Liuzzi ammette che il suo futuro in F1 è incerto

Liuzzi ammette che il suo futuro in F1 è incerto

Vitantonio Liuzzi ha ammesso che il suo futuro in F1 è “incerto” nonostante abbia un contratto per il 2012.

Il trentenne si è unito alla HRT l’anno scorso prima dell’acquisto da parte di Thesan Capital e quando ancora c’era Colin Kolles, adesso sostituito da Luis Perez-Sala.

Sala ha detto prima di Natale, che l’HRT era in “avanzate trattative con un paio di piloti” per affiancare Pedro de la Rosa.

Il pilota italiano comunque insiste sul fatto che nel 2011 ha firmato un contratto a “lungo termine”.

“Non avrebbe senso firmare per un team di questo livello per un solo anno; devi per forza fare dei progetti per il futuro”.

Liuzzi comunque è cosciente che il suo futuro è in dubbio.

“Ho un contratto per gareggiare la prossima stagione con l’HRT, ma l’accordo è stato concluso con il precedente proprietario e adesso il mio futuro è incerto”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

24 commenti
  1. CECCO

    29 Dicembre 2011 at 16:09

    non si era capito……….

  2. iorek

    29 Dicembre 2011 at 16:45

    gli daranno indietro i soldi che ha versato l’anno corso …..

  3. Toro Rosso

    29 Dicembre 2011 at 17:23

    Almeno ora sappiamo che nel 2012 ci saranno meno incidenti

    • lillo

      29 Dicembre 2011 at 19:44

      Non è detto: Liuzzi è capace di fare incidenti anche quando cammina a piedi.

    • Vitantonio Liuzzi F1

      29 Dicembre 2011 at 20:50

      Siete molto divertenti entrambi… -.-”

    • CECCO

      30 Dicembre 2011 at 08:53

      Liuzzi è un campione…….. un campione di lamento…

  4. franz iacobelli

    29 Dicembre 2011 at 18:35

    diceva la stessa cosa l’anno scorso con la Force India e poi s’è visto com’è finita!
    Se pure l’HRT lo scarica Tonio può dire addio alla F1

  5. D-Lord

    29 Dicembre 2011 at 18:54

    Ma tu guarda non avrei mai pensato . . .

  6. DavideAlex

    29 Dicembre 2011 at 19:32

    Non è un gran pilota però sinceramente mi dispiacerebbe non vederlo in griglia.

  7. Vitantonio Liuzzi F1

    29 Dicembre 2011 at 20:48

    Speriamo bene…
    Forza Tonio!!! Non mollare!!!

    • dj ultra

      29 Dicembre 2011 at 21:18

      forza antonio cercati un altro lavoro magari dove vieni pagato ,ci sono molte agenzie interinali che farebbero propio al caso tuo !!!

      • lillo

        29 Dicembre 2011 at 22:06

        Io gli consiglio di darsi all’ippica

    • Vitantonio Liuzzi F1

      29 Dicembre 2011 at 22:11

      Io invece vi consiglio ad entrambi di andare sapete dove!!!

      • Vinc

        29 Dicembre 2011 at 22:14

        Ma devi ammettere che potresti fare un po’ meglio dai… con tutta la simpatia da connazionale ma qualche critica te la si può fare.

    • CECCO

      30 Dicembre 2011 at 08:54

      so che a Capannelle cercano stallieri…… Tonio lo saprà??? ahahaha

  8. Aanto

    29 Dicembre 2011 at 23:55

    Bah…F1 sempre meno sport e sempre più business.
    Liuzzi non è da meno rispetto a tanti altri piloti di centro griglia. Gli si può imputare solo il fatto di essere sfigato con gli incidenti, in Toro Rosso veniva regolarmente tamponato in ogni gp. Però essendo italiano non viene pompato come tante altre pippe estere. Purtroppo in F1 i colori italiani sono ormai sbiaditi…. Spero di rivederlo ancora in griglia, non si sa mai. In bocca al lupo Vitantonio

  9. Alexmah

    30 Dicembre 2011 at 05:04

    Liuzzi non è un campione, però parliamo di numeri: nel 2011 ha fatto un garone in Canada sorpassando IN PISTA Trulli, Glock, D’ambrosio e Karthikeyan classificandosi 13° su 17 piloti in gara.. permettendo così all’Hrt di classificarsi davanti alle Virgin nel campionato costruttori!
    Su 17 partecipazioni (non contando Melbourne)ben 13 volte si è qualificato davanti al proprio compagno di squadra! Questo è il resoconto delle qualifiche:
    Liuzzi – Karthikeyan (7 – 0)
    Liuzzi – Ricciardo (6 – 4)
    In gara, tranne 3 gare di fila disastrose, ha sempre avuto un buon ritmo ritrovandosi spesso e volentieri davanti a D’Ambrosio e al proprio compagno di squadra, qualche volta è riuscito a qualficarsi e classificarsi in gara anche davanti a Glock!
    Ciò che gli è stato richiesto a inizio stagione l’ha compiuto, forse anche di piu.
    Quindi tutto sto accanimento nei suoi confronti non lo condivido.. nonostante io l’anno scorso, ai tempi della Force India, fui uno di quelli che lo criticò piu aspramente x essersi giocato(con la sua discontinuità e i suoi errori in pista) l’unica vera grande opportunità di tutta la sua carriera..
    Però, nonostante 6 ritiri, varie uscite di pista e problemi di settaggi ecc.. i suoi 21 punticini li ha ottenuti nel 2010!
    Mentre il tanto osannato Di Resta cn la stessa vettura nel 2011, partecipando anche ad 1 gran premio in piu rispetto a Liuzzi nella stagione precedente, ha ottenuto 27 punti.. Ritirandosi solo 2 volte! e per giunta quest’anno la Force India ha avuto anche un avversario in meno quest’anno.. La Williams, che nel 2010 era molto piu performante..tant’è che si classificò 6° nel campionato costruttori proprio davanti alla Force India!
    Detto questo è facile immaginare che senza tutti quei ritiri l’italiano avrebbe potuto totalizzare tranquillamente quei 6 punti in piu conquistati da Di Resta ai tempi della Force India..
    ciò significa che non è così LENTO e SCARSO come voi lo descrivete!

  10. Racer

    30 Dicembre 2011 at 12:16

    è un ottimo tester….. ha portato toro rosso e force india a fare molti passi in avanti……un vero peccato.

  11. SEZAR

    30 Dicembre 2011 at 17:49

    @Alexmah

    Fiato sprecato il tuo… Il tuo commento giusto e intelligente rimbalza sul muro di una monotona e arida ignoranza…. Comunque bravo! 😉 Felice Anno Nuovo

  12. stefano

    30 Dicembre 2011 at 18:16

    Liuzzi mi ricorda per certi versi Montermini..uno che andava comunque forte nelle formule minori.Poi quando si arriva in F1 succede che i posti sono pochi rispetto ai pretendenti.E qui il pilota che rimane fuori dai volanti che contano deve fare una scelta.Meglio essere una delle ultime ruote del carro in F1 o provare altre strade in categorie molto professionali anche se non mediaticamente importanti come la F1.Montermini scelse la F1 con Pacific,Forti e Simtek..altri come Zanardi,Papis ed Angelelli andarono in America con risultati piu o meno eccezionali.Giovanardi scelse il Turismo diventando il migliore…Tonio e’ ancora giovane e fa ancora in tempo a costruirsi una carriera importante seppur fuori dalla F1

  13. CECCO

    2 Gennaio 2012 at 17:18

    signori e signori è arrivato il PADRE ETERNO……. RICOJJATI

  14. CECCO

    2 Gennaio 2012 at 17:20

    è POSSIBILE CHE tu ti creda superiore a tutti??? ma fatti un bagno di umiltà….

  15. un meccanico della Dacia Logan

    4 Gennaio 2012 at 00:10

    Segui l’esempio di Grosjean, vai in gp2 , vinci e ritorna dalla porta principale. lo meriti

  16. Cristian (tifoso Raikkonen)

    6 Gennaio 2012 at 14:37

    non mi è mai piaciuto come pilota, non è lento, ma non è niente di chè! anche con sutil non stava facendo scintille!, però la sua partenza lasciera solo trulli come pilota italiano, e continuo a dire che i piloti italiani talentuosi ci sono, ma non vengono seguiti al 100%, trulli diceva che i piloti italiano facevano fatica perchè la presenza della ferrari era ingombrante e le risorse italiane per la formula 1 venivano investite sulla ferrari e non sulle giovani promesse, forse ha ragione, ma le scelte degli italiani a volte sono state discutibili, trulli per primo, e questo non ci dà una buona immagine , o stimioli per puntare sui giovani!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Pirelli mette all’asta l’HRT

L'aveva acquistata per scopi promozionali
La Pirelli cerca anime pie interessate all’HRT del 2011 acquisita alla fine della scorsa stagione, quando dopo il ritiro della