F1 | La Williams ricorda a Russell e Latifi le regole di comportamento durante le gare virtuali

"Faccio parte di un team che ha sponsor, tutti hanno un'immagine da mantenere", ha detto il canadese

Il team di Grove ha voluto ricordare ai suoi piloti le regole di comportamento per evitare conseguenze simili a quelle di Kyle Larson
F1 | La Williams ricorda a Russell e Latifi le regole di comportamento durante le gare virtuali

Il mondo delle corse virtuali sta rapidamente crescendo la sua popolarità in questo periodo di stop dalle corse. Tutto questo comporta divertimento e distrazione, sia per chi partecipa che per gli spettatori, agevolati dalle trasmissioni in diretta TV e dai canali social dei piloti. Questo però può portare conseguenze anche negative se non si sta attenti, infatti tutto quello che dici, viene rapidamente registrato e divulgato, e in un lampo la tua popolarità può schizzare alle stelle, così come finire sotto i piedi. Classico l’esempio del pilota NASCAR Kyle Larson, licenziato dal team di Chip Ganassi e privato dei suoi sponsor per quanto accaduto sulla piattaforma iRacing qualche settimana fa. A tal proposito, la Williams ha mandato a Latifi e Russell un messaggio per ricordare loro come comportarsi durante questi eventi.

“Dopo quello che è successo a Kyle Larson, il team ci ha inviato un messaggio per ricordarci come comportarci durante le dirette – ha detto Latifi a La Presse. Personalmente, so cosa sia accettabile e cosa no: faccio parte di un team che ha sponsor e tutti hanno un’immagine da mantenere. So che devo stare attento, ma questo non mi impedisce di essere me stesso e divertirmi. Non avrei mai pensato di farmi Twitch, mi è stato suggerito dopo il primo Virtual GP: permette a tutti di avvicinarsi a te oltre il tuo lavoro e durante un weekend di gara. Mi sto divertendo, è un buon modo per tenere il cervello in allenamento. Certo, la guida non è identica alla realtà, ma lo sforzo mentale è simile”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati