F1 | Verstappen dimentica il Bahrain: “Ad Imola saremo competitivi”

"Nelle prossime gare avremo la possibilità di fare ancora meglio", ha affermato l'olandese

Verstappen ad Imola con l'obiettivo del gradino più alto del podio
F1 | Verstappen dimentica il Bahrain: “Ad Imola saremo competitivi”

Nonostante la sconfitta in Bahrain, Max Verstappen si è presentato ad Imola con la consapevolezza di potersela giocare alla pari con la Mercedes. Intervistato dai giornalisti durante la press conference d’apertura del prossimo Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna, l’olandese ha evidenziando quanto di buono fatto dalla squadra nella prima uscita stagionale a Sakhir, precisando come le caratteristiche dei prossimi circuiti, Imola compresa, potrebbero aiutare la squadra a conquistare punti estremamente importanti per la lotta al titolo.

“In generale è stato un week-end positivo a Sakhir, anche se siamo consapevoli che l’opportunità è stata sprecata”, ha affermato l’olandese della Red Bull. “Dispiace non aver vinto, ma adesso ci concentriamo sulle prossime gare, dove sono certo avremo la possibilità di fare ancora meglio. Occorre continuare a lavorare per sviluppare al meglio il pacchetto tecnico e renderlo più veloce. Siamo consapevoli e carichi”.

Sulla calma mostrata in Bahrain ha invece affermato: “Io sono sempre stato calmo e in ogni caso non avrebbe avuto senso fare diversamente. Al traguardo ero deluso, chiaramente, ma dobbiamo essere consapevoli del fatto che il secondo è un bel risultato. Si tratta di tanti punti che possono tornarci comodi. Dobbiamo approcciare alle prossime gare consapevoli che un campionato è costituito da tanti appuntamenti”.

Conclusione infine su Imola: “Avrei aggiunto una seconda zona DRS dopo l’uscita della chicane. E’ difficile uscire dall’ultima curva vicino alla vettura davanti e penso che l’allungamento della zona non ci darà alcun aiuto. Per il resto è bello guidare su questo tracciato. L’anno scorso siamo stati competitivi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati