Ferrari: piloti a Maranello e squadra subito al lavoro

Per non perdere la concentrazione sull’attività di sviluppo

Ferrari: piloti a Maranello e squadra subito al lavoro

All’indomani di un deludente Gran Premio d’Italia, a Maranello il lavoro ha già ripreso a pieno ritmo, per cercare di non perdere la concentrazione sull’attività di sviluppo in corso e recuperare competitività nel più breve tempo possibile, secondo le indicazioni del Team Principal della Scuderia Ferrari Marco Mattiacci.

Mentre gli ingegneri analizzano i dati raccolti a Monza, a Maranello sono presenti anche entrambi i piloti, divisi tra impegni promozionali con gli sponsor e riunioni tecniche, e attesi dal Presidente Montezemolo, desideroso di infondere loro nuova carica per il prosieguo della stagione.

Kimi Raikkonen ne approfitterà per portare avanti il lavoro al simulatore e nell’occasione provare anche il nuovo circuito di Sochi, sede del primo Gran Premio di Russia il prossimo 12 ottobre. Ad attendere Fernando Alonso, che già la scorsa settimana aveva girato virtualmente sul circuito realizzato intorno al villaggio olimpico, una serie di briefing tecnici mirati alla condivisione dei programmi in agenda nei prossimi mesi e per le restanti sei gare di Campionato, ad iniziare dal prossimo GP di Singapore.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. stefanoabbadia

    8 settembre 2014 at 17:07

    probabilmente gli impegni e impotivi non saranno come descritto..perché dopo una stagione cosi…una gara cosi (non diversa da altre alla fine)…dopo che tutti hanno visto un team allo sbando più totale..e soprattutto dopo che in tv si è consumata una lite che a tanti è apparsa come tale e molto epsante tra i vertici…beh…risucire a dire che oggi si trovano tutti li..per impegni promozionali (checc’entrano con la drammatica situazione?..cambieranno posizione dell’adesivo o dovranno solo continuare a far contenti gli sponsor in questo modo? eppoi incontreranno il Presidente che vuole infondere nuovi stimoli a loro? chi? LCDM?..ma lui ci sarà? cosa potrà dire? boh..la verita la sanno loro…e per il motore..visto che per stizza e questioni meramente politiche hanno deciso di mandare ia il progettista…chi ci mette le mani a correggerlo? lo sponsor? o il Team Manager?…o chi lavorava sewguendo e imparando da Marmorini? quindi continuando con un poco meno di sapere nella stessa identica opera?…mah…io la penso cosi..un gran casino che a breve non si chiarira..forse..purtroppo..boh..speriamo di avere torto

  2. stefanoabbadia

    8 settembre 2014 at 17:09

    dimenticavo…in RB…o in Mercedes…o probabilmente in Honda il prossimo anno..in caso di difficoltà cosi gravi e palesi..beh..secondo me l’ultima cosa che farebbero è quella di rilasciare dichiarazioni che alludono a impegni con sponsor..ecc…ecc…secondo me neh..

  3. cpJack

    8 settembre 2014 at 18:05

    ma che mettano mano al motore e vadano al mugello a provare…….. le regole ??? ma chissene…gli inglesi farebbero altrettanto…….

  4. michele

    8 settembre 2014 at 18:09

    Potete lavorare anche 48 ore al giorno, ma non serve.

    Bisogna assumere gente con la testa fina.

    L’intuizione è l’unica cosa che conta…bastano 10 secondi (se hai la testa) per averla.

    Newey ad esempio lavora solo 3 giorni alla settimana, e sono pure troppi.

    Chi crea ha bisogno di spazi e lavorare troppo è proprio l’unica cosa che non si deve fare in F1.

    Certo, ci che monta e smontano, purtroppo, ma a parte quelli,

    se lavori troppo ti si fonde il cervello e non combini più nulla!!!!

    Ci vogliono cervelli con quozienti elevati e gente co molto reattiva e con la mente elastica..

    i muli da 48 ore al giorno non risolvono nulla..
    e sprecano anche la corrente elettrica di notte….

  5. gtv916c

    8 settembre 2014 at 19:38

    La cosa che più mi fa girare le p@lle è vedere tutto questo e sapere che la soluzione è individuata ma, per motivi di regolamento, non si può fare assolutamente nulla per uscirne quest’anno. Onore alla Mercedes che ha lavorato meglio ma a me veramente mi girano tanto…

  6. foxes68

    8 settembre 2014 at 21:21

    Qui manca un mastino da muretto che li metta in riga. Sto mattiacci non è n’è carne e ne pesce. Eliminare il motorista non serve a nulla quando è palese che il telaio non andrebbe bene nemmeno in GP2. Ben venga Ross Brawn che almeno al muretto sa come muoversi e decidere. Ribadisco che se il telaio fosse efficiente non si vedrebbe la differenza con un motore meno potente. Invece il telaio fa schifo e si scarica la colpa al motorista. Ma i piani alti della Ferrari non li leggono questi post ? sono DELUSO e MORTIFICATO.

  7. gianfranco r.

    9 settembre 2014 at 10:28

    Intanto onore al merito della Mercedes. Sono stati più bravi e bisogna riconoscerlo. Il problema per me è nei regolamenti, non è possibile che se si sbaglia un progetto, non ci sia più la possibilità di recuperare lo svantaggio perchè il regolamento vieta di fare certe modifiche, è un assurdo!!! Mi domando: perchè la ferrari si presenta alle prossime gare solo per fare figure ridicole? tanto vale stare a casa a lavorare per il prossimo anno!! Altra piccola considerazione, ma la Honda che rientra il prossimo anno, quante prove può fare senza che nessuno gli dica nulla, sfruttando comunque le esperienze degli altri costruttori??

  8. Dario

    9 settembre 2014 at 13:08

    Forse no ho capito una cosa. Ma se il motore e’ congelato dove possono recuperare i 100 CV di differenza che pare ci siano con i motori Mercedes? Anche la Renault va piu’ piano ma evidentemente la RDB ha come sempre una macchina migliore.

    • stefanoabbadia

      9 settembre 2014 at 15:29

      Dario non mi sento di apporti un segno negativo ma ti rispondo solo che:
      – i cavalli di differenza non sono 100…con i fonometri ecc e altri sistemni che nell’ambiente si utilizzano per spiare l’avversario…con dati rilevazioni ecc. si mormora che i cavalli di differenza siano solo (solo per modo di dire perché sono tanti lo stesso) 35 – 40 e soprattutto nella parte elettrica dove si dice che il deficit sia di 30 cv di questi 35-40..il resto nel motore termico.
      Concordo con chi sostiene che il problema non è il motore…guardate la RB con u motore addirittura inferiore al Ferrari (anche per bocca della stessa Renault che si pone dietro al Ferrari) sono riusciti a vincere due gare dove la Mercedes ha toppato..grazie ad un’aerodinamica migliore della Mercedes…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati