FIA ribadisce la legalità dell’ala posteriore Mercedes

Respinte le lamentele di Lotus e Red Bull

FIA ribadisce la legalità dell’ala posteriore Mercedes

La FIA ha ribadito la legalità dell’ala posteriore della Mercedes W03 anche a poche ore dall’inizio del weekend del GP Malesia di Formula 1 rigettando le lamentele di Lotus e Red Bull che hanno messo in dubbio la regolarità dell’f-duct passivo attivato dal DRS.

Le due squadre avevano chiesto chiarimenti in merito prima di questo weekend dichiarando che il sistema aiuta le ali della Mercedes ad andare in stallo migliorando le velocità di punta violando la regola che impedisce al pilota di attivare dispositivi aerodinamici.

Giovedì nel paddock di Sepang la FIA ha discusso la questione con tutti i team ma non ha cambiato la sua posizione in merito informando le squadre che un dispositivo di questo tipo è legale in quanto passivo e non ci sono regole che impediscono l’attivazione di un dispositivo attivato dal movimento del DRS.

Red Bull e Lotus a questo punto potrebbero decidere di opporsi presentando una protesta ufficiale in Malesia questo weekend oppure adeguarsi sviluppando una propria versione del sistema.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

21 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati