Horner difende la Ferrari sui test di gomme ‘segreti’

"Le situazioni di Ferrari e Mercedes non sono comparabili"

Horner difende la Ferrari sui test di gomme ‘segreti’

Christian Horner, boss della Red Bull Racing, ha difeso la Ferrari nella polemica sui “test segreti” di gomme svolti dal team di Maranello e dalla Mercedes con Pirelli. La Red Bull ha presentato a Monaco insieme alla Ferrari una protesta ufficiale quando si è appreso che la Mercedes ha usato una vettura 2013 nei test condotti con Pirelli a Barcellona dopo la gara in Spagna.

Ma la FIA sta indagando anche su un test precedente, svolto dopo il Bahrain, in cui il test driver della Ferrari, Pedro de la Rosa, ha testato delle gomme per Pirelli a Barcellona al volante di una Ferrari 2011 messa a disposizione dalla divisione Corse Clienti del Cavallino.

La Ferrari ha definito il test “irrilevante”, ribadendo che solo la Mercedes ha violato le regole utilizzando la sua attuale vettura e i piloti titolari.

Dello stesso avviso anche Horner: “La posizione della Ferrari è diversa” ha dichiarato ad Autosprint. “Perchè anche se hanno usato un pilota ufficiale (de la Rosa, ndr), non ha girato con la loro vettura 2013. Le due situazioni non sono neanche comparabili”.

A chi gli ha chiesto cosa si aspetta dall’indagine della FIA, Horner ha risposto: “Che la questione sia analizzata in fretta e in modo equo”.

Mercedes e Pirelli hanno entrambe dichiarato che non si è trattato di un test segreto ma Horner ha ribadito che a suo parere lo era: “Quando si adotta questo tipo di approccio è perchè non si vuole rivelare qualcosa a qualcuno, altrimenti lo avrebbero annunciato pubblicamente, come fanno con tutte le altre loro attività”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

33 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati