Formula 1 | Nuovi dubbi sul futuro del GP ad Austin: perso un contributo da 20 milioni per un scadenza non rispettata

Il promotore della gara, Bobby Epstein, e Liberty Media non scelto di non rilasciare nessun commento

Continuano le difficoltà economiche per il Gran Premio degli Stati Uniti, con lo slot in calendario che appare sempre più in dubbio in ottica 2020
Formula 1 | Nuovi dubbi sul futuro del GP ad Austin: perso un contributo da 20 milioni per un scadenza non rispettata

Continua il momento di instabilità economica del Circuit of the Americas. Dopo i problemi messi in evidenza dagli organizzatori negli ultimi mesi, infatti, il tracciato statunitense ha perso circa 20 milioni di sterline per una scadenza non rispettata, aspetto che getterà ancor più nel dubbio la conferma dell’appuntamento all’interno del calendario 2020.

Il CoTA, ricordiamo, ha accusato diversi pesanti colpi nel corso della propria storia in Formula 1, partendo dal tifone abbattutosi sull’autodromo durante la stagione 2015.

Da non sottovalutare, inoltre, l’ingresso del Messico all’interno del mondiale e la perdita di un bacino d’utenza proveniente dal centro America.

“Lo Stato del Texas e la COTA hanno una partnership produttiva che ha avuto un enorme impatto economico sulla città di Austin e sullo stato nel suo complesso”, ha dichiarato un portavoce del governatore texano. “Il nostro ufficio sta già lavorando con il Circuit of the Americas per l’organizzazione della gara di quest’anno”.

Formula 1 | Nuovi dubbi sul futuro del GP ad Austin: perso un contributo da 20 milioni per un scadenza non rispettata
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati