F1 | Mercedes, secondo Wolff Hamilton e Bottas possono convivere tranquillamente

"Le monoposto 2017 avranno un look spettacolare" ha aggiunto il team principal

F1 | Mercedes, secondo Wolff Hamilton e Bottas possono convivere tranquillamente

Dopo tre anni di lotta intestina tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg, la Mercedes si appresta ad affrontare una nuova fase, caratterizzata dall’addio del Campione del Mondo in carica.In sostituzione del tedesco il team di Brackley ha scelto il pilota della Williams Valtteri Bottas, che avrà la possibilità di guidare una vettura davvero molto competitiva e soprattutto di misurarsi con un Campione del calibro di Hamilton. Di recente, il padre di Lewis, Anthony Hamilton, aveva messo in guardia il finlandese affermando che il figlio è un vero e proprio “killer di carriere“, capace di “uccidere i driver” che non hanno alle spalle un adeguato sostegno.

All’indomani di tali dichiarazioni, è il team principal della Mercedes Toto Wolff a riportare la discussione sui giusti binari smorzando i toni di Hamilton Sr. Secondo il manager, infatti, la convivenza tra Bottas e l’inglese non sarà eccessivamente problematica, e il finlandese non soccomberà di fronte alla forza del compagno. “L’equilibrio tra Valtteri e Lewis funziona” ha detto Wolff.

“Sono due personalità molto diverse – ha poi spiegato il team principal della Mercedes – e per noi è stato importante riempire le scarpe di Nico. Nico ha avuto un certo ruolo nella squadra, e Valtteri si adatta più o meno a quello“. Secondo Wolff, Hamilton e Bottas “si rispettano a vicenda” e il finlandese ha avuto la possibilità di stabilirsi bene a Brackley.

In attesa di vedere il primo confronto tra i due, che inizierà con i test invernali e poi soprattutto con la gara inaugurale di Melbourne, Wolff ha voluto anticipar afosi che le nuove monoposto costruite secondo il regolamento 2017 avranno un “look spettacolare“.

Lorenzo Lucidi

F1 | Mercedes, secondo Wolff Hamilton e Bottas possono convivere tranquillamente
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati