Gli Stewards autorizzano D’Ambrosio, Liuzzi e Ricciardo a prendere il via del GP del Belgio

Gli Stewards autorizzano D’Ambrosio, Liuzzi e Ricciardo a prendere il via del GP del Belgio

Tutti e quattro i piloti che non sono riusciti a impostare i tempi entro il 107 per cento del giro più veloce nelle qualifiche a Spa sono stati autorizzati ad iniziare il Gran Premio del Belgio.

Il pilota della Virgin, Jerome D’Ambrosio, e il duo della HRT, Tonio Liuzzi e Daniel Ricciardo, si sono classificati tutti al di fuori del 107%, oltre a Michael Schumacher che non è riuscito a completare un giro nelle qualifiche a causa di un incidente.

Ma i commissari hanno stabilito che tutti e quattro possono prendere parte al Gran Premio, per il fatto che tutti sono stati abbastanza veloci sia nelle prove libere a Spa e costantemente entro il 107% durante la stagione, ed a causa delle condizioni meteorologiche mutevoli.

Gli Stewards autorizzano D’Ambrosio, Liuzzi e Ricciardo a prendere il via del GP del Belgio
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

30 commenti
  1. Gian_89

    27 agosto 2011 at 19:34

    Non capisco a cosa serva questa regola se ogni volta li fanno correre lo stesso…

    • Mattia

      28 agosto 2011 at 17:55

      Infatti la regola dice che se nelle prove libere i piloti sono riusciti a fare meglio del 107%, i commissari possono decidere di far correre i piloti: e così è stato.

  2. Cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari) [[ a tutela della F1 fuori: Mike Coughlan e Briatore]]

    27 agosto 2011 at 19:35

    figuriamoci se lasciavano fuori il kaiser, vuoi mettere che domani vedi un schumy che come tutti i piloti con una monoposta da centro classifica dà facilmente la paga alle monoposto di fondo classifica, spettacolo, show, questo è quel che si vuol vedere.

    Mi verrà da ridere se però lo omaggieranno solo perchè è riuscito a ritornare tra i primi 10…

  3. Toro Rosso

    27 agosto 2011 at 19:39

    non dovevano nemmeno mettere sta regola del 107% se poi li fan correre

  4. giova.156

    27 agosto 2011 at 19:40

    Cosimo mica è colpa sua se gli è volata via una ruota,sii ragionevole.
    Qui non si tratta di mancanza di performance ma di un problema tecnico.E per cortesia non fare riferimento all’HRT in Australia,è un’altra questione.

  5. D-Lord

    27 agosto 2011 at 19:40

    con Schumacher hanno fatto bene, lui entrava eccome nel 107% ma con gli altri 3…

  6. giuseppe andrea

    27 agosto 2011 at 19:40

    lasciare fuori schumi nel granpremio del ventennale era alquanto scomodo…ma con questo escamotage all’italiana assisteremo ad una gara ancor più avvincente

  7. giuseppe andrea

    27 agosto 2011 at 19:45

    certo, così facendo hanno creato un precedente spinoso…ipotizziamo che l’anno prossimo un pilota in lotta per il titolo rimanga fuori dalla Q2 per un problema analogo..Che fare in una circostanza simile?? Confermare la prassi inaugurata oggi e così penalizzare gli avversari, oppure applicare rigorosamente i regolamenti??

  8. MacPherson

    27 agosto 2011 at 19:52

    Solitamente difendo le piccole scuderie, ma stavolta la decisione di far correre D’Ambrosio, Liuzzi e Ricciardo è sbagliata, soprattutto per rispetto di Timo Glock che si è preso i suoi bei rischi per portare quel cassone che guida dentro il 107% (riuscendoci peraltro). Cosa che invece non hanno fatto i tre sopracitati, soprattutto il padrone di casa D’Ambrosio che si è beccato 2 secondi…

    Riguardo a Schumi non commento, visto che come al solito in questo sito c’è gente che scrive solo x far vedere che ha una tastiera… Quando un pilota non è in grado di girare in qualifica, si controlla se i suoi tempi delle libere sono dentro il 107%… e visto che Schumi ha fatto il primo tempo in una sessione, in quella stessa sessione mi pare che sia decisamente dentro il 107%…

    Quelli che sono stati ammessi con una decisione (ingiusta) alla “volemose bene” sono i due dell’HRT e D’Ambrosio. Non Schumacher.

    • Alfredo

      28 agosto 2011 at 04:33

      Per il buon D’Ambrosio non sono d’accordo…magari in condizioni normali rientrava abbondatemente nel 107% e l’ho visto competitivo durante il week-end.Ma le Hrt davvero non meritano di stare al via del gp.Assolutamente penosi quei 2 catorci, oggi sarebbe andato più forte un Kimi Raikkonen ubriaco alla guida di una 126…

    • fabrizio

      28 agosto 2011 at 07:29

      Concordo in pieno su tutto..anche sul fatti che certi commenti laaciano allibiti

  9. giova.156

    27 agosto 2011 at 19:58

    Giuseppe Andrea che c’entra il tuo discorso della Q2?Sai di cosa stai parlando?

    • giuseppe andrea

      27 agosto 2011 at 20:01

      alludevo al fatto che schumi non è potuto entrare in Q2 per via di un guasto che, tra l’altro, non gli ha nemmeno consentito di completare neanche un giro in q3

      • luciano

        27 agosto 2011 at 21:48

        se è per questo non ha fatto nemmeno un giro in Q1… ma ha dimostrato di essere veloce in prova

  10. schummy

    27 agosto 2011 at 20:01

    @Macperson
    ti quoto in pieno

  11. Giovanni

    27 agosto 2011 at 20:07

    Il loro problema non era schumacher,visto che penso che nelle prove libere abbia fatto un tempo che l’avrebbe certamente fatto rientrare il 107%,li fanno correre per d’ambrosio,visto che è il suo gp di casa..

    • ridas22

      27 agosto 2011 at 20:19

      Infatti, Schumacher aveva girato sull’asciutto nelle libere, quindi aveva un tempo addirittura migliore del primo della Q1

  12. ridas22

    27 agosto 2011 at 20:17

    Ma ragazzi i precedenti, se vi riferite a Schumacher, ci sono già: uno che ricordo bene fu Alonso a Montecarlo 2010, se non sbaglio non girò e fu lo stesso alla partenza

    • D-Lord

      27 agosto 2011 at 20:29

      informarsi prima no? mi pare, forse, credo che molto utili per un discorso…

      L’anno scorso semplicemente non c’era il 107% e Alonso era partito dai box come prassi.

      • ridas22

        28 agosto 2011 at 00:09

        hai ragione, cavolo 🙁 Con questi rigiri di regole uno non ci capisce più niente.
        Comunque sia già negli anni 1999-2002, per quello che ricordo io, era capitato che applicassero delle deroghe se uno non riusciva ad ottenere un tempo sotto al 107% ci si poteva appellare che nelle prove libere uno aveva fatto un tempo sufficiente… così come è stato per Schumacher adesso.

      • AAAAA

        28 agosto 2011 at 01:06

        X quanto mi ricordi, il 107% era rispettato solo dalla minardi di Young…xD

  13. Albe

    27 agosto 2011 at 20:35

    Menomale per Schumi!Certo ora che hanno ammesso anche gli altri dovremmo partire proprio dal fondo…speriamo solo in una bella rimonta!

  14. giova.156

    27 agosto 2011 at 20:53

    Giuseppe Andrea ancora insisti con la Q2.
    Forse davvero non sai di cosa si sta parlando.
    INFORMATI!

  15. mauro

    27 agosto 2011 at 21:48

    sta cazzo di regola a cosa serve ??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

  16. Andrea Gardenal

    27 agosto 2011 at 22:11

    L’eccezione alla regola del 107% c’è sempre stata, anche negli anni ’90, in caso di condizioni di bagnato. A Magny-Cours ’99, con le qualifiche sotto il diluvio, era successa esattamente la stessa cosa. Casomai è stato scandaloso ammettere le HRT alla partenza di Monaco, o D’Ambrosio in Canada, che in qualifiche “normali” non sono entrati nel 107%.

  17. Marco

    28 agosto 2011 at 00:10

    Mah che vergogna, scommetto che se rimane fuori dal 107% una delle auto di Red Bull Ferrari Mclaren si solleverebbe un grosso polverone….

    Sarò spietato ma quando questi 3 non si sono qualificati ho pensato “Eh vai! Tre catorci in meno da doppiare” E lasciatemelo dire questi creano solo confusione, tra di loro e in fase di doppiaggio!

  18. pgm

    28 agosto 2011 at 01:29

    ma guardate che hanno fatto partire sempre chi ha subìto guasti in Q1: pensate a Kobayashi o Heidfeld nelle prime gare.

  19. Fabi88

    28 agosto 2011 at 11:27

    Le regole DEVONO essere regole, sia in caso di asciutto che in caso di pista bagnata: se un pilota non supera il limite del 107%, non partecipa, punto e basta. Se ogni volta si deve fare un’eccezione, allora tanto vale non girare nemmeno…

  20. Dam

    28 agosto 2011 at 11:54

    il 107% è l’ennesima presa per il culo nei confronti del pubblico ..si fanno le regole inutili per poi non applicarle ..sono sempre più convinto della totale libertà per le qualifiche …1 ora di tempo per girare come si vuole e fare il tempo e usare i set di gomme a piacere come anche il carburante , insomma libertà totale per 1 ora , chi è bravo e indovina tutto parte in pol è basta non queste Q1 Q2 che fanno cagare è una farsa

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati