non per emergere.

  3. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    25 Luglio 2011 at 16:53

    e bravo sto ricciardo. mica male, invece chandok mamma mia che lento

  4. cecco

    25 Luglio 2011 at 18:32

    Un peccato il ritiro di oggi….. potevi vincere la corsa… Va va Liuzzi il tuo tempo , anke , all’Hrt è terminato, l’hanno prossimo paga x ”guidare la safety car”

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Focus F1

F1 | Renault, lasci o raddoppi?

Il team francese è ad un bivio: ingaggiare un pilota esperto o puntare sui giovani del vivaio
E’ un giallo, in tutti i sensi. Ok, battuta a parte volta al solo scopo per dare il via a