F1 Test | Ferrari, Vettel scettico sulle nuove ali anteriori: “Brutte e troppo larghe”

"Stamattina mi è sembrato che le aree di frenata fossero molto più piccole", ha invece dichiarato Nico Hulkenberg

Il tedesco della Ferrari non ha gradito la modifica adottata dalla FIA in ottica sorpassi, sottolineando come lo sviluppo potrebbe allineare le performance delle nuove vetture a quelle dello scorso anno
F1 Test | Ferrari, Vettel scettico sulle nuove ali anteriori: “Brutte e troppo larghe”

Intervistati al termine della giornata di ieri, Sebastian Vettel e Nico Hulkenberg hanno espresso parecchie perplessità sul nuovo disegno dell’ala anteriore, sottolineando come la dimensione ‘maggiorata’ dell’appendice potrebbe creare dei problemi durante la fase di sorpasso.

Come qualche anno fa, infatti, la FIA ha scelto di maggiorare le dimensioni dell’ala anteriore, aumentando il rischio di rotture e contatti durante le fasi di sorpasso. Se da un lato potrebbe esserci un beneficio dal punto di vista aerodinamico (aspetto su cui Vettel appare notevolmente scettico.ndr), dall’altra potrebbe nascere un problema simile a quello del periodo 2009-2013, con degli anteriori troppo larghi e penalizzati per le manovre di sorpasso.

Ecco le parole di Sebastian Vettel: “Le nuove ali anteriori sono piuttosto brutte. Sono troppo ampie e non so perchè abbiano studiato una modifica di questo tipo. Alcuni anni fa sono state fatte delle scelte diametralmente opposte, riducendo le dimensioni, mentre oggi siamo tornati a quella filosofia per aiutare i sorpassi”.

Sulla performance rispetto al 2018 ha aggiunto: “Non ho visto molte differenze e penso che con lo sviluppo durante la stagione non ci dovrebbero essere novità”.

“Stamattina mi è sembrato che le aree di frenata fossero molto più piccole”, ha dichiarato invece Nico Hulkenberg. “Non sarà facile mettere il muso davanti, ma dovremo aspettare le gare per vedere”.

F1 Test | Ferrari, Vettel scettico sulle nuove ali anteriori: “Brutte e troppo larghe”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati