Formula 1 | Renault pronta a scommettere sulla power unit 2019

"L’anno scorso abbiamo avuto conferma che la strada intrapresa per lo sviluppo era quella giusta", ha dichiarato Remi Taffin, direttore tecnico del motore della Scuderia francese

Formula 1 | Renault pronta a scommettere sulla power unit 2019

Intervenuto sullo sviluppo promosso da Renault sulla power unit 2019, Remi Taffin ha espresso tutta la propria soddisfazione per il lavoro svolto all’interno della sede di Viry Chatillon, sottolineando come gli investimenti dell’ultimo anno abbiano aiutato la Scuderia francese a compiere quell’ulteriore step nei confronti di Mercedes e Ferrari.

Come sottolineato più volte da Marcin Budkowski durante la conferenza stampa di presentazione, la Renault RS19 presenta una power unit su cui i tecnici puntano fortemente per quello che riguarda il 2019, visto il gran lavoro di potenziamento svolto negli ultimi mesi.

L’obiettivo, proprio in tal senso, sarà continuare su questa strada anche nelle prossime settimane, avviando un’attività di sviluppo costante che porti la Scuderia a fronteggiare il dominio degli altri motoristi.

Che cosa ha imparato il team con lo sviluppo del gruppo propulsore l’anno scorso?
RT: “L’anno scorso abbiamo avuto conferma che la strada intrapresa per lo sviluppo era quella giusta e che potevamo continuare gli sforzi nel 2019 andando nella stessa direzione. A Viry l’inverno è stato intenso perché abbiamo deciso di lavorare fino all’ultimo minuto per ottenere il massimo a livello di performance e affidabilità. Ora abbiamo assemblato i gruppi per il collaudo e siamo sul punto di terminare i motori destinati alle gare. Siamo soddisfatti di quello che siamo riusciti a produrre. Abbiamo posto l’accento sulla pura performance senza però dimenticare l’affidabilità”.

Dopo i grandi cambiamenti di Enstone, ci sono progetti importanti per Viry. Ci può dire qualcosa di più?
RT: “Stiamo costruendo un nuovo edificio per tutte le attività operative allo scopo di migliorare la fluidità dell’organizzazione. Continuiamo a lavorare con i nostri mezzi di collaudo accertandoci di poter sempre contare sulle tecnologie più adatte e moderne. Il nuovo banco prove entrerà in funzione tra breve e sarà multifunzionale, perché potremo testare la trasmissione insieme al motore oppure il motore e/o l’ERS singolarmente oppure il motore con la parte posteriore della monoposto. Dobbiamo tener sempre presente il futuro per essere pronti per il 2021”.

Che ambiente si respira nel team prima della stagione?
RT: “Cominciamo a trarre vantaggio dalla collaborazione tra Enstone e Viry. Se in superficie sono sorti nuovi edifici e strumenti, non possiamo dimenticare le persone che stanno al cuore del progetto. Abbiamo la sensazione sempre più forte di poter ricominciare a lottare per aggiudicarci i primi posti e anche i collaboratori lo sentono. Non abbiamo timori perché sappiamo di esserne capaci. I nostri uomini non si tirano indietro davanti a nessuna sfida per competere al top. Sappiamo cosa fare per essere performanti e la presenza di piloti come Nico e Daniel non fa che accrescere ulteriormente la motivazione. I membri del team sono convinti di poter fare un ottimo lavoro e questo dà loro idee che sviluppano per integrarle quanto più velocemente possibile nel veicolo”.  

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati