L’Azerbaijan potrebbe sostituire il GP Russia nel calendario F1 2014

A causa della crisi in Crimea

L’Azerbaijan potrebbe sostituire il GP Russia nel calendario F1 2014

L’Azerbaijan potrebbe debuttare nel calendario della Formula 1 prima del previsto. La scorsa settimana si è appreso del progetto di una gara cittadina nella capitale Baku. Bernie Ecclestone ha dichiarato che l’anno del debutto più probabile è il 2016 sebbene gli organizzatori stiano trattando per il 2015.

“Abbiamo firmato un accordo con Bernie Ecclestone e lo annunceremo ufficialmente in un evento a Baku a breve” ha dichiarato il ministro dello sport Azad Rahimov. “La Formula 1 sarà a Baku nell’autunno del 2015” ha dichiarato una portavoce del ministro dello sport Samaya Mammadova, rivelando che una cerimonia per firma del contratto è prevista per fine maggio.

Ma secondo il giornale tedesco Welt una gara a Baku potrebbe essere disputata già quest’anno per riempire il potenziale vuoto di tre settimane tra il GP Giappone e il GP USA dovuto alla crescente incertezza sullo svolgimento del GP Russia.

La crisi in Crimea con la possibilità di un conflitto bellico tra Russia e Ucraina unita all’escalation di sanzioni rendono al momento improbabile la gara di Sochi.

L’Azerbaijan potrebbe sostituire il GP Russia nel calendario F1 2014
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. amico di frederick

    7 maggio 2014 at 16:27

    I commenti di questi tedeschi di chi sono, di qualche giornalista filo americano che non conosce bene la geografia? Soci e’ in Russia, non c’e’ nessun problema ne di sanzioni ne tanto meno di sicurezza. Fra poco le sanzioni glie le metterano a qualcun altro quando il caro Putin comincera’ a vendere il gas solo in euro poi ci sara’ da piangere in europa…Il territorio russo centra con l’ Ucraina e i suoi problemi come l’italia con la…Svizzera! quindi basta alimentare stupide paure propagandistiche contro la Russia, piuttosto preoccupiamoci dei nostri gp europei che fra qualche anno non ne avremo poi piu’ molti visto la concorrenza mondiale che c’e’.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati