Lotta Milano – Monza per il controllo dell’autodromo

A luglio previste le elezioni dell'AC Milano

Lotta Milano – Monza per il controllo dell’autodromo

A due mesi dalle elezioni per il rinnovo del consiglio d’amministrazione dell’Automobil Club di Milano uno scontro sta animando i comuni del capoluogo e di Monza.

Motivo, il controllo del mitico autodromo che secondo il vice presidente Simonpaolo Buongiardino, ora dimessosi, e l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran finirebbe completamente in mani monzesi vista l’intenzione del capo Carlo Valli di installarsi, nonostante i proclami di disinteresse alla candidatura, in Corso Venezia 43 con una “combriccola” di brianzoli formata da Michele Nappi, Bruno Longoni e Luca Ronzoni, che in sede di votazione andrebbe a contrapporsi ad una seconda lista composta da Ivan Capelli, Massimo Ciceri, Geronimo La Russa ed Enrico Radaelli.

Vi chiederete perché mai tutto questo malumore per la spartizione della torta. Bene. Le ragioni risiederebbero nel succulento piatto del rilancio internazionale dell’impianto e la rinegoziazione della convenzione con il Supermo Ecclestone nel 2016.

Intanto in Regione Lombardia è stata approvata una mozione presentata da Lega e dai gruppi per Maroni presidente per riaprire il Museo dell’auto e della moto chiuso dal 1997.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati