Ferrari: Ad Abu Dhabi l’affidabilità è la priorità numero uno

Ferrari: Ad Abu Dhabi l’affidabilità è la priorità numero uno

Trasferta spezzata in due per la Scuderia Ferrari Marlboro. Mentre il gruppo dei meccanici, partito nella notte fra domenica e lunedì da San Paolo del Brasile è già in pista allo Yas Marina Circuit, i tecnici hanno fatto una breve sosta a Maranello dove questa mattina si è tenuto il consueto debriefing post gara.

L’analisi del weekend di Interlagos non ha offerto particolari sorprese. In termini di prestazione, le novità aerodinamiche introdotte in Brasile hanno risposto alle aspettative ma, chiaramente, resta un divario, almeno in qualifica, rispetto agli avversari principali. In gara, invece, la F10 ha confermato di essere competitiva ai massimi livelli: se non fosse stato per la posizione in griglia e i secondi persi nei duelli con Hamilton e Hulkenberg, Fernando Alonso avrebbe potuto dare battaglia molto da vicino alle due Red Bull. Anche Felipe avrebbe avuto il potenziale per finire nei primi cinque ma il problema al pit-stop – malfunzionamento di una pistola nel momento del fissaggio del gallettone alla ruota anteriore destra – gli ha impedito di dimostrarlo.

Proprio l’affidabilità è stata al centro dell’attenzione dei tecnici. E’ chiaro che in una gara decisiva come quella di Abu Dhabi non c’è margine d’errore. Sarà fondamentale non avere problemi sin dall’inizio del weekend, in modo da preparare in ogni minimo dettaglio le qualifiche e la corsa. Fra il pomeriggio di oggi e la giornata di domani anche gli ingegneri raggiungeranno Abu Dhabi, dove i piloti arriveranno in serata, con un volo diretto da San Paolo.

In tutta la squadra, a Maranello e in pista, c’è la consapevolezza della posta in gioco così come del fatto che, per la dodicesima volta negli ultimi quattordici anni, la Scuderia arriva all’ultima gara nella condizione o di giocarsi un titolo oppure, di averlo già conquistato. Sono cambiati tanti elementi e tanti fattori ma la Ferrari è sempre lì, al vertice della Formula 1.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

5 commenti
  1. leonardo

    9 Novembre 2010 at 19:16

    Finora quest’anno è stata la squadra che ha percorso più chilometri la Ferrari,quindi l’affidabilità si può dire che è sempre stata eccezionale…speriamo sia cosi anche ad Abu Dhabi.

  2. maxlove

    9 Novembre 2010 at 19:44

    certo dobbiamo dire che questo anno i motori sono progettati per 3 gran premi quindi é difficile vedere un motore fuso infatti se ne sono visti pochi.Come dico sempre l`importante é la pole il resto vien da sé.Cambiando discorso ho notato su altri commenti la presenza di tante persone incompetenti che bla…bla…ma non sanno un ca?.,o il silenzio per tanti é d’oro.

  3. Miki&Kimi

    9 Novembre 2010 at 20:40

    …certo l’affidabilità è impostante, però occhio a possibili alleanze blu-argento…non credo che a lewis faccia piacere che vinca fa…

  4. beppe

    10 Novembre 2010 at 12:02

    @ maxlove
    visto che scrivi su un blog libero, fai i nomi di queste persone che reputi incompetenti.
    Anzi dimenticavo di chiederti se per l’anno prossimo hai già ricevuto qualche proposta di collaborazione con qualche staff tecnico di F1 per la progettazione di nuove monoposto.
    Scrivo in qualità di semplice appassinato e non di superesperto tecnico e sportivo di F1.

    Beppe
    Redbull

  5. Ingenuo

    10 Novembre 2010 at 19:51

    Ma non doveva essere il titolo piloti?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati