F1 | Red Bull, Verstappen sul 2020: “All’inizio ero frustrato, poi ho cambiato approccio”

Il pilota olandese crede nel progetto Red Bull

F1 | Red Bull, Verstappen sul 2020: “All’inizio ero frustrato, poi ho cambiato approccio”

Max Verstappen è stato protagonista di un 2020 di altissimo livello, vincendo due GP (Silverstone e Abu Dhabi) ed essendo l’unico in pista in grado quantomeno di impensierire le Mercedes e stargli vicino. Ciononostante il talento olandese della Red Bull non nasconde la delusione per non essere riuscito a lottare per il mondiale, suo vero obiettivo.

Verstappen ha quindi spiegato – in una intervista rilasciata al grande ex David Coulthard e riportata sul sito ufficiale della Formula 1 – come si è impegnato per cambiare totalmente approccio, senza farsi prendere dalla negatività e dalla rabbia, ma concentrandosi su se stesso per dare il meglio e ottenere il massimo con il mezzo a disposizione, e divertirsi a guidare.

L’olandese ha anche ammesso che lui crede nel progetto Red Bull e per questo non ha esitato a legarsi a lungo termine (ha un contratto fino al 2023) con la scuderia anglo-austriaca, fiducioso di poter lottare per il campionato quanto prima, magari già nel 2021.

All’inizio della stagione ero deluso, perché ci aspettiamo sempre di lottare per il vertice, pensi debba accadere e poi non è così. Allora ad un certo punto mi sono detto: ‘Sai che c’è? Posso anche essere frustrato e arrabbiato per non poter vincere, ma forse sarebbe meglio provare a fare tutto il possibile, ottenere il massimo da me stesso e soprattutto divertirmi – le parole di Max Verstappen –  E’ quello che ho cercato di fare. Non ero arrabbiato inizialmente, ma ero deluso, si parla sempre della possibilità della Red Bull di vincere il mondiale, e poi non accade. Per fortuna nel team c’è un grande dialogo, anche tra il mio manager e Helmut Marko; la cosa migliore è sedersi e parlare. E dialogando abbiamo capito che c’erano tutti i presupposti per continuare insieme ancora a lungo e provare a contrastare le Mercedes già nella prossima stagione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati