La Williams non è “molto lontana” dai top team

La Williams non è “molto lontana” dai top team

Dopo la brutta stagione del 2011, la Williams adesso non è “molto lontana” dal passo dei team più forti.

Questo è il parere di Pastor Maldonado, che ha portato la squadra a qualificarsi all’ottavo posto ed ha messo pressione ad Alonso per il quinto posto anche se un incidente lo ha fermato all’ultimo giro.

Il venezuelano ha dichiarato che la nuova vettura è ottima rispetto a quella della scorsa stagione che lo ha portato ad un nono posto nella classifica mondiale, ed inoltre ritiene che questo possa essere l’inizio della resurrezione per il team inglese.

“Dovrebbe essere un weekend molto interessante in Malesia. Mclaren e Red Bull si sono mostrate forti, ma noi non siamo molto lontani” ha dichiarato al giornale finlandese Turun Sanomat.

“Siamo stati molto vicini alla Red Bull di Mark Webber nel primo e nel secondo stint, e credo che siamo più veloci di Ferrari, Sauber e Force India” ha aggiunto.

E riguardo ai 10 punti persi dopo l’incidente all’ultimo giro ha dichiarato: “Avremo bisogno di punti in futuro”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

19 commenti
  1. Turez

    22 Marzo 2012 at 12:21

    Sicuramente la Williams è risorta..ha fatto un passo importante in avanti..ma non ha i piloti adatti..ci vogliono 2 piloti con le paxxx..vedevo bene Sutil e Heidfeld (o Algersuari) invece di questi due qui..!

    • heidfeld

      22 Marzo 2012 at 13:03

      caro turez io sono d’accordo!!!
      Scherzi a parte ovviamente mi piacerebbe vedere heidfeld al volante ma capisco che non è possibile avere due piloti professionisti ( cioè pagati per correre )..però almeno un pilota vero da affiancare a maldonado sarebbe stato il caso..forse oggi meglio sutil di heidfeld…

    • Mattia

      22 Marzo 2012 at 13:50

      Maldonado ha dimostrato nel week end del Gran Premio d’Australia (e, a dir la verità, anche l’anno scorso quando guidava una carriola) di non essere solo un pilota pagante.
      Senna deve ancora dimostrare di che pasta è fatto e, se non si ci riesce quest’anno, non avrà più scuse (nel 2010 ha guidato per l’HRT e nel 2011 ha guidato solo meno di metà stagione).

    • Iron Maiden

      22 Marzo 2012 at 17:02

      Io invece avrei preferito Heidfeld e uno a scelta tra Maldonado e Senna (che avrebbero continuato a portare i soldi grazie agli sponsor). In ogni team che si rispetta ci vuole un veterano perchè il veterano sa meglio del novellino cosa si deve fare perchè la macchina sia competitiva. Inoltre il novellino avrebbe potuto imparare qualcosina in più a fianco di un veterano!!! Può darsi che sbagli ma io la penso così!!!!!

    • Alessandro

      23 Marzo 2012 at 00:37

      Voglio sapere di tutti voi, ma che cavolo sapete della carriera di Bruno Senna, non potetti e non avete argumenti per fare tutte queste critiche, ma qualcuno sa veramente come vano le cose nella f1, non credo, sieti tutti bravi in sparlare dei pilota, di sicuro non e bravo como suo Zio, comunque nussuno lo é, ma questa é la sua prima vera stagione. Aspetiamo ancora un pò per sapere veramente se lui é una pilota vera o pure no.
      forse perche l’italia non abbia mai avuto una pilota vera, voi non siete capace di fare una valutazione correta!

      • cecco

        23 Marzo 2012 at 11:32

        Caru Alessandru…….. sai tante cose.. però non sai scrivere in Italiano corretto…..Giusto x schiarirti un pò le idee L’Italia qualche buon pilota l’ha sfornato…e ti ricordo che molti brasiliani hanno pagato x correre, anche il caro Bruno..

      • Alessandro

        25 Marzo 2012 at 20:56

        Anzi tutto, lo so bene che mio italiano non é perfeto e chiedo scusa a tutti per questo, ma che c’entra mio italiano???? sono brasiliano e sto ancora imparando l’ialiano, me dispiace vedere dei comente di questo tipo non me sembra molto educato da parte sua, comunque conosco tantissimi Italiani molto bravi, sicuramente non sara X uno come lei che cambio idea a rispeito delle Italiani.ma parliamo di F1 e non di cose personale, comunque non mi a risposto, conosce la carriera di Bruno? Lo hai visto in GP2? Buon aspetiamo… tra 4 o 5 setimane vedremo chi a ragione.

  2. mattia g

    22 Marzo 2012 at 12:44

    @Turez

    ricordati che senza “quei due” la squadra non avrebbe i soldi per sviluppare la vettura in modo decente…quindi….

    • Turez

      22 Marzo 2012 at 12:56

      Anche Sutil porta soldi..è accompagnato da diversi sponsor,cmq hai ragione..però se la Williams vuole fare il salto di qualità,meglio vendere a qualcuno che abbia i soldi..il progetto è ben avviato e non bisogna partire da zero come Marussia o Hrt.

      • mattia g

        22 Marzo 2012 at 13:58

        sutil avrebbe portato poco e niente purtroppo quest’anno visto che pure la medion a quanto pare lo ha mollato…se nn del tutto quasi

  3. Michele

    22 Marzo 2012 at 12:55

    Fossi in Maldonado pregherei che lo sviluppo della sua Williams regga il passo degli altri, altrimenti rimpiangerà presto i punti persi a Melbourne.

  4. luciano

    22 Marzo 2012 at 13:05

    sono contento che la williams sia cosi veloce, spero che sia in grado di avanzare con lo sviluppo come i top team, anche se non ha lo stesso budget…

  5. ziwa

    22 Marzo 2012 at 15:02

    La macchina sembra accettabile,ma i piloti sono all’altezza? Forse un Raikkonen alla Williams avrebbe fatto comodo.

    • luciano

      22 Marzo 2012 at 15:29

      raikkonen è in gradi di andare forte anche con un trattore :D, basta che ci siano le ruote(e forse se non ci sono è lo stesso..) maldonato ha dimostrato il suo limite a melburne.. peccato per lui, un pilota con piu esperienza, avrebbe suerato alonso, visto che era molto piu lento, e non avrebbe fatto quell errore da nabbo..

  6. webberfan

    22 Marzo 2012 at 15:52

    La Williams nel 2011 ha ottenuto 5 punti totali.
    Maldonato in Australia ne ha buttati 8 sicuri.
    Se avessero mantenuto Barrichello, o preso Sutil o qualsiasi altro pilota d’esperienza a fianco di un pilota pagante, la loro classifica sarebbe diversa quest’anno. Hanno una buona macchina, ma i piloti …
    Peserà molto alla fine l’errore di Melbourne nella classifica, ma sembra che alla Williams pesano molto di più i soldi di Pastor e Bruno.

    • pecos64(tifosowilliams)

      23 Marzo 2012 at 08:31

      Guarda che Barrichello, che io stimo moltissimo per quello che ha fatto per noi, l’anno passato in Australia ha buttato al vento un GP quando era in zona punti . Detto questo sono d’accordo che abbiamo perso un’occasione d’oro. Doveva essere il muretto a dare una calmata a Pastor, lui guida e come tutti i piloti ( soprattutto giovani ) tende a dare il massimo e per far andare oltre il limite Alonso ( che non avrebbe mai fatto ) oltre il limite è andato lui.Peccato ci rifaremo

  7. massi

    22 Marzo 2012 at 18:49

    heidfeld ha dimostrato di essere cotto l’anno passato, maldonado e senna non possono che migliorare

    e se qualcuno dopo la gara di maldonado ritiene che sia solo pagante… beh, non so cos’altro avrebbe dovuto fare…

    • heidfeld

      23 Marzo 2012 at 09:47

      se tu sei ignorante non è colpa di heidfeld..ignori che l’anno scorso heidfeld ha fatto metà campionato con la renault che poi ha passato a bruno senna prima delle uniche due piste dove la renault era competitiva e cioè spa e monza. Risultato heidfeld punti 34, senna punti 2 ( ottenuti a monza dove la macchina era strepitosa e si sono ritirati tutti quelli davanti a lui..sutil, rosberg, petrov, webber, kobayashi, perez ) totale posizioni guadagnate in gara heidfled + 46 senna – 19. Totale punti renault con heidfeld 66 senza heidfeld totale punti 6..ecc…..è evidente che non hai la minima idea di quello di cui stai parlando

  8. DavideAlex

    22 Marzo 2012 at 19:19

    Maldonado è un buon pilota, chi non convince è Senna …

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati