Gran Premio d’ India, Nuova Delhi: Anteprima ed orari del weekend

Siamo alla vigilia di un Gran Premio importantissimo per il Mondiale

Gran Premio d’ India, Nuova Delhi: Anteprima ed orari del weekend

Anche quest’anno il circus della Formula 1 fa tappa al Buddh International Circuit nei pressi di Nuova Delhi per il Gran Premio d’India, diciassettesimo e quart’ultimo appuntamento del mondiale 2012.

Il carrozzone a quattro ruote è reduce dal Gran Premio di Corea che ha sancito il sorpasso di Sebastian Vettel su Fernando Alonso nella classifica pilota. Il pilota tedesco guida ora con sei lunghezze di vantaggio sullo spagnolo alfiere della Ferrari. La Red Bull ha chiuso un weekend coreano perfetto: l’intera prima fila occupata al sabato, doppietta la domenica e vantaggio sempre più consistente nella classifica costruttori.

Lo stato di forma mostrato dal team austriaco sul circuito di Yeongam è stato eccellente, inarrivabile per tutti gli altri, soprattutto per la Ferrari che si sta vedendo sfuggire dalle mani la possibilità di vincere il mondiale piloti con Alonso dopo aver condotto la classifica per buona parte dell’anno.

Il divario prestazionale tra il toro e il cavallino sembra davvero incolmabile: dal weekend di Singapore, gara nella quale sono stati portati gli ultimi upgrade tecnici, la Red Bull è tornata prepotentemente in auge per il titolo, mentre la Ferrari ormai corre in difesa praticamente dal Gran Premio d’Ungheria di fine luglio. Il vantaggio di Alonso sembrava comunque consistente mai due zeri di Spa e Suzuka l’hanno di fatto azzerato.

Nulla è comunque deciso, mancano ancora quattro appuntamenti e gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, ma se ci si vuol basare solo sulle prestazioni, è facile ipotizzare la vittoria finale di Vettel che agguanterebbe così il terzo titolo consecutivo. Anche gli scommettitori sono d’accordo: le quote del pilota tedesco sono crollate.

Definitivamente fuori dai giochi, sebbene la matematica ancora non lo condanni, è Lewis Hamilton. Quello coreano è stato un altro weekend da dimenticare per la McLaren salvata solo dalla prestazione di Hamilton in qualifica dove è riuscito a piazzarsi terzo giusto dietro alle Red Bull con una vettura che, si è saputo e visto in gara, non era assolutamente performante e che anzi soffriva ancora una volta, come in Giappone, di noie tecniche: una sospensione a Suzuka, la barra antirollio in Corea.

Complice anche lo zero in classifica rimediato da Button a causa di un incidente con Kobayashi, la Ferrari ha superato in classifica costruttori il team di Woking! Uno scenario incredibile fino a qualche settimana fa. La McLaren ha molto da recriminare in questa stagione: problemi tecnici, errori marchiani nelle strategie e ai pit stop hanno di fatto impedito ad Hamilton di battagliare per il titolo.

Il Gran Premio d’India si disputa sul Buddh International Circuit situato nella città di Greater Noida nell’estrema periferia sud di Nuova Delhi, la capitale dello stato indiano. L’autodromo è parte di un grande complesso polisportivo che negli anni si arricchirà di altri impianti in particolare di uno stadio per il cricket, lo sport nazionale indiano, un campo da golf, uno stadio per l’hockey su prato ed un’accademia dello sport.

Il circuito è caratterizzato da una prima parte composta da due lunghi rettilinei raccordati tra loro da un curvone verso sinistra che ricorda la parabolica di Hockenheim. Uno dei punti più rilevanti del tracciato è la sequenza di curve sopraelevate 10-11-12 paragonabili alla lunga curva 8 del cicrcuito di Istanbul.

L’edizione di quest’anno dovrebbe svolgersi senza i problemi incontrati lo scorso anno, quando la gara venne minacciata dalla proteste dei contadini della zona che organizzarono dei sit in davanti all’impianto accusando gli organizzatori di aver pagato degli indennizzi troppo bassi a fronte dell’espropriazione dei terreni.

La gara dell’anno scorso è servita alla FIA anche per correggere qualche dettaglio in vista del prossimo weekend. Nella giornata di ieri la Federazione ha comunicato che i piloti avranno maggiori opportunità di sorpasso: confermate le due zone DRS, una sul traguardo, l’altra sul lungo rettilineo tra le curve 3 e 4, la seconda sarà però allungata di 80 metri. Le due zone DRS saranno indipendenti l’una dall’altra con due punti di rilevamento del distacco.

Siamo alla vigilia di un Gran Premio importantissimo: la Ferrari dovrebbe portare nuovi aggiornamenti che dovrebbero consentire un avvicinamento alla Red Bull. Questo weekend probabilmente ci farà capire in che direzione si indirizzerà il mondiale. Un altro successo per la casa austriaca e per Vettel sarebbe forse il definitivo colpo di grazia alle speranze iridate di Alonso che per rimettersi in gioco deve solo vincere!

Domenico Della Valle

INFO
Lunghezza del circuito: 5,137 km
Giri da percorrere: 60
Distanza totale: 308,220 km
Numero di curve: 16
Senso di marcia: orario
Mescole Pirelli: soffici/dure
Apertura farfalla: 56% della percorrenza

RECORD
Giro prova: 1:24.178 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
Giro gara: 1:27.249 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
Distanza: 1h30:35.002 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
Vittorie pilota: 1 – S Vettel
Vittorie team: 1 – Red Bull
Pole pilota: 1 – S Vettel
Pole team: 1 – Red Bull
Km in testa pilota: 308 – S Vettel
Km in testa team: 308 – Red Bull
Migliori giri pilota: 1 – S Vettel
Migliori giri team: 1 – Red Bull
Podi pilota: 1 – F Alonso, J Button, S Vettel
Podi team: 1 – Ferrari, McLaren, Red Bull
———-

Albo d’oro

1. 2011 S Vettel – Red Bull Renault
———-

Orari del Gran Premio d’India

Venerdì 26 Ottobre
10:00-11:30 (06:30-08:00) Prove Libere 1
14:00-15:30 (10:30-12:00) Prove Libere 2

Sabato 27 Ottobre
11:00-12:00 (07:30-08:30) Prove Libere 3
14:00-15:00 (10:30-11:30) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

Domenica 28 Ottobre
15:00 (10:30) Gara – Rai Due/Rai HD

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

28 commenti
  1. gill95

    21 ottobre 2012 at 11:53

    benvenuti in uno dei circuiti più brutti e anonimi della storia (se la gioca con quello coreano)

    • cont

      21 ottobre 2012 at 21:07

      dominio vettel…..nient’altro da aggiungere

      • Max Bassanet

        21 ottobre 2012 at 21:50

        sai predire il futuro ? bravo ma lo sai il detto : non dire gatto se non c’è l’hai nel sacco.

      • Max Bassanet

        21 ottobre 2012 at 21:51

        certo vitello è il favorito ma tutto può succedere.

  2. Nico

    21 ottobre 2012 at 12:07

    Non c’e’ il bello o il brutto ogni circuito ha un suo fascino.[per me]

  3. antonio

    21 ottobre 2012 at 15:23

    un novo gran premio bruttissimo,il solito tilkodromo…non riesco proprio a capire quale fascino possa avere per qualcuno che ne capisce di f1 se paragonato ad esempio ad imola (per dirne uno)…speriamo negli aggiornamenti della rossa…il campionato è ancora aperto…e tutto può accadere, poi con il miglior pilota sulla piazza sono certo che venderemo cara la pelle!

    • MR. BUSINESS

      21 ottobre 2012 at 17:47

      basta con questa imola dai, non si sorpassava neanche se si era 2 secondi piu veloce…dai bei ricordai, ma adesso basta; il problema sta nell’eliminare alcuni circuiti budapest in primis visto che l’ha i sorpassi neanche se sei 2 secondi piu veloce con drs e kers ce la fai

      • antonio

        21 ottobre 2012 at 19:01

      • antonio

        21 ottobre 2012 at 19:04

      • antonio

        21 ottobre 2012 at 19:15

        non sto dicendo che era un circuito dal sorpasso facile…ma di certo era un circuito “di classe”…

      • MR. BUSINESS

        21 ottobre 2012 at 19:18

        dai sei andato a prendere il sorpasso di schumi a button… se ben ti ricordi e stato proprio button che gli ha fatto perdere la corsa perchè non riusciva sorpassarlo c’ha messo molto tempo e gli ha impedito di stare davanti ad alonso, in un circuito normale sarebbe stato semplice, poi quella corsa schumi è stato molti giri dietro ad alonso e poi l’anno dopo lo stesso a parti invertite senza riuscire a sorpassarsi… PER ASSURDO SE FOSSE STATO IN INDIA SAREBBERO STATI SORPASSI FACILI, vi lamentate di india corea cina malesia abu dhabi turchia (è vero non sono belli) ma sono circuiti molto meglio di imola di ungheria nei sorpassi; poi se vogliamo parlare di storia ok questi due circuiti sono su un’altro pianeta e non cè confronto e sono piu belli, ma sorpassare è quasi impossibile.

      • antonio

        21 ottobre 2012 at 19:28

        “sono molto meglio nei sorpassi”…io ho parlato di classe…non di sorpassi…ma vabbè senti, sono gusti…non voglio dire che io ho ragione e tu no…

      • Federico Barone

        22 ottobre 2012 at 10:03

        Perchè non si sorpassava? Quando non si sorpassava? Te lo sei chiesto? È così importante che si sorpassi ad ogni costo, con DRS per esempio? Quanti sorpassi con DRS ricordi come “emozionanti”?

      • Federico Barone

        22 ottobre 2012 at 11:11

        Non ho capito bene “dove” i sorpassi non si possono fare nemmeno con KERS e DRS…

        😉 (a dire il vero l’ho capito, ma questa è veramente grossa…)

  4. Marcoct212v

    21 ottobre 2012 at 16:17

    Questo circuito non è poi tanto male se escludiamo la prima parte con quei due rettilinei senza senso…

  5. alexalesi

    21 ottobre 2012 at 18:07

    Tilke ne ha fatti tanti di circuiti in questi anni.. e come tutte le cose alcune gli sono riuscite meglio e altre un pò meno bene.

    Il problema è piu generale. Ossia come Ecclestone gestisce il cicurs e come questo economicamente imponga cercare nuovi mercati. e quindi creare circuiti nuovi..

    unico vantaggio la sicurezza…

    Sento rammentare Imola.. imola era molto bello come circuito. ma non credo che si possa tornare a correre lì.. O tappano il fiume e la curva del tamburello viene tolta.. non c è molta selta.

    Ci sono tanti percorsi che mancano.. Estoril.. Magnycours A1 ring Paul Ricard

    Il problema che sia le leggi sul tabacco , che ritengo sacroscante, che i costi non permettono queste scelte..

    E quindi ci toccano queste nuove mete… che come tutte le cose nuove non piacciono da subito..

    Ci vuole tempo.. ci sono percorsi molto criticati all’inizio e poi con il tempo divenuti piacevoli..

    Dipende molto anche dai regolamenti e dal tipo di auto che ci sono…

    Però, Tilke non li ha sbagliati tutti come spesso leggo e come spesso in Tv si sente dire dalla premiata ditta di FERRARAI Channel Mazzoni e co..

  6. Nico

    21 ottobre 2012 at 19:44

    Una cosa e’ sicura RECORD Giro prova: 1:24.178 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
    Giro gara: 1:27.249 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
    Distanza: 1h30:35.002 – S Vettel – Red Bull Renault – 2011
    Vittorie pilota: 1 – S Vettel
    Vittorie team: 1 – Red Bull
    Pole pilota: 1 – S Vettel
    Pole team: 1 – Red Bull
    Km in testa pilota: 308 – S Vettel
    Km in testa team: 308 – Red Bull
    Migliori giri pilota: 1 – S Vettel
    Migliori giri team: 1 – Red Bull
    Podi pilota: 1 – F Alonso, J Button, S Vettel
    Podi team: 1 – Ferrari, McLaren, Red Bull
    ———- SEBASTIAN VETTEL ha fatto tutto e di piu’ CAMPIONEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!! ( 😛 )

    • Max Bassanet

      21 ottobre 2012 at 22:02

      si si bravo haahhaha

      • Maria

        23 ottobre 2012 at 16:48

        Max vuoi litigare anche con me oltre che con mezzo blog? 😛

    • frency

      22 ottobre 2012 at 13:08

      E CERTO: QUESTA E’ COME QUELLO CHE DICEVA, SONO ARRIVATO SECONDO. ERANO IN DUE!!!!

      • Maria

        22 ottobre 2012 at 18:59

        pensa che Alonso non arriverebbe primo nemmeno se corresse da solo, riuscirebbe ad insabbiarsi pure là 😉

      • Max Bassanet

        23 ottobre 2012 at 12:41

        Maria il tuo fottel non partirebbe neanche hahahahahhaah

      • anonima tifosa vettel

        23 ottobre 2012 at 13:15

        Max rileggiti bene sopra i record poi ne riparliamo ahahahahhahahahahahahhahah

      • Maria

        23 ottobre 2012 at 16:46

        anonima magari il ns. spagnolo preferito ci farà fare 4 risate anche questo we; ma anche questo Gp è di mattina? che palle!

      • Ele (mclaren)

        23 ottobre 2012 at 17:04

        ..è un buon orario dai..così uno dorme e si alza con calma a guardarselo…
        Io adoro i gp serali ovvero gp Canada/Usa e Brasile…mi sono sempre piaciuti…

  7. carlopower

    22 ottobre 2012 at 09:05

    un altra pista di merdx,spero che i nuovi aggiornamenti portati dalla ferrari funzionano.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

L’India vuole ancora la Formula 1!

La Formula 1 potrebbe tornare in India dal 2017
Anche se quella di quest’anno avrebbe dovuto essere l’anno sabbatico del Gran Premio d’India, dopo che la FIA ha stilato