F1 | Red Bull, Verstappen: “Non ho capito perché sono stato richiamato prima ai box”

"Abbiamo corso al massimo, è comunque un buon risultato per la squadra" ha aggiunto l'olandese

F1 | Red Bull, Verstappen: “Non ho capito perché sono stato richiamato prima ai box”

GP Azerbaijan – A volte la Formula 1 si riduce ad essere una questione di fortuna, o più precisamente, stavolta, di tempismo. Al via della gara, Max Verstappen, secondo, ci ha provato a prendersi subito la prima posizione, ma solo dopo quattro tornate è riuscito a prendersi la posizione sul pole man Charles Leclerc. La fatalità – la stessa che ha interferito in altre occasioni, favorendo lo stesso olandese – ha voluto che de Vries piantasse ancora la sua AlphaTauri a muro. La Red Bull ha richiamato il leader ai box, ma è solo quando Max torna in pista che la direzione gara invoca la Safety Car. Verstappen perde così due posizioni, lasciando di fatto la leadership al compagno di squadra Sergio Perez. Il secondo sorpasso su Leclerc viene portato a termine in poche tornate, ma raggiungere l’altra Red Bull si rivela più difficile del previsto: Max è secondo al traguardo e, per stavolta, pare che l’abbia presa con serenità.

“E’ stata una buona gara. Ovviamente, sono stato sfortunato con la Safety Car, inizialmente non avevo capito perché fossi stato richiamato ai box, ma penso che nel secondo stint entrambi abbiamo spinto al massimo. Abbiamo usato ogni centimetro della pista e sfiorato un po’ di muri! E’ un buon risultato per la squadra, approfittiamo degli insegnamenti di questo weekend. Portiamo a casa una doppietta, Checo è stato bravo oggi. Ora testa a Miami“.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati