Kimi Raikkonen vorrebbe acquisire delle quote della Williams

Kimi Raikkonen vorrebbe acquisire delle quote della Williams

Kimi Raikkonen non è alla semplice ricerca di un sedile in Williams, ma sarebbe addirittura intenzionato a prendere una quota del team, secondo le indiscrezioni.

Raikkonen viene creduto sulla via di stringere un importante accordo con la Williams, e le indiscrezioni riportano che l’accordo sa già stato siglato, mentre altre dicono che l’accordo sia ancora nelle fasi iniziali.

Secondo il giornalista britannico Joe Saward “Non è così facile, come nelle altre trattative con i piloti, dato che ho sentito che Raikkonen sembra intenzionato ad acquisire delle quote del team”.

Frank Williams e Patrick Head sono ancora in pieno controllo del team, con Sir Frank a possedere la quota più grossa della squadra.

Tuttavia, quest’intenzione da parte di Raikkonen, di voler acquisire delle quote e non essere solo un pilota, potrebbero essere un ostacolo nelle trattative, giacché Sir Frank è notoriamente restio a cedere il comando, anche per poco, a qualcun altro.

Alessandra Leoni

Kimi Raikkonen vorrebbe acquisire delle quote della Williams
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

30 commenti
  1. strige

    17 novembre 2011 at 22:48

    hai capito raikkonen, ma quanti soldi ha fatto correndo? praticamente si sta comprando sedile e vettura <_<

    • rosario78

      18 novembre 2011 at 14:35

      anche io mi sono posto la stessa domanda, ha guadagnato a tal punto da comprare azioni di una f1? mah…..

      • Gennaro

        18 novembre 2011 at 15:05

        dal 2007 al 2010 se la Ferrari lo pagava 20 milioni l’anno sono 80!

      • DarioK

        18 novembre 2011 at 23:10

        + sponsor vari

  2. Enrico

    17 novembre 2011 at 23:16

    Cmq anche rilevasse non avrebbe senso… Per fare un team competitivo di f1 ci vogliono centinaia di mln di euro, non credo che kimi possa fornirgli un budget simile…

  3. SEZAR

    17 novembre 2011 at 23:43

    Secobdo me gli conviene solo comprare quote e investire, senza correre… Guadagnerebbe di più! Tanto é chiaro che il finlandese torna in F1 per soldi e non per vincere un mondiale!!

    • lemmy

      18 novembre 2011 at 00:11

      e tu che ne sai scusa? ti ha mandato una mail per dirtelo??? 🙂

    • luciano

      18 novembre 2011 at 00:46

      torna per divertirsi, come schiumy… non penso che guadagna pagandosi da solo lo stipendio

  4. John

    18 novembre 2011 at 00:29

    Vorrei ricordare che la Williams è l’unico team di F1 quotato in borsa, a Francoforte. E che le azioni hanno perso molto dal prezzo di collocazione. Williams, Head e il socio austriaco Wolff detengono un pacchetto sostanzioso, ma non sono gli unici detentori delle azioni.

    • Paolo93

      18 novembre 2011 at 18:02

      Se non sbaglio è quotto in borsa solo il 20% delle azioni.

  5. originalibero

    18 novembre 2011 at 01:28

    ..come schiumarola!!

  6. le corse sonola vita

    18 novembre 2011 at 08:25

    penso che torna per divertirsi . . Perché gli altri pensi non si divertino ?siamo noi operai che non ci divertiamo . .

  7. ale_1

    18 novembre 2011 at 08:28

    Mo sei un grande!!!!
    Kimi torna per divertirsi è fà bene! prevedo tempi duri in Ferrari….

    • mirko.mp

      19 novembre 2011 at 07:17

      eccolo subito.Mi spieghi cosa c a z z o centra la Ferrari in questo articolo??????Ogni scusa è buona per attaccarla,è un’ossessione la vostra

  8. pisco

    18 novembre 2011 at 08:56

    Il Team Williams ha bisogno di un pilota forte con esperienza e con appeal verso sponsor. Kimi potrebbe essere la loro soluzione. Il problema nasce dal fatto che kimi “costicchia” ed il team non ha soldi da scialacquare !!! Il cerchio potrebbe chiudersi con soddisfazione per entrambe le parti se sul piatto si mette in gioco un certa quota societaria ???
    Starem a vedere

    • pecos64(tifoso williams)

      20 novembre 2011 at 19:56

      Sono completamente d’accordo con te psico, qui in molti di quelli che scrivono pensano che Frank Williams sia un pivello o uno sprovveduto, pronto a dare un sedile ad un pilota decotto a capo di un Team senza futuro.
      SI SBAGLIANO E DI GROSSO
      Molti altri Team in una situazione come quella attuale della Williams avrebbero chiuso da lungo tempo. Frank con la solita capacità stà traghettando la Williams fuori da un periodo Tecnico e finaziario difficilissimo.
      La possibilità di avere un pilota come Kimi, indiscutibilmente forte ma soprattutto in grado di attrarre sponsors, di pagarlo in quote di prorpietà del Team e quindi riversare gli introiti degli sponsors in investimenti tecnici è UN COLPO DI GENIO che in ochi in F1 potevano avere.
      Ricordatevi che Frank nella F1 è pari solo al grande ( per me rivale ma sempre compianto e stimato ) Vecchio Enzo.
      Sono ( o meglio uno era, l’altro è ) dei grandi uomini da cui trarre insegnamenti per la vita di tutti, che hanno superato tante difficoltà umane, fisiche, sportive e tecnologiche, con le loro forze senza farle pesare su nessuno e creando lavoro ricchezza e divertimento per tutti noi. In quanti dovrebbero prendere esempio da loro!!!!

  9. le corse sonola vita

    18 novembre 2011 at 09:54

    ripeto sarebbe un problema non si divertisse in formula 1 !sennò ci vado io al posto suo costo anche meno 3.000.00 euro al mese mi bastano ok ?naturalmente porto a spasso la vettura senza correre come kimi ha ha ha

  10. bcs

    18 novembre 2011 at 16:02

    Ecco il mio ragionamento (di economia non so una mazza!):
    Allora la Williams è quotata in borsa, quindi (penso) tutti possono comprare delle azioni (inoltre il loro valore è calato di molto)…
    Se Kimi torna in F1 con la Williams (e quindi vi sarà anche il famoso sponsor del Qatar) vi sarà molta attenzione, e penso che il valore della azioni tornerà ad aumentare… Quindi un guadagno basato esclusivamente sulla prorpia figura …
    Io ho fatto questo ragionamento ( non sapendo NULLA sul mercato e quelle cose lì), facilmente sbaglierò….

  11. Luigi

    18 novembre 2011 at 16:27

    E’ vero che la Williams è quotata in borsa e tutti possono acquistarne le azioni. Però è anche vero che in borsa è quotato il solo “flottante” e non bisogna poi dimenticare che chi vuole entrare e rilevare un pacchetto di una certa consistenza deve mettere in moto tutto un sistema informativo presso l’autorità che gestisce la borsa (di Francoforte nel caso specifico). Cmq se torna a correre ne sarei solo lieto e spero che possa regalarsi delle soddisfazioni il che non significa dover necessariamente vincere mondiali.

    • lemmy

      18 novembre 2011 at 16:53

      d’accordissimo con te luigi…non è necessariamente detto che si debbano vincere i mondiali per entusiasmare…anche solo vedere un Kimi che,ovviamente aiutato dalla squadra,risollevasse la grande Williams, sarebbe già di per sè bellissimo!

      • lemmy

        18 novembre 2011 at 17:19

        un pollice verso….beh,o chi lo ha messo non è un tifoso Williams (o di Kimi),oppure è uno convinto che,tolti quei 4 o 5 campioni del mondo,che attualmente corrono in F1,l’altra ventina di piloti che è nel paddock,sia un’allegra comunità di scaldasedili!!! 🙂

  12. le corse sono la vita

    18 novembre 2011 at 17:22

    ma che ve ne fate di kimi ubriakonen farà solo comparsa in williams !sapete perché mandano via barrichello ?sennò gli stà davanti e passano male ha ha

  13. lemmy

    18 novembre 2011 at 18:28

    mah,francamente non credo che Raikkonen potrebbe far peggio del Barrichello di quest’anno…Maldonado,che a detta di molti era approdato in F1 solo per i suoi munifici sponsor,gli è spesso e volentieri davanti!!! o è stato sottovalutato Pastor,oppure Rubens non è piu il pilota che è stato… Inoltre Raikkonen,porterebbe senz’altro visibilità al team=sponsor=soldi=un passo fondamentale per il team per tornare al vertice!
    Sul fatto che Kimi sbevucchi…io me lo auguro!!!!!! Quando lasciò la McLaren,dove spesso era lasciato libero di comportarsi un pò al limite (non in pista ma nei pub e nei night),era uno dei migliori piloti in circolazione…venuto in ferrari,fu ingabbiato dal pres Monty,che disse che a Maranello certi comportamenti non andavano bene,quindi che successe? finchè il buon Kimi ebbe in circolo l’alcool pregresso,andò forte e vinse,persino il mondiale,poi,esaurite le scorte calò inesorabilmente!!! quindi forza Kimi vieni in Williams ed ubriacati come ai bei vecchi tempi!!!!!! 🙂 🙂 🙂

  14. JoeBlack

    18 novembre 2011 at 19:03

    Forse non potendo soddisfare la richiesta di Kimi, si parla di cedere parte delle Azioni (magari con un aumento di capitale o parte delle già esistenti) per pagare Kimi…
    Di solito nella Banche o nelle finanziarie si fa con Obbligazioni convertibili o stock options o altro…

    Credo sia questo il motivo…
    Ma credo anche sia una piccola quota…
    Non vedo Frank pronto ad uscire… forse P.Head…

  15. Giovanni

    18 novembre 2011 at 19:32

    La richiesta di Raikkonen, non mi sembra malvagia, del resto il fondatore della McLaren era lui stesso un pilota di F1.
    Poi ha 32 anni, ammesso che corra altri 10 poi che deve fare? almeno così aiuta un team storico e si sistema la vecchiaia.

    • Dekracap

      21 novembre 2011 at 12:38

      Si sistema la vecchiaia… dipende da come ti gira.
      Nei rally ha dovuto alal fine farsi un team per conto suo, dunqeu spendendo, forse meno di quel che rientrava dagli sponsor, ma comunque non guadagnando come un professionista.
      Acquistare un team di F1 non vuol dire fare i soldi, vedi l’esempio prprio di Williams che si è venduto l’aereo personale per rimettere fondi freschi nel team, se non erro.

  16. le corse sono la vita

    18 novembre 2011 at 19:47

    io me la segno questa !scommetto che non farà meglio di barrichello nel 2012 ricordate le mie parole ha ha

  17. maurooo

    18 novembre 2011 at 20:20

    soldi o non soldi che ha , un consiglio spassionato kimi non fare c.a.z.z.a.t.e vedi prost , fai il pilota che lì sì puoi dare qualcosa.

  18. pierpiero

    19 novembre 2011 at 11:25

    Io l’avevo detto che l’operazione Williams aveva senso solo se implicava un’entrata nella proprietà del team…queste voci mi danno ragione.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren