HRT, Colin Kolles: “Escludiamo una protesta ufficiale sul diffusore in questo weekend”

HRT, Colin Kolles: “Escludiamo una protesta ufficiale sul diffusore in questo weekend”

Colin Kolles, boss del team HRT ha escluso una protesta ufficiale in questo fine settimana del Gran Premio di Monaco per impedire agli altri team di utilizzare il diffusore soffiato giudicato illegale settimane fa dalla FIA.

Kolles ha scritto al presidente della FIA Jean Todt nel corso del weekend del GP di Spagna per chiedergli chiarimenti sulla situazione.

Il ritardo nella applicazione del divieto aveva fatto arrabbiare Kolles, che aveva suggerito alcuni giorni fa che se la questione non fosse stata risolta con l’ evento di questo fine settimana, non avrebbe avuto altra scelta che protestare ufficialmente nei confronti delle vetture rivali.

Tuttavia, la FIA ha risposto a Kolles mettendo in chiaro che la questione sarà affrontata nel più breve tempo possibile, e cosi il team principal della HRT ha detto che ora è disposto ad attendere fino all’esito della riunione del gruppo di lavoro tecnico prevista per il 16 giugno.

Ciò significa che una protesta a Monaco questo fine settimana ora può essere esclusa.

Parlando ad Autosport circa la possibile minaccia di una protesta a Monaco, Kolles ha dichiarato: “Posso escluderlo adesso”.

“Ci è stato chiesto [dalla FIA] di restare in stand-by, e confidiamo che la FIA reagirà nel modo giusto”.

HRT, Colin Kolles: “Escludiamo una protesta ufficiale sul diffusore in questo weekend”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

17 commenti
  1. J.J. Thunder

    26 maggio 2011 at 13:24

    Decisione molto saggia.

  2. Gennaro

    26 maggio 2011 at 13:27

    sotto minaccia red bull di affondare il piede in q1 e farli andare oltre il 107%

  3. Motore Asincrono Trifase (Tifoso Mc Laren)

    26 maggio 2011 at 13:37

    di sicuro avranno trovato un accordo. In quest’ambiente i favori disinteressati sono rari

  4. J.J. Thunder

    26 maggio 2011 at 13:41

    + che minaccia Red Bull….direi un bel modo di chinare amichevolmente la testa davanti la FIA. Cosa probabilmente molto utile x un Team giovanissimo.

  5. strige

    26 maggio 2011 at 13:45

    @gennaro: beh, se la redbull faceva il tempone, l’hrt presentava reclamo per i diffusori soffiati e la rbr veniva squalificata dal gp e l’hrt era dentro…io direi piuttosto “quanto hanno pagato l’hrt per non sporgere reclamo???” secondo me 1 milione a scuderia, sono 10 le scuderie “illegali” diciamo che per quest’anno l’hrt non avrà problemi di budget xD (scherzo ovviamente)

  6. Francesco

    26 maggio 2011 at 13:57

    Kolles: quanti soldi ti hanno dato? o forse qualche altra velata promessa???

  7. Francesco

    26 maggio 2011 at 13:58

    @strige, qui non è questione di scherzare, ormai le cose vanno così!!!

  8. strige

    26 maggio 2011 at 14:09

    @francesco: finchè non abbiamo prove, si può solo scherzare. Chi ci dice che invece dei soldi non gli hanno promesso una vettura performante l’anno prossimo? magari un progetto di una f1, magari il motore renault/ferrari/mercedes per l’anno prossimo…ci sono troppe cose che possono regalare all’hrt.

    poi sinceramente, se fossi stata nell’hrt, avrei fatto reclamo….tanto non sta nella fota…quindi non aveva nulla da perdere :p che bastardata questa 🙂

  9. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    26 maggio 2011 at 14:12

    @ Motore Asincrono Trifase (Tifoso Mc Laren)

    Nulla di piu vero…!

  10. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    26 maggio 2011 at 14:21

    ragazzi se è illegale va tolto! punto e basta! perchè per giudicare l’ala delal ferrari ci hanno messo 5 secondi mentre per questa cosa devono metterci mesi? se poi concordano che è illegale togli punti a chi li ha acquisiti illegalmente? secondo me è illegale ma non lo toglieranno, diranno “l’anno prossimo non si può fare”

  11. r.strauss

    26 maggio 2011 at 15:34

    Bei pagliacci quelli della HRT, tanto quanto la FIA … sappiamo che è illegale ma non facciamo ancora ricorso.

    Che barzelletta.

  12. Sparviero

    26 maggio 2011 at 15:42

    Da vomito altro che pagliacciata

  13. Dekracap

    26 maggio 2011 at 18:30

    Sono pagliacci anche alla Williams e alle altre squadre senza diffusore soffiato.
    Sono gli ultimi ma non fiatano… mah…

  14. AlexMah

    26 maggio 2011 at 19:20

    Con tutte queste pressioni delle varie multinazionali che investono in formula 1 .. questo sport sta diventando sempre più corrotto, poco chiaro e difficile da seguire..
    Sti colossi fanno pressioni sui regolamenti,sulle scelte tecniche dei team, sul mercato piloti, sulle gare in calendario ecc..
    Per questo le scelte della Fia e di alcuni team appaiono cosi confusionarie e insensate..

  15. Tonio

    26 maggio 2011 at 19:58

    Dai che tutti sanno che la Red Bull in primis viola le regole… ma per qualche motivo la FIA e Whiting la proteggono, per quale ragione chissa’, o forse si sa ma qualcuno non mi crederebbe. Comunque, la attuale F1 e’ uno schifo dove i veri piloti, vedi Alonso, sono penalizzati da una macchina meno competitiva… mentre altri pilotini, vedi Vettel e Webber che non aveva fatto quasi mai un cavolo nella sua carriera, vanno bene perche’ hanno una macchina che vola. E’ facile vincere cosi’, ma gia’ s’era visto una volta quando Hamilton tallonava Vettel che il tedeschino si caga sotto…

  16. Tonio

    26 maggio 2011 at 20:00

    Rispondo a Luca Bacci: perche’ la Ferrari da fastidio, e fateci caso la F1 e’ piena di inglesi. E’ una gran MaFIA dove comandono tutto loro… uno schifo, a partire da Charlie Whiting!

  17. Emanuele

    26 maggio 2011 at 20:25

    HRT & C. stanno facendo la figura della volpe che non arriva all’uva. Hanno preteso di entrare in F1 ed ora si rendono conto che non ne sono all’altezza ne economica ne tecnica.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Caso Caterham: Kolles si difende

Per l'ex boss Fernandes non ha mai rispettato gli obblighi di pagamento
Man mano che passano le ore la vicenda Caterham si arricchisce di nuovi particolari. Ecco le ultime parole di Colin