Hamilton: “Sono contento per il Team”

Ma il britannico crede che con una diversa strategia avrebbe potuto vincere

Hamilton: “Sono contento per il Team”

Secondo posto per Lewis Hamilton al GP Monaco 2014, in una gara dove il pilota britannico non è riuscito ad acciuffare il compagno di squadra Rosberg, schizzato via alla partenza e mai più recuperato, nonostante i vari tentativi di avvicinamento. Il campione del mondo 2008 ha sofferto non poco sul circuito monegasco, prima al sabato, dopo aver perso la possibilità di inseguire la pole per l’esposizione delle bandiere gialle per l’improvvisa fermata di Rosberg e poi in gara, dove la strategia di rientro ai box per il pit stop lo avrebbe in qualche modo penalizzato.

Dopo l’entrata della seconda safety car e l’uscita dai box nuovamente alle spalle di Rosberg, fermatosi prima di lui, un Hamilton decisamente contrariato ha chiesto spiegazioni via radio al suo team, mettendone forse in dubbio la strategia attuata. “E’ irrilevante adesso”, ha commentato il pilota della Mercedes. “La safety car è uscita nel momento ideale per Nico e io in quel momento non ho avuto una chance”.
“Penso ci sia una regola che il pilota davanti ha la preferenza per fermarsi prima; credo sia questo il motivo”.
Insomma, l’unica possibilità che Lewis avrebbe avuto avuto per battere Rosberg, non gli è stata in qualche modo concessa.

E in merito al conflitto tra lui e il compagno di squadra, Hamilton sembra essere un po’ meno conciliatorio del tedesco. Alla domanda se i problemi tra i due non possano essere risolti, il britannico ha risposto: “Non ho una risposta”.

Hamilton è stato comunque soddisfatto di aver contribuito positivamente al punteggio della squadra.
“Mi sentivo molto forte oggi in pista e ho davvero guidato con tutto il mio cuore, dando il massimo per migliorare la mia posizione. Non è stato il mio weekend ma sono contento che abbiamo portato a casa un’altra doppietta e ho ancora più determinazione ed energia in vista della prossima gara”.
“Abbiamo una macchina fantastica e tutti coloro che ci lavorano si meritano questa vittoria”, ha concluso.

Nina Stefenelli

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

16 commenti
  1. s.vettel

    25 Maggio 2014 at 19:07

    Hamilton: Se fossi stato alla McLaren sarei potuto rientrare in quel giro e tutto ciò avrebbe potuto darmi quel piccolo vantaggio che mi avrebbe consentito di stare davanti dopo la safety car.

    E si parla tanto di Alonso,
    E si dice che Hamilton e puro

    • Capitan red

      25 Maggio 2014 at 19:18

      Vedo pollici rossi….la verità fa male….
      Hamilton torna alla McLaren là ti diverti di più…chiedi a Button e Magnussen.

      • s.vettel

        25 Maggio 2014 at 19:26

        pazienza per i pollici rossi.
        Scrivo quello che penso….
        Si e detto tanto di Alonso per il suo modo di fare , per ogni cosa che dice o fa.
        Si e detto tanto di Vettel per come ha vinto i mondiali
        Si e detto tanto di Raikkonen perche e un bollito e bla bla bla
        Ma quando si parla di Hamilton apriti cielo… ha sempre ragione.

      • ASOT

        25 Maggio 2014 at 19:56

        Hamilton ha ragione….Fottel e Rikkionen no. Semplice.

      • Ricciardo

        26 Maggio 2014 at 13:57

        boom hamiltoff

  2. michele

    25 Maggio 2014 at 20:09

    Non si mette bene per Hamilton,

    sta rovinando tutto,

    Se si mette contro i tedeschi è finita.

    E’ vero che Rosberg ha giocato molto sporco, ma ormai è fatta.

    Fino ad ora ha vinto tutte le gare dove ha potuto lottare e finire la gara.

    Monaco è una gara a parte.

    Tappati quella bocca finchè sei in tempo Lew!!!

    • stefanoabbadia

      26 Maggio 2014 at 12:07

      Hamilton contro i tedeschi rovina tutto?

      bah…speriamo che i tedeschi non si mettano pure loro contro la F1 e i veri appassionati…rovinando tutto!!!
      Hamilton è uno degli ultimi piloti di razza (come Kimi) che dice ciò che pensa e soprattutto pè uno dei più corretti!!
      Quello cher ha fatto rosberg (con il probabile bene placito del suo team e della Fia perche ha rianimato un poco il mondiale)non è sttao a mio avviso molto bello…

      in gara..beh..mi è parso evidente che Hamilton fino a un certo punto ne aveva un pelo di piu …e ..suvvia..che è piu veloce di Nico lo sanno pure i muri!!! poi verso fine gara ha avuto i suoi problemi ma..per questa gara era probbailmente gia deciso che andava bene cosi…Nico primo..Hamilton secondo!!!!

      • frency

        26 Maggio 2014 at 17:58

        si e’ vero,hamilton deve stare solo calmo perche intanto la prossima gara in canada la vince lui.
        percio’ non si deve far prendere dal fatto che rosberg gli abbia fatto il biscotto sabato.
        e’ una gara e’ andata cosi pazienza.

  3. eiskalt

    25 Maggio 2014 at 23:24

    hamilton sta ritornando indietro nel tempo quando faceva stronzate a non finire….

    poi le gare si vincono in pista non con le strategie … se sei un vero pilota 😉

  4. eiskalt

    25 Maggio 2014 at 23:25

    hamilton sta ritornando indietro nel tempo quando faceva str@nzate a non finire….
    poi le gare si vincono in pista non con le strategie … se sei un vero pilota

    • ASOT

      26 Maggio 2014 at 08:52

      Hamilton é il talento più puro che sia approdato alla F1 dai tempi di Senna.

      Le stronzate le lasciamo fare a gente come Rikkionen e Fottel che in comune hanno, oltre ad essere odiosi e soppravvalutati, il conteggio dei punti a fine gara.

  5. Ele (mclaren)

    26 Maggio 2014 at 12:25

    io sono molto serena…è caduto nella “trappola” di Rosberg a casa sua..il tedeschino ha dovuto usare mezzucci di seconda categoria per garantirsi la pole..
    Dal Canada si ricomincia con piste normali e i valori in campo saranno sempre quelli ovvero Lewis davanti a Rosberg..

    Lewis, cerca di mantenere la calma e non cadere nelle provocazioni..sai quanto vali acciderbolina!

    • W McLaren

      26 Maggio 2014 at 13:16

      D’accordissimo con te. Si capiva benissimo che Lew ne aveva di più ma non poteva passarlo. Ma il peggio è stato al sabato, ci credo che non lo ha perdonato, gli ha fatto una bastardata.

  6. HondaRacing

    26 Maggio 2014 at 14:40

    povero Hamiltoff… gneee gneee

  7. R.B. Pope

    26 Maggio 2014 at 14:40

    In Bahrain Rosberg era più veloce, ma gli accordi preventivi davano al pilota davanti la precedenza per la scelta del pit stop. Mi sa che Hamilton questa cosa non l’ha capita. Se i privilegi sono i suoi…. tutto bene, se tocca a lui fermarsi dopo… gli viene negata la vittoria. Se s’innervosisce così comincerà a fare errori e la guerra la vincerà Rosberg.

  8. ASOT

    26 Maggio 2014 at 18:24

    Allora i fatti sono questi:

    Nel GP di Bahrain Nico Rosberg ha usato un power boost che NESSUNO DEI DUE POTEVA USARE.

    Probabilmente era questo il motivo per il quale é riuscito a battagliare con Lewis.

    Lewis si é detto: se Leo di Caprio dei poveri può impunemente infrangere le regole allora lo posso fare anche io e in Spagna ha fatto la stessa cosa (la differenza é che in ogni caso lui ha vinto sia in Bahrain che in Spagna).

    Poi a Monaco, Rosberg ha fatto una porcata (4 top driver lo hanno ammesso anonimamente su Sky F1 UK, come pure altri ex piloti, sia inglesi che tedeschi) e si é rubato la Pole Position che praticamente significava vittoria.

    Durante il GP Lewis, nonostante sapesse che dopo la partenza era quasi impossibile sorpassare, é sempre rimasto negli scarichi di Nico, in caso il tedesco commetteva un errore.
    Hanno sbagliato a lasciarlo fuori dai Box e Lewis si é fidato del giudizio dello stratega mercedes. Purtroppo é solo una persona (alla Mecca ne avevano 2 così che di fatto c` erano 2 team, ovvero team Hamilton e team Button) e ha preferito avvantaggiare Rosberg. Lewis se né accorto (non capisco perché non si commenta il team radio in cui dice “tanto lo sapevo che non mi avreste chiamato”) e questo non ha di sicuro giovato.

    Poi deve guidare con un occhio chiuso perdendo 1.3 secondi a giro da Ricciardo. Finisce secondo con una rabbia pazzesca, nata sopprattutto da una (seconda) scorrettezza di Rosberg. E ora mi stai dicendo, caro Lauda, che Lewis avrebbe dovuto fare il falso stringendo la mano a colui che lo ha ingannato?

    Certo, per vincere devi essere brutale….ma non cadere in queste porcate. Nico battaglia apertamente con Lewis che si divertono tutti…..ma forse, dopo aver perso ogni duello diretto, non ti conviene più?

    Go Lew!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati