F1 | Perez sulla sfida con Verstappen: “Non vedo l’ora di lavorare con lui”

"Sarà impegnativo, ma allo stesso tempo molto stimolante", ha dichiarato il messicano

Perez è pronto a lavorare con Verstappen per il bene della Red Bull
F1 | Perez sulla sfida con Verstappen: “Non vedo l’ora di lavorare con lui”

Al termine della tre giorni di lavoro a Milton Keynes, la prima dopo aver firmato il contratto che lo legherà alla Red Bull fino alla fine del mondiale 2021, Sergio Perez ha parlato delle tante sfide che lo attendono a partire dal Gran Premio del Bahrain, precisando come quella più impegnativa, quasi certamente, sarà quella che porta il nome di Max Verstappen.

In una lunga chiacchierata concessa al sito ufficiale della Formula 1, “Checo” ha parlato del talento dell’olandese e del lavoro che dovrà portare avanti per fronteggiarlo in pista, evidenziando come questa sfida, purché difficile, sia estremamente motivante.

Il messicano è infatti pronto a tutto pur di guadagnarsi il rinnovo per il 2022, aspetto che lo spingerà ad accelerare quanto più possibile il processo di adattamento alla vettura.

“Affrontare Max Verstappen è una grande sfida per me”, ha affermato Sergio Perez. “Sappiamo tutti quale sia il talento di Max e la sua velocità al volante. Tra l’altro negli ultimi è cresciuto parecchio, diventando un pilota completo. Attualmente è uno dei più veloci, se non il più veloce all’interno dello schieramento di partenza. Sarà una sfida enorme perché lui conosce la squadra e sa perfettamente cosa aspettarsi dalla vettura. Personalmente, però, non vedo l’ora di lavorare con lui e vedere dove riusciremo ad arrivare con lo sforzo di entrambi”.

Sui test in Bahrain ha invece dichiarato: “Penso che andare in Bahrain non sia una brutta cosa, soprattutto considerando il fatto che in Europa in quel periodo farà ancora freddo. A Sakhir avrò un buon riferimento e questo mi aiuterà a essere veloce. Faremo il test e poi disputeremo anche la prima gara, ragion per cui riusciremo a raccogliere una serie di dati molto utili. L’adattamento probabilmente sarà un po’ più facile”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati