La Fia rivedrà la norma che vieta gli Ordini di scuderia

La Fia rivedrà la norma che vieta gli Ordini di scuderia

La Fia ha deciso ieri di non punire la Ferrari per l’ordine di scuderia impartito durante il gran premio di Hockenheim ed ha reso noto che nel prossimo consiglio mondiale di novembre verrà discusso il possibile cambiamento della norma che vieta gli ordini di scuderia.

La comunicazione ha lasciato soddisfatti un po’ tutti, anche perché, indipendentemente dal fatto che la si abolisca o meno, la norma aveva comunque bisogno di una revisione. La Federazione non è mai stata in grado di gestire la situazione, tantomeno di punire i trasgressori, e le squadre non hanno mai smesso di praticarlo.

La Bild auspica una soluzione estrema: o ordini di scuderia puniti brutalmente o ammessi definitivamente; mentre dal Brasile accolgono la revisione come un occasione per riavere una Formula Uno più vera e meno teatrale.

Favorevole anche Ecclestone: “Le regole devono essere discusse di nuovo. Lo scambio di posizioni tra i piloti durante gli ultimi giri delle gare sta portando discredito a questo sport. Se tutto ciò avvenisse prima io non avrei nessun problema con gli ordini di scuderia”.

Enrico Gelpi, presidente dell’ACI, ha confermato che la norma verrà riesaminata ed ha anticipato che l’atteggiamento generale manifestato dalla federazione tende verso un’abolizione totale della normativa.

Roberto Ferrari

La Fia rivedrà la norma che vieta gli Ordini di scuderia
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. Ingenuo

    10 settembre 2010 at 09:44

    E cosa c’è da esaminare? Abolirla una volta per tutte: meno tribunali sportivi e civili.
    Più gare pulite o sporche che siano, l’importante che che il risultato finale della gara non sia temporaneo perché ad un team piuttosto che l’altro decida che quell’altro team abbia commesso una infrazione…
    Tutto al più aumentate i controlli in parco chiuso…

  2. Daniele

    10 settembre 2010 at 09:59

    Non la abolisco, pare che cambino i criteri di controllo..

  3. Fede

    10 settembre 2010 at 11:07

    la scriverà Domenicali , la correggerà Montezzemolo, e la applicheranno solo se la Ferrari sarà d’accordo..

  4. Motore Asincrono Trifase

    10 settembre 2010 at 15:58

    beh la ferrari chissa’ se ha ancora il diritto di veto sulle regole.Io gli ordini li renderei leciti solo fino ai 2/3 di gara.Cosi’ non diventa una pagliacciata come schumy barrichello nel 2002 o alonso che dice e’ ridicolo,e lo spettacolo e’ salvo.Poi per i controlli semplice vederli se si vuole davvero vederli.Quando a un pilota si dice,rallenta per risparmiare benzina o freni o qualsiasi altra cosa e subito dopo lo scambio delle posizioni per magia la benzina ricresce o il problema si risolve,questo e’ un ordine.Se avesse fatto cosi’ la ferrari massa avrebbe perso anche il secondo posto nei riguardi di hamilton,perche’ se ha problemi di benzina sul sorpasso di alonso poi li deve avere anche nei confronti dei hamilton

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati