Lewis Hamilton: “Questo è quello che ho potuto fare, è stata una gara matta”

Lewis Hamilton: “Questo è quello che ho potuto fare, è stata una gara matta”

Lewis Hamilton ha etichettato la sua gara del Gran Premio d’Inghilterra come “matta”, dopo aver battuto Felipe Massa per meno di un decimo di secondo.

Il pilota della McLaren ha terminato la gara in quarta posizione, dopo aver risparmiato carburante nell’ultima parte della gara. Massa ha raggiunto l’inglese nel giro finale, ed il duo è finito fianco a fianco all’uscita della curva finale, toccandosi, con Massa che è finito fuori pista e ha tagliato la linea del traguardo 0.024 secondi dietro al suo rivale.

“Questo era quello che potevo fare. E’ stata follia” ha detto Hamilton “Prima di tutto, il team ha fatto un lavoro fantastico con tutti i pit stop oggi, venendo qua con il supporto che abbiamo avuto … Non ho mai visto così tante persone come a Silverstone”.

“Il supporto che abbiamo qua è oltre qualsiasi altro che potrebbe ottenere un pilota, credo. Un grazie enorme per quello. Potevo sentire che mi spronavano e ho avuto una buona partenza e sono risalito di qualche posizione”.

“Sfortunatamente, alla fine, a 21 giri dal termine o qualcosa del genere, ho dovuto iniziare a risparmiare carburante. Davvero tanto. Ho dovuto dare la posizione a Webber e nell’ultimo giro mi hanno detto che potevo spingere di nuovo e mi sono detto ‘Oh, grazie, dopo che ho lasciato che Massa mi recuperasse’. Ma non avevo intenzione di lasciargli la posizione, in nessun modo”.

Hamilton ha ammesso di essersi sentito frustrato nel dover risparmiare carburante durante la gara, dato che stava davanti a Webber, che è finito sul podio.

“Guidi sempre al limite e certamente penso a quelli davanti, le Ferrari e le Red Bull, non sembrava che dovessero risparmiare benzina, quindi per noi non è stato molto positivo. Mi hanno detto di mantenere un certo delta, ma volevo essere certo di essere sempre lì; non volevo risparmiare troppo carburante e volevo essere certo di mantenere la mia posizione”.

Il britannico ha scherzato sul fatto che si aspettasse di essere chiamato dai commissari, dopo le ultime gare.

“Ho come dire, una platinum card per i commissari, quindi mi aspettavo di essere chiamato dai commissari! Adesso vado diretto dai commissari – semplicemente mi siederò ed aspetterò – piuttosto che fare avanti ed indietro”.

Il compagno di squadra Jenson Button ha avuto un altro deludente Gran Premio d’Inghilterra, dopo esser stato costretto a ritirarsi, quando la sua gomma destra anteriore non è stata fissata in modo appropriato dopo un pit stop.

“Come ho leggermente curvato, la ruota si è staccata e mi sono fermato immediatamente. Molto deludente. Facciamo tutti degli errori, speriamo che non accada mai”.

“E’ stato deludente anche perché ero davanti al pubblico di casa – ci sono state un paio di belle battaglie e il ritmo era molto buono prima del mio pit stop. Stava andando tutto piuttosto bene e penso che sarei riuscito ad essere a fianco di Webber, se non davanti a lui, al momento della sosta”.

“Potevano accadere molte cose e c’è sempre la possibilità di un podio quando sei così avanti ed il ritmo è buono”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

63 commenti
  1. MICHELE

    11 Luglio 2011 at 11:10

    Non posso che ribadire quello che ho sempre detto.
    Hamilton è un campione.
    Ieri abbiamo visto tutti quello che è successo.
    Quando la pista era in condizioni difficili è esistito solo un pilota. Gli altri a confronto sembravano lumache…compreso Alonso.
    Non solo!
    Il telecronista RAI, tutto ha fatto fuorché evidenziare la prova di Hamilton.
    Fosse stato Poltronieri, quello di una volta, si sarebbe sprecato in eccezionale…incredibile straordinaria rimonta.. etc…
    Erano tutti nella stessa situazione e la pista faceva la selezione.
    Avesse piovigginato ancora per dieci giri Hamilton se ne sarebbe andato superando anche le Red Bull.
    In questo caso ci si è limitati a dire che la Ferrari non aveva l’assetto pneumatici giusto… Non è vero!
    Fosse stato Senna al suo posto avrebbero gridato ad una nuova Donigton 1993 o Monaco 1984.
    Anche ieri Hamilton ha dato dimostrazione delle sue capacità, ma questo pilota non è amato da tutti!
    E’ persinino invidiato, quasi ignorato per certi aspetti.
    Cosa dire….., ognuno ha la sua storia ed il suo destino.
    Quello tuo Lewis e di valere il triplo degli altri e di passare inosservato.
    Credo che ciò dipenda dal fatto che nel frattempo il mondo è cambiato ed anche la F1.
    Oggi c’è un Tribunale che decide, mentre una volta no.
    Anzi… ero quasi certo che lo avrebbero squalificato per il normale contatto di gara con Massa.
    E se non fossimo stati a Silverstone forse sarebbe accaduto.
    Sappi però Lewis che sei nel cuore di tanti tifosi, che ti vogliono bene.
    Continua così!!! La storia ti spetta a braccia aperte…, quella non mente mai!!!

    • lettore

      11 Luglio 2011 at 11:57

      Sappi però Lewis che sei nel cuore di tanti tifosi, che ti vogliono bene.
      lo sa lo sa quando è stato in italia pensava che l’aeroporto sarebbe stato vuoto dicendo per gli italiano esiste solo la ferrari.. ed invece vedendo il pienone solo per vederlo ed accoglierlo è rimasto piacevolmente sbalordito… ed è proprio perchè lo sa che non vuole cambiare lew è amato perchè è lew non perchè vince o meno… c’è un qualcosa in più che lo fa apprezzare immensamente e al contempo odiare ma l’odio non è degli appassionati e di quelli che guardano la gara attaccati al manuale

      • speed

        11 Luglio 2011 at 12:09

        Giusto! Per gli ITALIANI veri e non quelli di cartapesta,
        la Ferrari e`e sara`in campo motoristico sempre
        la nostra bandiera.A idolatrare Lewis,lasciamo
        agli altri la preccedenza!

      • lettore

        11 Luglio 2011 at 14:17

        speed sei un appassionato?
        oppure ti senti italiano solo perchè tifi ferrari?

    • J.J. Thunder

      11 Luglio 2011 at 20:04

      Michele e Lettore….. vi stimo fratelli
      Lewis è il massimo e non mi stanchero mai di dirlo.
      Piaccia questo o no poco importa…verra ricordato negli anni..vedrete.
      Per coloro che non hanno la mente offuscata da tifo da stadio o da odio inconcepibile trasmesso loro da un finto patriottismo magari la storia è diversa….ma per qualunque persona con la passione per i motori e per la F1 e che se ne intende di manici Lewis è già e lo restera per sempre uno tra i veri fuoriclasse di questo sport.
      Tuttavia il ragazzo avrà ancora modo di stupire far parlare di sè e deliziarci con la sua guida semplicemente fantastica.
      Lewis 6 1 mito.

  2. Mattia

    11 Luglio 2011 at 12:43

    Secondo me, il contatto tra Hamilton e Massa non era da penalizzare, però, se si confronta con lo stop&go subito da Schumacher, i commissari avrebbero dovuto penalizzare anche il pilota inglese.

    • jacvil87

      11 Luglio 2011 at 12:48

      Più che altro non dovrebbero penalizzare nessuno. Sono umani, stanno correndo, l’errore ci può stare.

  3. MICHELE

    11 Luglio 2011 at 12:51

    Non sono di quale ferrari parlate! e di quali piloti!
    Mi dispiace ma qui non è una questione di tifo.
    Onore alla FERRARI che ha vinto il GP.
    Ma,… mi dispiace… Hamilton è un’altra cosa, … (anche se fosse stato dell’Andorra o di Canicattì), qui non è una questione di bandiera, …per me ieri ha vinto lui!
    Grazie.

    • lettore

      11 Luglio 2011 at 14:21

      di ferrari in generale… per lo meno così intendeva lew nell’intervista quindi non della ferrari precisa con piloti precisi… ricorda che molti tifano ferrari solo perchè sono italiani e sono contro lew solo perchè sono italiani e lui è inglese per giunta nero

      • speed

        11 Luglio 2011 at 15:59

        Guarda,che gli Inglesi o i tedeschi
        nella loro stragrande maggioranza
        fanno il tifo per le squadre dei loro
        rispetivi paesi( cosa che io accetto
        al 100%)Sia in F1 che nel calcio.
        E io da vero italiano e non di cartapesta,
        faro`sempre il tifo per la
        Nazionale Italiana
        del calcio e per la Ferrari nella F1.
        di quello che pensano gli altri,me ne frega.

      • MICHELE

        11 Luglio 2011 at 17:49

        Non ci mettiamo al livello degli altri.
        Noi siamo italiani e dobbiamo essere giusti e non di parte.
        Siamo gli unici che raccogliamo i profughi in mare, che vogliamo fare il tifo a compartimenti stagni? se non sei ferrari non ti tifo?
        Il colore della pelle poi non l’ho neppure notato.
        Insomma, e chiudo, io tifo il pilota che più mi piace, anzi era da un pezzo che non ne vedevo uno così!!

      • lettore

        11 Luglio 2011 at 18:01

        @speed
        guarda che secondo me facendo così dai una grande importanza a quello che pensano gli altri io come MICHELE tifo chi mi piace non mi interessa se i tedeschi tifano vettel perchè è tedesco altrimenti dovrei tifare trulli. io tifo lew perchè mi da un qualcosa in più come qualcosa in più mi dava un certo ayrton senna… la cosa che mi preoccupa è che ti definisci vero italiano perchè tifi ferrari ed io no perchè tifo lew. essere italiani è ben altro che il tifo che è pari alla demagogia essere italiani è essere persone e cittadini la costituzione italiana è l’unica (a mia conoscenza) che stabilisce ciò in modo inequivocabile le altre riconoscono o la persona o il cittadino… nella costituzione non si parla di tifo ma di rispetto senza distinzione alcuna quindi anche di tifo

      • lettore

        11 Luglio 2011 at 18:06

        @Michele
        purtroppo non tutti sono come te ed alcuni (non so chi mi riferscoi a passati post che parlavano di banane) funzionano con i colori della pelle

  4. MC-Nicky69

    11 Luglio 2011 at 14:43

    Bruttissimo per un pilota sentirsi dire rallenta che stai finendo la benzina, rallenta che hai le gomme consumate…
    Queste sono le uniche cose che non mi piacciono di questa nuova F1…
    Forse è meglio ritornare anche a fare benzina nei pit stop!

    • lettore

      11 Luglio 2011 at 15:13

      oppure lasciare liberi di fare il rabbocco e usare le gomme che si vuole e lasciare libero il fare o non fare il cambio gomme (certo che con queste fatte in burro spalmabile è un po’ complesso)

  5. stefano 65

    11 Luglio 2011 at 15:55

    si, ho visto tanti GP, tanti piloti e Lewis è uno di quelli di razza pura, capace di fare la differenza; certo con inferiorità di mezzo deve trovare le condizioni difficili, che esaltino la guida, ma è davvero spettacolare vederlo pilotare

  6. sergio

    11 Luglio 2011 at 19:29

    Non comprate mai un auto Mc-Laren consuma troppo.

    • lettore

      11 Luglio 2011 at 21:20

      mah visto il costo iniziale non mi proponevo di prenderla… cmq il consumo se potessi prenderla non sarebbe un problema

  7. Simon

    12 Luglio 2011 at 12:27

    Poverino, solo lui da il massimo, gli altri guidano col braccio fuori!
    “Ma mi faccia il piacere!!!!!”

  8. sergio(tifoso Mc Laren)

    12 Luglio 2011 at 13:56

    Grande. Lewis ci fa divertire come pochi, anzi diciamocelo chiaramente è l’unico che ci fa tremare. Un pilota al 100% e anche oggi cosa dire di più? Dal decimo al quarto posto, con tanto di sportellata finale ai danni del povero Massa. Oggi Lewis ha lottato anche contro la McLaren.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati