F1 | Red Bull, Albon: “Mi sono rilassato e ho ricaricato le batterie”

"Spa è uno dei miei circuiti preferiti, incredibile sia già passato un anno dal mio esordio col team", ha aggiunto

F1 | Red Bull, Albon: “Mi sono rilassato e ho ricaricato le batterie”

E’ stata una mini vacanza rilassante per Alexander Albon. Il thailandese della Red Bull si è preparato al meglio per il Gran Premio del Belgio, in scena in questo weekend sullo storico circuito di Spa. Il compagno di Verstappen torna sulla pista che lo ha visto esordire lo scorso anno con il team austriaco, dopo appena sei mesi di carriera in Formula 1 con la Toro Rosso. Intervistato sul sito ufficiale della Red Bull, nella classica anteprima della settimana, Albon racconta le emozioni del weekend del 2019 e il momento suo e della squadra.

“E’ stato un periodo molto impegnativo – ha detto Albon. E’ sempre così in Formula 1 e adesso siamo nel pieno della stagione, le gare si susseguono l’una dopo l’altra. Dopo sei appuntamenti sappiamo cosa non va e come lavorare, i ragazzi in fabbrica stanno facendo di tutto per rendere la macchina ancora migliore, più veloce ma anche più facile da guidare. Tutto sta andando abbastanza bene. In questa settimana di stop non ho fatto granché: mi sono rilassato e ho cercato di ricaricare le batterie. Tre gare consecutive sono piuttosto frenetiche, quindi è stato bello trovare un po’ di relax, ma ovviamente cercando di rimanere in forma”.

Si torna a Spa, gara che ha visto Albon debuttare in Red Bull lo scorso anno: “Incredibile come sia passato veloce il tempo. Non vedo l’ora di tornare in pista in Belgio, perché posso prendere tutto ciò che ho imparato l’anno scorso e metterlo in pratica già da venerdì, ho un po’ più di esperienza con me. La vettura di quest’anno è diversa, ma le caratteristiche sono simili, quindi sarà utile fare un confronto. Spa è una pista adatta ai sorpassi, quindi sono contento di correre qui. Ho dei bei ricordi dello scorso anno, quindi spero di fare un buon lavoro, è una delle piste migliori e iconiche del mondo. Ero piuttosto nervoso, essendo la mia prima gara col team: non conoscevo nessuno, avevo fatto solo sei mesi in Toro Rosso. Adesso è diverso, stiamo facendo progressi ogni fine settimana. Non mi aspetto un weekend facile, dato che qui la velocità di punta è importante e le Mercedes sono molto potenti dal punto di vista delle power unit, ma vediamo, perché a Silverstone ci aspettavamo di essere più indietro”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati