HRT di nuovo in pista nel 2013? Sì, ma come Scorpion Racing

Secondo Autosport ci sarebbe una cordata di investitori pronta a rilevarla

HRT di nuovo in pista nel 2013? Sì, ma come Scorpion Racing

La HRT ancora nel circus? Potrebbe essere, almeno secondo quanto riportato da Autosport. Pare, infatti, che una cordata di investitori canadesi e statunitensi abbiano avviato una trattativa per acquistare il posto della HRT al via. Il nuovo team dovrebbe chiamarsi Scorpion Racing e a quanto sembra, i fautori di tale operazione hanno già avuto modo di parlare del progetto con Bernie Ecclestone.

La Scorpion Racing potrebbe trovare la sede nei dintorni di Silverstone, mentre per quanto riguarda la vettura, si tratterebbe della HRT F112 adattata ai regolamenti 2013, con un motore Cosworth e un cambio realizzato dalla Williams.

I dettagli sono comunque ancora segreti, così come non si sa se la FIA possa eventualmente accettare un’iscrizione del team o se l’esordio sarà rimandato al 2014. Secondo Autosport, la trattativa sembra ormai in dirittura d’arrivo ed entro la fine della settimana ogni particolare dovrebbe essere svelato.

Lorenza Teti

HRT di nuovo in pista nel 2013? Sì, ma come Scorpion Racing
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

8 commenti
  1. Strige

    30 gennaio 2013 at 00:14

    scorpion non è un marca per il tuning? centra qualcosa oppure è un caso?

  2. Iceman

    30 gennaio 2013 at 08:17

    e basta con questa barzelletta della HRT, tanto si prenderanno 6 secondi a giro…

  3. Agisette

    30 gennaio 2013 at 09:02

    Io mi chiedo cosa spinga questi investitori a credere in un progetto UGUALE al passato.

    Ossia, stesso telaio motore ecc.

    O hanno in mente di fare un sostanziale cambio di scelte per il prox anno, altrimenti vedo un altro buco nell’acqua.

  4. Gyro

    30 gennaio 2013 at 09:11

    Voce di mercato:

    Ferrari vorrebbe comprare l’ HRT attraverso una cordata Americana, questa cordata ha membri Chrysler al suo interno, vorrebberò comprare l’ HRT per farla diventare una Ferrari B, la Toro Rosso della situazione in pratica, sarà marchiata Jeep, marchio in grossa crisi di immagine e vendite e quindi cerca un rilancio.
    In vista anche dei regolamenti 2014 dove la sola Force India non basta per fare sviluppo, essendo una Toro Rosso di turno, non punterà mai a vincere se non a fare numero.

    • Gyro

      30 gennaio 2013 at 09:11

      Non a caso la Ferrari ha preso De La Rosa dato che conosce molto bene la vettura e quindi può svilupparla…

    • anonima tifosa vettel

      30 gennaio 2013 at 10:15

      Non e’cosi’..Poi magari sei piu’informato e in questo caso ti faccio da adesso le mie scuse.La Ferrari almeno per il momento non ha nulla a che vedere con questa scuderia.Per quello che so (che ho letto). A sostenere il progetto vi è una cordata di imprenditori americani e canadesi.Secondo il regolamento, la Fia non può derogare alla scadenza delle iscrizioni prevista il 30 novembre. Tuttavia pare che Scorpion sia in trattativa avanzata con Bernie Ecclestone per ottenere uno strappo alla regola. La risposta del patron del circus sarebbe stata: “Avete comprato l’azienda HRT? Perché se così fosse, allora possiamo prendere in considerazione la vostra offerta“.

  5. amico di frederick

    30 gennaio 2013 at 11:00

    pero’ ne hanno di soldi da buttare! con un investimento per correre in F1 una stagione la hrt potrebbe permettersi di partecipare e vincere un mondiale in un altra categoria ed evitare di fare brutte figure.

  6. mik

    30 gennaio 2013 at 14:01

    Mi sembra una notizia non molto fondata…
    e poi, sei io avessi dei soldi da investire nella F1, non li investirei certo in una scuderia come la Hrt, con tutto il rispetto che ho per la scuderia….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati