GP Abu Dhabi: Vettel vince ancora, Webber secondo

Rosberg sul podio, Alonso è quinto

GP Abu Dhabi: Vettel vince ancora, Webber secondo

Inarrestabile Sebastian Vettel. Il tedesco della Red Bull, già campione del mondo 2013, ha ottenuto la sua 11ma vittoria stagionale vincendo il GP Abu Dhabi. Doppietta per la Red Bull con Mark Webber secondo davanti alla Mercedes di Nico Rosberg. Fernando Alonso è quinto con la Ferrari.

Cronaca
Al via brutta partenza di Webber che ha cercato invano di chiudere Vettel. Il tedesco ha preso il comando della gara davanti a Rosberg e all’australiano. Alle loro spalle Grosjean, Hamilton, Hulkenberg, Massa, Alonso e Perez. Raikkonen, partito dal fondo, dopo poche curve è stato costretto al ritiro dopo aver rimediato danni alla sospensione anteriore destra in un contatto con Van der Garde.

Al terzo giro Button è rientrato per sostituire l’ala anteriore, danneggiata in un contatto in partenza.

Vettel ha incrementato progressivamente il suo vantaggio su Rosberg. All’ottavo giro Hamilton è rientrato per montare gomme medium, imitato al giro successivo da Webber e Grosjean.

Al rientro in pista l’australiano e il francese hanno superato agilmente il messicano della Sauber. Poco dopo anche Hulkenberg e Rosberg hanno completato la prima sosta.

Vettel al 12mo giro guidava la corsa con oltre 21″ di vantaggio sulle Ferrari di Massa e Alonso.

Hamilton e Webber hanno perso molti secondi nel traffico ma l’australiano al 13mo giro è riuscito a superare Sutil.

Vettel è rientrato ai box al 14mo giro con ben 25″ di vantaggio su Massa ed è tornato in pista ancora al comando davanti al brasiliano e ad Alonso.

Al 15mo giro Rosberg ha superato Vergne in quinta posizione. Alonso è rientrato ai box ma la strategia per lo spagnolo non ha pagato: al rientro in pista si è ritrovato 14mo.

Al 16mo giro Hamilton ha attaccato Gutierrez ma il messicano si è difeso. Al 18mo giro Grosjean ha superato Sutil in sesta posizione e al 19mo passaggio Massa è rientrato ai box tornando in pista in ottava posizione davanti ad Hulkenberg.

Di Resta, ritrovatosi in seconda posizione, si è fermato al 20mo giro lasciando il secondo posto a Rosberg che però è stato passato da Webber. Al 22mo giro Alonso ha superato Perez in decima posizione. Al giro successivo lo spagnolo ha superato anche Bottas in nona posizione.

Al 25mo giro Hamilton ha attaccato e superato Sutil ma il tedesco ha risposto sul rettilineo principale. Anche Massa ne ha approfittato per superare l’inglese.

Al 27mo giro Alonso ha superato Hulkenberg in ottava posizione, Massa ha superato Sutil in quinta posizione. Al 28mo giro Hamilton ha finalmente superato il tedesco in sesta posizione e al giro successivo anche Alonso ha superato la Force India in settima posizione.

Hamilton è rientrato al 30mo giro per la sua seconda sosta, tornando in pista in decima posizione. Al 34mo giro sosta per Webber e Rosberg che torneranno in pista in terza e quarta posizione alle spalle di Grosjean e davanti alle Ferrari.

Al 38mo giro Vettel e Grosjean sono rientrati per la seconda sosta. Vettel è tornato in pista in testa forte dei suoi 40 secondi di margine sul francese che è invece tornato in pista davanti alle Ferrari.

Poco dopo Massa è rientrato ai box per montare ancora gomme medium tornando in pista in nona posizione mentre Vettel si è ritrovato con 32 secondi di margine su Webber, 36″ su Rosberg, 42″ su Grosjean e e 46″ su Alonso.

Al 44mo giro Hamilton ha superato Vergne in settima posizione, Alonso è rientrato per la seconda sosta montando gomme soft.

Al rientro in pista Alonso ha rischiato la collisione con Vergne passando oltre il cordolo per superare il francese e finendo sotto investigazione dei commissari. Al 47mo giro anche Massa ha superato Vergne in ottava posizione.

Il francese ha poi perso altre posizioni a vantaggio di Sutil, Perez e Maldonado.

Al 51mo giro Alonso ha superato Hamilton sul rettilineo principale portandosi in sesta posizione. Poco dopo lo spagnolo ha attaccato e superato anche Di Resta salendo in quinta posizione.

Vettel è quindi andato a vincere ottenendo la sua 11ma vittoria stagionale. Doppietta per la Red Bull con Webber secondo davanti a Rosberg. Quarto Grosjean davanti ad Alonso, Di Resta, Hamilton, Massa, Perez e Sutil.

F1 GP Abu Dhabi – Ordine di Arrivo

Pos  Pilota         Team                 
 1.  Vettel         Red Bull-Renault    
 2.  Webber         Red Bull-Renault    
 3.  Rosberg        Mercedes            
 4.  Grosjean       Lotus-Renault       
 5.  Alonso         Ferrari             
 6.  Di Resta       Force India-Mercedes
 7.  Hamilton       Mercedes            
 8.  Massa          Ferrari             
 9.  Perez          McLaren-Mercedes    
10.  Sutil          Force India-Mercedes
11.  Maldonado      Williams-Renault    
12.  Button         McLaren-Mercedes    
13.  Gutierrez      Sauber-Ferrari      
14.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari      
15.  Bottas         Williams-Renault    
16.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari  
17.  Vergne         Toro Rosso-Ferrari  
18.  van der Garde  Caterham-Renault    
19.  Pic            Caterham-Renault    
20.  Bianchi        Marussia-Cosworth   
21.  Chilton        Marussia-Cosworth   

Giro più veloce: Alonso 1m43.434s.

Ritirati:

     Raikkonen      Lotus-Renault


Classifiche Mondiali, dopo la 17ma gara:

Piloti:                Costruttori:             
 1.  Vettel      347    1.  Red Bull-Renault      513
 2.  Alonso      217    2.  Mercedes              324
 3.  Raikkonen   183    3.  Ferrari               323
 4.  Webber      166    4.  Lotus-Renault         297
 5.  Hamilton    165    5.  McLaren-Mercedes       95
 6.  Rosberg     159    6.  Force India-Mercedes   77
 7.  Grosjean    114    7.  Sauber-Ferrari         55
 8.  Massa       106    8.  Toro Rosso-Ferrari     32
 9.  Button       60    9.  Williams-Renault        1
10.  Hulkenberg   49   
11.  Di Resta     48   
12.  Perez        35   
13.  Sutil        29   
14.  Ricciardo    19   
15.  Vergne       13   
16.  Gutierrez     6   
17.  Maldonado     1   

GP Abu Dhabi: Vettel vince ancora, Webber secondo
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

52 commenti
  1. .

    12 novembre 2014 at 21:05

    ciao

  2. .

    12 novembre 2014 at 21:05

    dio porco 😀

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati