F1 | Mercedes, Wolff: “Hamilton è alla continua ricerca della perfezione”

"Questa è una delle ragioni che lo rendono un pilota da corsa completo", ha concluso

F1 | Mercedes, Wolff: “Hamilton è alla continua ricerca della perfezione”

Tra le due sessioni di prove libere di oggi spazio alla conferenza stampa dei team principal. Presente anche Toto Wolff, boss della Mercedes, il quale non si sente affatto favorito per la vittoria del Gran Premio di Russia.

“Non mi sento mai il favorito – ha dichiarato Wolff. Siamo stati battuti in qualifica l’anno scorso e Valtteri ha fatto una partenza davvero straordinaria, rimontando le Ferrari e piazzandosi in prima posizione. Per come è andata la stagione, non c’è una posizione preferita in cui vorrei essere, vediamo dove siamo domani dopo le qualifiche”.

E sulla questione Ocon: “Non ci sono novità in merito, stiamo ancora lavorando sulle restanti alternative. Non mi aspetto novità durante la prossima settimana, dobbiamo vedere come si evolve la situazione in Williams. Dobbiamo pensare a come programmare la carriera di Esteban nel lungo periodo e prendere una decisione”.

Ovviamente non potevano mancare domande sul momento di Hamilton.
“Lewis sta sta andando molto forte – ha ammesso Wolff. Singapore è stato uno dei migliori weekend di gara che io gli abbia visto fare. E’ in un’ottima posizione, ed è da un po’ che lavoriamo insieme in Formula 1, che fa parte del team ed è diventato un pilastro per tutta la squadra e nello sviluppo della macchina. Senza scendere troppo nei dettagli, penso che sia a posto anche nella sua vita privata e che si diverta correre. Quello che impressiona di Lewis è la sua ricerca costante della performance ottimale, e questo si traduce in ogni aspetto della sua vita. Lo si vede anche nei briefing, come avviene l’interazione con gli ingegneri e l’analisi che fa della sua guida. E’ l’unico a cui abbia sentito dire “Non ho guidato bene, prima dobbiamo guardare come migliorarla e dopo vedremo i dati”. Questa continua ricerca della perfezione avviene ogni anno, ed è una delle ragioni che lo rendono un pilota da corsa completo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati