Ferrari, Alonso limita i danni a Melbourne

Lo spagnolo è quinto, Massa ritirato dopo un incidente con Senna

La Scuderia Ferrari lascia Melbourne con dieci punti all’attivo, frutto del quinto posto di Fernando Alonso. Ritiro invece per Felipe Massa dopo una collisione con Senna al giro 47, quando si trovava in tredicesima posizione. Fernando ha effettuato una gara impostata su due soste, utilizzando le gomme Pirelli Soft alla partenza e poi le Medium nelle due rimanenti porzioni della corsa. Partito anch’egli con le Soft, Felipe ha effettuato una sosta in più, sia perché ha sofferto più del compagno di squadra il degrado degli pneumatici sia perché ha approfittato della neutralizzazione per cambiare pneumatici.

“E’ chiaro che non possiamo certo essere contenti per un quinto posto ma, per come si erano messe le cose ieri, quello di Fernando è un risultato positivo, frutto soprattutto dell’ennesima ottima prestazione del pilota spagnolo” ha dichiarato Stefano Domenicali. La brutta domenica di Felipe è figlia del sabato che l’ha preceduta: il bilanciamento della vettura non era a posto e lui l’ha pagato soprattutto in termini di degrado degli pneumatici: peccato perché una bellissima partenza gli aveva permesso di entrare subito nei primi dieci. Sappiamo che la vettura di questo weekend non è quella che volevamo alla vigilia di questa stagione ma oggi abbiamo visto anche una situazione un po’ diversa rispetto a quella di ieri, soprattutto per quanto riguarda Fernando che, nella prima parte, non aveva certamente un passo così distante dai primi. La Safety-car non ci ha dato una mano e dopo la fine della neutralizzazione il passo di Fernando non era più altrettanto competitivo e ha sofferto per tenersi dietro la Williams di Maldonado. Vorrei sottolineare il rendimento della squadra nei pit-stop: dati alla mano, siamo stati i più veloci sia come prestazione assoluta che come media. Ci tengo a dirlo perché abbiamo lavorato tantissimo su questo fronte: già nella seconda parte del 2011 la situazione era migliorata e oggi abbiamo fatto ancora un passo avanti. Sappiamo che dobbiamo alzare il livello di prestazione della vettura: per quello che si è visto qui in Australia ci sono tante squadre a poca distanza l’una dall’altra e basta un progresso anche non enorme per guadagnare diverse posizioni. Sappiamo quali sono le aree principali su cui dobbiamo lavorare – trazione e velocità di punta in primis – e dobbiamo accelerare al massimo lo sviluppo per portarci il più presto possibile all’altezza dei migliori.”

“Per quello che si è visto in questo fine settimana la nostra prestazione in gara è migliore rispetto a quella in qualifica” ha aggiunto Pat Fry. “Oggi Fernando ha fatto una bellissima corsa ed è riuscito a portare a casa dei punti importanti. Peccato per Felipe: dobbiamo capire perché la sua vettura non era a posto da ieri e oggi se ne sono viste ulteriormente le conseguenze. Entrambi hanno fatto una bella partenza e hanno gestito al meglio la prima curva, recuperando così sin da subito il terreno perduto ieri pomeriggio: senza quel primo giro sarebbe stata dura perché ci sono tante vetture molto veloci e sarebbe stata un’impresa superarle. La Safety-car è entrata nel momento peggiore per Fernando ma non so se saremmo comunque riusciti a tenere dietro Webber nell’ultima parte di gara. Siamo indietro comunque rispetto ai migliori, anche se non tanto quanto si era visto ieri. Dobbiamo lavorare molto, questo è certo. La prossima settimana in Malesia avremo ancora una gara difficile: dovremo cercare di adattare la macchina al meglio alle caratteristiche del circuito di Sepang.”

Ferrari, Alonso limita i danni a Melbourne
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

49 commenti
  1. luca

    18 marzo 2012 at 19:22

    dOMENICALI E LE SALSICCIE CON IL COTECHINO DI MODENA E LAMRUSCO DI SORBARA,OGGI dOMENICALI PENSAVA A TUTTO CIO’ APPENA RIPORTATO ANZI’CHE ALLA FERRARI,AH AH AH AH SARA’ COSI’ TUTTO L’ANNO E IO GODOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!ROSICONI I COGLIO..I FERRARISTI…………………AH AH AH

    • faber

      18 marzo 2012 at 19:41

      ha bhè, complimenti

      • MikeCTF (tifoso Ferrari)

        19 marzo 2012 at 10:15

        Guarda, lascialo perdere, il classico vile senza spina dorsale che gode solo se la Ferrari perde. Appare sempre e puntualissimo in occasione dei brutti risultati ed e’ capace solo di offendere. un encefalopene al 100% ma tant’e’, ne ha accumulata troppa di rabbia nei primi anni 2000 e la deve sfogare tutta ora!

      • Stefano

        19 marzo 2012 at 12:23

        stupendo l’encefalopene.

  2. vettelthebest

    18 marzo 2012 at 21:35

    Alonso ha fatto una signora gara, però non possiamo prendere come riferimento Felipe. Purtroppo Massa sta rendendo molto sotto il suo reale potenziale; si vede chiaramente che non è per niente sereno. Spero che trovi un altra sistemazione perché trovo che sia l’unico modo per tentare di recuperarlo.
    Per me questo non è il vero Massa, prima dell’incidente nel 2009 era diverso (ma la vera ragione penso che sia la non accettazione del fatto che Alonso sia superiore a lui, questo è un forte blocco mentale). Adesso è apatico, e finché rimarrà in Ferrari resterà tale.

  3. Beppe (Tifoso Redbull)

    18 marzo 2012 at 21:59

    Grande Fernando, tutta grinta e determinazione ha salvato il salvabile grazie al suo talento.
    Non posso far altro che fargli i complimenti anche se il risultato è abbastanza modesto.
    Il merito è solo e soltanto suo poco da dire …
    Complimenti

    Beppe

    • stefano

      19 marzo 2012 at 03:02

      arriverà purtroppo il giorno in cui fernando si stancherà di questa situazione,di andare come un pazzo in ogni gara per tenere in pista la vettura,il tutto per dei 5-4 posti…a proposito forza ferrari::((

  4. Denis

    19 marzo 2012 at 08:08

    Forza Ferrari!
    sono sicuro che dalla spagna in poi si correrà per vincere. il campionato è lunghissimo!!

    • quickest

      20 marzo 2012 at 02:13

      Anch’io credo nei miracoli, quando ci sono le persone che li possono fare. E adesso quelle persone secondo me non ci sono. Sono 4 anni che sentiamo le stesse storie: Ad inizio stagione ” vicere subito”, poi “aspettiamo la Spagna”. Poi sentiremo ” a Silverstone decideremo se concentrarci sull’anno nuovo”. E via la stessa fola

  5. ricky

    19 marzo 2012 at 10:07

    Mamma mia come siamo messi male con sta’ macchina.

    Se tanto mi da’ tanto in Malesia forse si lotta per arrivare a punti!!

    Va beh mclaren e Red bull altro passo, la Mercedes e’ piu’ veloce ma distrugge le gomme, la Renault da verificare e se si lotta con la Williams ……

  6. PaoloF

    19 marzo 2012 at 10:29

    Alonso ha fatto il massimo ed anche di più, Massa non è commentabile, la macchina è sbagliata e non credo si possa portare a livello dei migliori.
    Quando una macchina va bene solo col pieno, non ci sono speranze, è una questione di distribuzione di pesi, di baricentro, di sospensioni, troppe cose da risolvere, nel frattempo il mondiale sarà già lontano.
    La macchina migliorerà, arriveranno piste più adatte, con più grip, ma gli altri non staranno a guardare, e al momento ci sono quattro scuderie più forti in gara ed una più forte in qualifica.

    • F1&Rally

      19 marzo 2012 at 11:10

      La macchina non è sbagliata, ma totalmente diversa e nuova rispetto a quella passata, cioè cambiare soluzione costruttiva di sospensioni all’ anteriore ed al posteriore in una volta sola è un salto veramente enorme, gli scarichi in quella posizione, quando tutti gli altri si sono omologati è veramente un gesto di provare qualcosa in più, volevamo il gesto di coraggio e lo hanno fatto, ora penso che ci stia di non essere subito al top, specialmente con prove in pista limitatissime; finalmente hanno avuto coraggio come gli si chiedeva e ora è giusto che gli si conceda un pò di tempo per far funzionare tutto insieme..
      E se è vero che devono modificare la scocca secondo mè è perchè hanno trovato qualcosa di importante, per migliorare o errori da eliminare, ma tranquilli, siamo dentro il secondo e gli scarichi soffiati hanno smesso di distanziare troppo una macchina dall’ altra, ad Alonso non serve una super macchina poi, ma onesta e senza errori ed il campionato è lunghissimo, altra cosa: una macchina con delle pecche fà più passi avanti rispetto a chi và già bene e quelle squadre diciamo piccole con delle buone macchine in questo momento non avranno le stesse progressioni che avrà la Ferrari durante l’ anno.

  7. braysen

    19 marzo 2012 at 11:35

    Dobbiamo soffrire,dobbiamo soffrire, non siamo dove vorremmo: mi vengono gli incubi la notte sentendo queste parole da Domenicali e Fry! Avete rotto le ….. a piangervi addosso! Cercate invece di modificare, sviluppare ed aggiornare immediatamente stò catorcio rosso che avete costruito se ne siete capaci! Altrimenti fuori dai co….ni

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati