Ferrari, l’Academy si tinge di rosa con l’arrivo di Maya Weug

"Ricorderò questa giornata per sempre", il pensiero della 16enne olandese

La Weug è la prima donna ad entrare nella FDA
Ferrari, l’Academy si tinge di rosa con l’arrivo di Maya Weug

Quella odierna, venerdì 22 gennaio, è una data storica per la Ferrari che ha inserito nella propria Academy il primo pilota donna: Maya Weug. La 16enne olandese è riuscita a prevalere nel Camp finale di valutazione, del programma organizzato dalla FIA e denominato “Girls on Track – Rising Stars”, che si è svolto a Maranello la scorsa settimana.

La passione per il motorsport aveva fatto breccia nella Weug da bambina, salendo per la prima su un kart all’età di 7 anni. Ora avrà la possibilità di coltivare quel sogno potendolo trasformare in realtà giorno dopo giorno. Maya Weug dovrà seguire un programmadi lavoro che prevede anche la partecipazione a una delle serie dell’F4 Championship Certified by FIA.

Questo è un momento memorabile nella carriera di Maya Weug: mi congratulo con lei e con le altre finaliste. Il programma FIA Girls on Track – Rising Stars è chiave per il nostro impegno nel supportare la diversità di genere nel nostro sport – ha detto il presidente della FIA Jean Todt – Ringrazio la Ferrari Driver Academy e tutti i partner che hanno deciso di sposare questa iniziativa così innovativa”.

È un momento fondamentale nella storia della Scuderia Ferrari e della sua Academy, la FDA, nata nel 2009 per forgiare i futuri piloti di Formula 1 della nostra squadra – ha dichiarato il team principal della Ferrari Mattia Binotto – Grazie alla partnership con la FIA nel programma Girls on Track – Rising Stars per la prima volta entrerà a far parte della Ferrari Driver Academy una pilota, Maya Weug, che nel corso del 2021 avrà modo di crescere insieme a noi e di cimentarsi in una delle serie dell’F4 Championship Certified by FIa, il primo passo del percorso nelle competizioni per monoposto che porta fino alla Formula 1. L’arrivo di Maya rappresenta un segno tangibile dell’impegno della Scuderia per rendere il motorsport sempre più inclusivo, nel solco di quella campagna – contraddistinta dall’hashtag #weraceasone – che vede unita tutta la Formula 1 e i suoi protagonisti. Inizia così nel segno della novità la stagione 2021 della FDA, un programma che ci ha dato grandissime soddisfazioni: cinque dei 19 piloti che vi hanno militato sono arrivati a gareggiare in Formula 1 e quattro di loro – il 20% della griglia – saranno al via della prossima stagione della massima competizione automobilistica”.

Siamo molto felici di dare il benvenuto a Maya nella Ferrari Driver Academy – ha sottolineato il direttore dell’Academy Ferrari Marco Matassa – Di lei ci ha colpito la dedizione e la preparazione sia sotto il profilo atletico che sotto quello dell’approccio alla competizione. Nonostante la limitatissima esperienza in monoposto ha dimostrato una buona velocità e padronanza del mezzo cui ha saputo aggiungere una notevole capacità di apprendimento che le ha permesso di mettere subito in pratica i consigli che le sono stati dati. Questo atteggiamento, insieme alle indicazioni che ci ha fornito nelle attività in pista e non, oltre che al carattere aperto e determinato, ci hanno fatto capire che Maya è pronta per iniziare la sua avventura con noi nella FDA

Ricorderò questa giornata per sempre! Sono fuori di me dalla gioia per il fatto di diventare la prima pilota della Ferrari Driver Academy – ha detto Maya Weug – La vittoria nella fase finale del programma FIA Girls on Track – Rising Stars mi fa capire che ho fatto bene a inseguire il mio sogno in questi anni. Darò tutta me stessa per dimostrare alle persone che hanno creduto in me che merito di indossare i colori della Ferrari Driver Academy e non vedo l’ora di essere a Maranello per iniziare la preparazione alla mia prima stagione in monoposto”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati