Un fornitore non pagato della HRT dichiara che quest’ultima è in liquidazione

"Siamo a conoscenza che la HRT ha debiti elevati anche con altri fornitori dello sport"

Un fornitore non pagato della HRT dichiara che quest’ultima è in liquidazione

La HRT è già in liquidazione, secondo quanto detto da un fornitore non pagato.

Formtech Composites, un produttore di fibra di carbonio, ha dichiarato in un comunicato che il team spagnolo è entrato in un processo di liquidazione già il 12 Novembre, vale a dire prima che la stagione 2012 terminasse.

Il fornitore ha dichiarato che la HRT ha pagato solamente il 30 percento del suo debito.

Ed ha dichiarato che “Siamo a conoscenza che la HRT ha debiti elevati anche con altri fornitori dello sport”.

Formtech ha anche accusato la HRT di dare “informazioni fuorvianti” riguardo la sua situazione.

Stefano Rifici

Un fornitore non pagato della HRT dichiara che quest’ultima è in liquidazione
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. Agisette

    14 dicembre 2012 at 14:26

    Voi dite quello che volete, ma a me dispiace.
    Poichè la F1 non dovrebbe essere cosi angusta con i nuovi team… Però si sà: La vita è dura.
    Se ci fosse ancora la categoria di sponsor del tabacco, molti team avrebbero meno problemi finanziari!!!

  2. jack74

    14 dicembre 2012 at 15:27

    secondo me dovrebbe comprarla la ferrari per fargli testare i componenti in gara
    la rb lo fa gia da tanto…….

  3. grippato

    14 dicembre 2012 at 17:07

    Infatti.
    Infondo è spagnola come il loro main sponsor, e in più con i soldi giusti e il motore Ferrari il progetto della Dallara sicuramente potrebbe esprimere tutto il suo potenziale; quello che han fatto fin ora, senza aggiornamenti, senza soldi, è già fin troppo.

  4. CECCO

    15 dicembre 2012 at 12:27

    MOTORE ferrari ed il progetto della Dallara sicuramente potrebbe esprimere tutto il potenziale???.. Geoff Willis per il breve periodo che militò in Hrt disse che non aveva mai visto un telaio cosi scadente……..

  5. grippato

    15 dicembre 2012 at 13:29

    E ti credo, non l’ha progettato lui, come faceva a capire in che direzione va sviluppato se non conosce nemmeno la base di partenza?
    Se sono riusciti ad arrivare in classifica costruttori davanti alla Marussia-Virgin, progettata da Wirth in CFD, che inoltre di soldi ne han ben di più, bè tutto sto cesso non doveva essere.

  6. CECCO

    15 dicembre 2012 at 14:23

    MA VA… QUINDI se uno non è il padre del progetto non è in grado di svilupparlo….????? ottima spiegazione…….. in tempi passati la F1 molti padri di telai furoni appiedati a progetto realizzato… e non mi pare che chi subentrava non sia riuscito a sviluppare….e poi se dobbiamo dirla tutta… posso capire che non ci sia stato modo di sviluppare il telaio nel 2010.. ma nel 2011 e 2012.. qualcosa si poteva pur fare………….considerato che nel 2011 il retrotreno era della ”williams”

  7. grippato

    16 dicembre 2012 at 08:59

    Eh che cos’è, che ti scaldi a fa?
    Lo so anche io che in passato si faceva e disfava un progetto nel giro di un paio di gare, ma purtroppo non mi ricordo una roba del genere in tempi recenti.
    Per togliere il muso a tricheco alla Williams ci misero un’intera stagione, e forse il problema non fu nemmeno quello.
    Oltretutto senza money, e con la Dallara che abbandonò praticamente da subito il progetto, senza praticamente nessuno (nemmeno Willis può fare i miracoli) che aveva le risorse per svilupparla cosa vuoi che facevano?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati